AuroraBlu Forum

Torna Indietro   AuroraBlu Forum > Generale > Parliamo insieme

Avvisi

Rispondi
 
Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
Vecchio 09-10-2008, 06:40 AM   #1
Nuvola
Amico*
 
L'avatar di Nuvola
 
Data Registrazione: Jul 2006
Messaggi: 2.460
Invia un messaggio via MSN a Nuvola
Predefinito Accettare e/o Comprendere

<center>

</center>

Quante volte sarà capitato a ognuno di noi di incontrare la diversità lungo il proprio cammino. Diversità più comuni: opinioni diverse, gusti diversi, preferenze diverse
e diversità più difficili da affrontare: un figlio gay, un amico drogato, un fratello disabile.

A noi non è dato giudicare nessun tipo di diversità. Ma fino a che punto possiamo spingerci? ... Dobbiamo "limitarci" ad accettarle o possiamo provare a comprenderle? ... Ed è possibile accettare senza aver prima compreso?

...



PS: Vi scaglio questa pietra con la curiosità di vedere chi sarà il primo a chiedermi di tornaredadovesonovenuta.
__________________
A. ...la migliore delle sorprese.. ti coglie impreparato, ti spiazza, attira la tua attenzione, rapisce il tuo sguardo e dimentichi tutto il resto, fa saltare tutti i tuoi punti di riferimento e ti stravolge la Vita...
Nuvola è offline   Rispondi Citando
Vecchio 09-10-2008, 08:35 AM   #2
illary
Amico*
 
L'avatar di illary
 
Data Registrazione: Oct 2005
Località: lo spazio che c'è in te
Messaggi: 4.560
Predefinito

ioooooooo!

hhihi


comprendere.

accettare non implica lo scmabio nè la crescita.
__________________
"...Perché so che dove sono stato con te
si va solo con te, attraverso te."
pedro salinas


illary è offline   Rispondi Citando
Vecchio 09-10-2008, 08:43 AM   #3
Essenza
Moderatore*
 
L'avatar di Essenza
 
Data Registrazione: Dec 2007
Messaggi: 6.808
Predefinito

Citazione:
A noi non è dato giudicare nessun tipo di diversità. Ma fino a che punto possiamo spingerci? ... Dobbiamo "limitarci" ad accettarle o possiamo provare a comprenderle? ... Ed è possibile accettare senza aver prima compreso?
Secondo me non è possibile accettare senza comprendere.
Se una situazione non si vive ,se non viene sviscerata,se non ci si mette nei panni dell'altro, è quasi impossibile accettare davvero.

Per quanto mi riguarda la vita ha messo sulla mia strada un cambiamento terribile...nel giro di un anno ho dovuto accettare una situazione che prima rientrava nella normalità,adesso non più.

E' stato difficile.difficilissimo. Ha cominciato ad esserlo un pò meno quando ho deciso di guardare in faccia la realtà e farmene una ragione...
__________________

Sii come il fumo: sali,
pensa che nell'evadere nessuno dirà
«ti ebbi e ho potuto misurarti».
(José Hierro)

Essenza è offline   Rispondi Citando
Vecchio 09-10-2008, 10:23 AM   #4
Terry
Amico*
 
Data Registrazione: Jun 2004
Messaggi: 3.310
Predefinito

Comprendere..... ma quanto a volte è maledettamente difficile??

...


bentornata!
Terry è offline   Rispondi Citando
Vecchio 09-10-2008, 11:16 AM   #5
marmotta
Amico*
 
L'avatar di marmotta
 
Data Registrazione: Oct 2007
Località: Reana del Rojale - Ud -
Messaggi: 3.017
Invia un messaggio via MSN a marmotta
Predefinito

per accettare devi comprendere se non comprendi non accetterai se non di facciata.. e la cosa non è facile
__________________
marmotta è offline   Rispondi Citando
Vecchio 09-10-2008, 12:06 PM   #6
Luna74
Amico*
 
L'avatar di Luna74
 
Data Registrazione: Dec 2007
Località: Ogni piccola pozzanghera che riflette la luna...
Messaggi: 3.330
Invia un messaggio via MSN a Luna74
Predefinito

Accettare sul piano teorico è qualcosa di meno.... accettare la diversità può voler dire che una persona, anche se non la capisce, cioè non la comprende, ammette che ci possano essere tante cose/persone/situazioni differenti da se e, in questo senso un pò superficiale, ne ammette l'esistenza o la coesistenza con il proprio modo di essere. Certamente questo implica già una buona dose di maturità perchè vuol dire non avere la presunzione di essere sempre nel giusto e capire che ognuno è diverso dagli altri, nel bene e nel male.

Comprendere è altra cosa. Richiede la volontà ed il desiderio di entrare nel mondo nell'altro (=empatia), di abbandonare (o provarci! ) momentaneamente il proprio punto di vista per sposare quello dell'altro, mettendosi nella sua prospettiva. E' difficile e non sempre fruttuoso questo tentativo. Anche in questo caso, però, bisogna avere una buona dose di umiltà per riuscirci. Se io ritengo che la mia posizione è sempre la migliore, la più logica, perchè devo tentare di mettermi nella posizione di un altro?
Quindi secondo me sono due cose distinguibili ma non sempre.

Faccio un esempio: quest'anno ho insegnanto in una III liceo terribile. La classe era frammentata in due blocchi, c'era molto confusione, discussioni e accuse continue, non si riusciva a lavorare ne a discutere civilmente e, oltre ad una comunicazione carente tra classe e docenti, gli alunni erano frammentati e coalizzati gli uni contro gli altri già al loro interno.
Abbiamo impiegato tanta energia per far capire ai due gruppi che se anche gli altri o l'altro da se era diverso, incomprensibile, andava accettato e rispettato. Solo dopo che hanno inconiciato a smettere di ignorarsi e di attaccarsi vicendevolmente è stato possibile far comprendere ai due sottogruppi i motivi del risentimento di entrambi. La situazione a fine anno era mifgliorata decisamente.

L'esempio fatto da Essenzina dimostra però che a volte accettare e comprendere sono quasi, potremmo dire, la stessa cosa, anzi che quasi la comprensione sia un prerequisito per accettare alcune situazioni difficili. A volte quando siamo di fronte ad un episodio critico, NEGATIVO che ci travolge nella vita, l'accettazione, paradossalmente, arriva dopo la comprensione...finchè non si comprende non si accetta ciò che è accaduto.
A volte, quando siamo nel dolore, dobbiamo fare uno sforzo in più...perchè la prima reazione è quella di mandare tutto all'aria, di non voler vedere la cosa successa, di reagire con rabbia o con depressione....


Argomento affascinante e complesso cara Nuvola!


__________________
Si vive solo il tempo in cui si ama. C. A. Helvetius
Luna74 è offline   Rispondi Citando
Vecchio 09-10-2008, 01:00 PM   #7
Whisper
Amico*
 
L'avatar di Whisper
 
Data Registrazione: May 2008
Messaggi: 508
Predefinito

Non si può accettare una diversità senza prima averla compresa.
Comprendere è fondamentale per calarsi e vivere quella situazione...

A volte si accetta senza comprendere...ma è un'accettazione che vale poco, è vuota, può essere considerata solo una rassegnazione.

Comprendere è diverso...significa capire le ragioni della diversità per poi accettarle

Basta poco per accettare (se accettare vuol dire fare finta che il problema non esista...), la strada del comprendere è invece più articolata e difficile.

Nuvola mi sa che durante la vacanza il tuo cervello ha sofferto la mancanza del mare e si è arrovellato su questioni complesse... :P
interessante spunto di riflessione...
__________________


L'essenziale è invisibile agli occhi
("Il piccolo principe")
Whisper è offline   Rispondi Citando
Vecchio 09-10-2008, 02:10 PM   #8
Essenza
Moderatore*
 
L'avatar di Essenza
 
Data Registrazione: Dec 2007
Messaggi: 6.808
Predefinito

Lunettabellascrive:
Citazione:
A volte, quando siamo nel dolore, dobbiamo fare uno sforzo in più...perchè la prima reazione è quella di mandare tutto all'aria, di non voler vedere la cosa successa, di reagire con rabbia o con depressione....
.....verissimo......Lunettina
__________________

Sii come il fumo: sali,
pensa che nell'evadere nessuno dirà
«ti ebbi e ho potuto misurarti».
(José Hierro)

Essenza è offline   Rispondi Citando
Vecchio 09-10-2008, 02:16 PM   #9
Luna74
Amico*
 
L'avatar di Luna74
 
Data Registrazione: Dec 2007
Località: Ogni piccola pozzanghera che riflette la luna...
Messaggi: 3.330
Invia un messaggio via MSN a Luna74
Predefinito

__________________
Si vive solo il tempo in cui si ama. C. A. Helvetius
Luna74 è offline   Rispondi Citando
Vecchio 09-10-2008, 04:17 PM   #10
fabykiss75
Amico*
 
L'avatar di fabykiss75
 
Data Registrazione: May 2007
Messaggi: 4.014
Predefinito

Comprensione dell'altro non vuol dire accettazione dell'altro,come accettare non significa comprendere..
Specie nell'ultimo periodo mi è capitato di capire,di VOLER capire qualcuno le cui considerazioni,i cui punti di vista si sono poi rivelati molto diversi dai miei e che non ho ,ovviamente, accettato e non accetterò.
Tendo sempre a comprendere l'altro sebbene sia diverso da me,ma ammetto che spesso la mia comprensione ,pur essendo spinta verso qualcosa di più(accettazione della diversità)non mi porta a fare mie le diversità altrui.
Eppoi perchè bisogna accettare le diversità altrui?La diversità esiste e per fortuna!!
Ognuno è libero di fare della propria esistenza ciò che ritiene giusto:drogarsi,essere vegetariano....Io comprendo ma non posso accetare quella diversità,forse posso condividerla..
Quantoa alla situazione della diversità scaturita dall'eventuale"scontro" con una realtà di malattia,non so...forse ancora una volta comprenderei,condividerei ma non accetterei.

Faby
fabykiss75 è offline   Rispondi Citando
Vecchio 09-10-2008, 04:38 PM   #11
Nuvola
Amico*
 
L'avatar di Nuvola
 
Data Registrazione: Jul 2006
Messaggi: 2.460
Invia un messaggio via MSN a Nuvola
Predefinito

Accettare è un piccolo passo che non tutti hanno la forza, o forse l'umiltà, di percorrere. Comprendere è molto di più: è provare a immedesimarsi nell'altro, provare a vedersi nelle sue parole e nelle sue scelte e riconoscere la sua realtà come altrettanto possibile e con lo stesso valore della nostra.

In alcuni casi, prima si accetta l'altro e poi si cerca di comprendere le sue scelte. In altri, la comprensione aiuta ad accettare l'altro.

C'è chi si limita ad accettare. Ma non si può comprendere senza accettare.

Citazione:
Originariamente inviato da Luna74
Argomento affascinante e complesso cara Nuvola!
Citazione:
Originariamente inviato da Whisper
Nuvola mi sa che durante la vacanza il tuo cervello ha sofferto la mancanza del mare e si è arrovellato su questioni complesse...
Su, ragazzi! Ormai è settembre.. sono finiti i tempi di AEURO 2008... si torna a fare sul serio! :P
__________________
A. ...la migliore delle sorprese.. ti coglie impreparato, ti spiazza, attira la tua attenzione, rapisce il tuo sguardo e dimentichi tutto il resto, fa saltare tutti i tuoi punti di riferimento e ti stravolge la Vita...
Nuvola è offline   Rispondi Citando
Vecchio 09-10-2008, 09:55 PM   #12
lucy
Amico*
 
Data Registrazione: Sep 2004
Località: Salerno
Messaggi: 2.520
Invia un messaggio via MSN a lucy
Predefinito

Ah Nuvoletta! Vorrei tanto mandartici :P però questa frase mi è piaciuta tanto

la comprensione aiuta ad accettare l'altro.

Comprendere, comprendere e comprendere.
Se non cerchi di comprendere non sarai mai in grado di accettare completamente l'altro.
La comprensione va oltre, significa saper mettere da parte per un attimo i propri pensieri per analizzare quelli di un altra persona.
E nel farlo bisognerebbe essere obiettivi.
Ed è bello trovare un punto di incontro, capire che le opinioni non sono poi così distanti.
E accettare l'altra persona diventa più semplice.



Comunque troppe vacanze cara Nuvola.. troppo sole!
Devo studià quando mi porti un pò di fresca pioggia!
Forz a lavoro!
__________________
.. vorrei che fossi qui, seduta, nel mio angolo di Vita .. vorrei che guardassi nel giardino dei nostri sorrisi ..
lucy è offline   Rispondi Citando
Vecchio 09-10-2008, 10:08 PM   #13
gabbianofelice
Senior Member
 
Data Registrazione: Aug 2004
Messaggi: 174
Invia un messaggio via MSN a gabbianofelice
Predefinito

Non sempre è possibile comprendere ..ma bisogna accettare. E allora inizia l altalena di alti e bassi per cui a momenti c'è la fai e in altri no.

Non è proprio possibile comprendere alcune "gravi" situazioni se non di facciata e di conseguenza il comportamento delle persone coinvolte può risultare troppo "distante".... A me capita con una metà della mia famiglia di origine, mi "sforzo" di accettare per la parentela che ci congiunge e perchè voglio bene ma non comprendendo appieno e non ricevendo chiarimenti spontanei mi è arduo accettare.

E' così senza comprensione l accettazione diventa superficiale.
gabbianofelice è offline   Rispondi Citando
Rispondi

Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di Scrittura
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi replicare
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato

Vai al Forum


Tutti gli orari sono GMT. Adesso sono le 01:07 PM.


Powered by vBulletin® Version 3.8.4
Copyright ©2000 - 2018, Jelsoft Enterprises Ltd.

Home - Cartoline Virtuali - Poesie -  Frasi - Citazioni Libri - Racconti - Amici - Angeli - Fate - Indiani - Bambini - Foto Blog - Link



Importazione e Ottimizzazione a cura di Cionfs