Solo una voce
allietera' il fuscello.
Quella del mare



Sebbene il vento
insista, il mandorlo
tiene i suoi fiori



Sconosciute gioie
dietro la Luna. Con te
perdutamente



Nello stupore
di rocce, riemergono
haiku lontani



Bimba ferita
nascosta dietro un dito
sogna l'amore



Grandi Abissi
morbide curvature
Cosmo che incanto !



Sbiancano il cielo
le immutabili Lune.
So di vivere



Non disse nulla,
ripose il cielo in un'arpa
e i cuori scaldo'



Se il prato mio
e' stellato, di fiori
anche il cielo



Caldo risveglio.
Dal cespuglio un passero
dice 'Sei vivo !'



Dormo tranquillo
tra due arcobaleni
le tue braccia



Tra i rami secchi
le nuvole corrono.
Mai coś solo



Neve ? Tutto cio'
per cui avevo lottato
si sciolse in mano



Penetra il cuore
tra le barche oscillanti
Luna d'Autunno



Tra pioggia e sole
v'ospiterei nella mia
solitudine



Quasar, Proxima.
Cerco i fiori di Warhol
dal secondo oblo'



La gola e' secca
restero' un po' in silenzio
coi piedi in tasca



Luce che danza
meraviglia sul tetto
dei miei pensieri



Chiudo persiane.
Nessun raggio di sole,
nessuna fiaba



Squarci di sogno
sopra il letto disfatto.
E l’Autunno entro'



Un'ora e mi alzo
misuro l'Universo
e gli do forma



Posati Autunno
dove il vento dipinge
fiumi di rose



Solitudine.
Nell'amaro far nulla
imito un grillo




Scrivi un tuo haiku