AuroraBlu Forum

Torna Indietro   AuroraBlu Forum > Generale > Parliamo insieme

Avvisi

Rispondi
 
Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
Vecchio 04-17-2009, 04:50 PM   #1
Essenza
Moderatore*
 
L'avatar di Essenza
 
Data Registrazione: Dec 2007
Messaggi: 6.808
Predefinito "ma io Per il Terremoto Non do Nemmeno un Euro..."

articolo di Giacomo Di Girolamo :

Scusate, ma io non darò neanche un centesimo di euro a favore di chi raccoglie fondi per le popolazioni terremotate in Abruzzo. So che la mia suona come una bestemmia. E che di solito si sbandiera il contrario, senza il pudore che la carità richiede. Ma io ho deciso. Non telefonerò a nessun numero che mi sottrarrà due euro dal mio conto telefonico, non manderò nessun sms al costo di un euro. Non partiranno bonifici, né versamenti alle poste. Non ho posti letto da offrire, case al mare da destinare a famigliole bisognose, né vecchi vestiti, peraltro ormai passati di moda.

Ho resistito agli appelli dei vip, ai minuti di silenzio dei calciatori, alle testimonianze dei politici, al pianto in diretta del premier. Non mi hanno impressionato i palinsesti travolti, le dirette no – stop, le scritte in sovrimpressione durante gli show della sera. Non do un euro. E credo che questo sia il più grande gesto di civiltà, che in questo momento, da italiano, io possa fare.

Non do un euro perché è la beneficienza che rovina questo Paese, lo stereotipo dell’italiano generoso, del popolo pasticcione che ne combina di cotte e di crude, e poi però sa farsi perdonare tutto con questi slanci nei momenti delle tragedie. Ecco, io sono stanco di questa Italia. Non voglio che si perdoni più nulla. La generosità, purtroppo, la beneficienza, fa da pretesto. Siamo ancora lì, fermi sull’orlo del pozzo di Alfredino, a vedere come va a finire, stringendoci l’uno con l’altro. Soffriamo (e offriamo) una compassione autentica. Ma non ci siamo mossi di un centimetro.

Eppure penso che le tragedie, tutte, possono essere prevenute. I pozzi coperti. Le responsabilità accertate. I danni riparati in poco tempo. Non do una lira, perché pago già le tasse. E sono tante. E in queste tasse ci sono già dentro i soldi per la ricostruzione, per gli aiuti, per la protezione civile. Che vengono sempre spesi per fare altro. E quindi ogni volta la Protezione Civile chiede soldi agli italiani. E io dico no. Si rivolgano invece ai tanti eccellenti evasori che attraversano l’economia del nostro Paese. E nelle mie tasse c’è previsto anche il pagamento di tribunali che dovrebbero accertare chi specula sulla sicurezza degli edifici, e dovrebbero farlo prima che succedano le catastrofi. Con le mie tasse pago anche una classe politica, tutta, ad ogni livello, che non riesce a fare nulla, ma proprio nulla, che non sia passerella.

C’è andato pure il presidente della Regione Siciliana, Lombardo, a visitare i posti terremotati. In un viaggio pagato – come tutti gli altri – da noi contribuenti. Ma a fare cosa? Ce n’era proprio bisogno? Avrei potuto anche uscirlo, un euro, forse due. Poi Berlusconi ha parlato di “new town” e io ho pensato a Milano 2 , al lago dei cigni, e al neologismo: “new town”. Dove l’ha preso? Dove l’ha letto? Da quanto tempo l’aveva in mente?

Il tempo del dolore non può essere scandito dal silenzio, ma tutto deve essere masticato, riprodotto, ad uso e consumo degli spettatori. Ecco come nasce “new town”. E’ un brand. Come la gomma del ponte.

Avrei potuto scucirlo qualche centesimo. Poi ho visto addirittura Schifani, nei posti del terremoto. Il Presidente del Senato dice che “in questo momento serve l’unità di tutta la politica”. Evviva. Ma io non sto con voi, perché io non sono come voi, io lavoro, non campo di politica, alle spalle della comunità. E poi mentre voi, voi tutti, avete responsabilità su quello che è successo, perché governate con diverse forme - da generazioni - gli italiani e il suolo che calpestano, io non ho colpa di nulla. Anzi, io sono per la giustizia. Voi siete per una solidarietà che copra le amnesie di una giustizia che non c’è.

Io non lo do, l’euro. Perché mi sono ricordato che mia madre, che ha servito lo Stato 40 anni, prende di pensione in un anno quasi quanto Schifani guadagna in un mese. E allora perché io devo uscire questo euro? Per compensare cosa? A proposito. Quando ci fu il Belice i miei lo sentirono eccome quel terremoto. E diedero un po’ dei loro risparmi alle popolazioni terremotate.

Poi ci fu l’Irpinia. E anche lì i miei fecero il bravo e simbolico versamento su conto corrente postale. Per la ricostruzione. E sappiamo tutti come è andata. Dopo l’Irpinia ci fu l’Umbria, e San Giuliano, e di fronte lo strazio della scuola caduta sui bambini non puoi restare indifferente.

Ma ora basta. A che servono gli aiuti se poi si continua a fare sempre come prima? Hanno scoperto, dei bravi giornalisti (ecco come spendere bene un euro: comprando un giornale scritto da bravi giornalisti) che una delle scuole crollate a L’Aquila in realtà era un albergo, che un tratto di penna di un funzionario compiacente aveva trasformato in edificio scolastico, nonostante non ci fossero assolutamente i minimi requisiti di sicurezza per farlo.

Ecco, nella nostra città, Marsala, c’è una scuola, la più popolosa, l’Istituto Tecnico Commerciale, che da 30 anni sta in un edificio che è un albergo trasformato in scuola. Nessun criterio di sicurezza rispettato, un edificio di cartapesta, 600 alunni. La Provincia ha speso quasi 7 milioni di euro d’affitto fino ad ora, per quella scuola, dove – per dirne una – nella palestra lo scorso Ottobre è caduto con lo scirocco (lo scirocco!! Non il terremoto! Lo scirocco! C’è una scala Mercalli per lo scirocco? O ce la dobbiamo inventare?) il controsoffitto in amianto.

Ecco, in quei milioni di euro c’è, annegato, con gli altri, anche l’euro della mia vergogna per una classe politica che non sa decidere nulla, se non come arricchirsi senza ritegno e fare arricchire per tornaconto. Stavo per digitarlo, l’sms della coscienza a posto, poi al Tg1 hanno sottolineato gli eccezionali ascolti del giorno prima durante la diretta sul terremoto. E siccome quel servizio pubblico lo pago io, con il canone, ho capito che già era qualcosa se non chiedevo il rimborso del canone per quella bestialità che avevano detto.

Io non do una lira per i paesi terremotati. E non ne voglio se qualcosa succede a me. Voglio solo uno Stato efficiente, dove non comandino i furbi. E siccome so già che così non sarà, penso anche che il terremoto è il gratta e vinci di chi fa politica. Ora tutti hanno l’alibi per non parlare d’altro, ora nessuno potrà criticare il governo o la maggioranza (tutta, anche quella che sta all’opposizione) perché c’è il terremoto. Come l’11 Settembre, il terremoto e l’Abruzzo saranno il paravento per giustificare tutto.

Ci sono migliaia di sprechi di risorse in questo paese, ogni giorno. Se solo volesse davvero, lo Stato saprebbe come risparmiare per aiutare gli sfollati: congelando gli stipendi dei politici per un anno, o quelli dei super manager, accorpando le prossime elezioni europee al referendum. Sono le prime cose che mi vengono in mente. E ogni nuova cosa che penso mi monta sempre più rabbia.

Io non do una lira. E do il più grande aiuto possibile. La mia rabbia, il mio sdegno. Perché rivendico in questi giorni difficili il mio diritto di italiano di avere una casa sicura. E mi nasce un rabbia dentro che diventa pianto, quando sento dire “in Giappone non sarebbe successo”, come se i giapponesi hanno scoperto una cosa nuova, come se il know – how del Sol Levante fosse solo un’ esclusiva loro. Ogni studente di ingegneria fresco di laurea sa come si fanno le costruzioni. Glielo fanno dimenticare all’atto pratico.

E io piango di rabbia perché a morire sono sempre i poveracci, e nel frastuono della televisione non c’è neanche un poeta grande come Pasolini a dirci come stanno le cose, a raccogliere il dolore degli ultimi. Li hanno uccisi tutti, i poeti, in questo paese, o li hanno fatti morire di noia. Ma io, qui, oggi, mi sento italiano, povero tra i poveri, e rivendico il diritto di dire quello che penso. Come la natura quando muove la terra, d’altronde.

(fonte facebook)


__________________

Sii come il fumo: sali,
pensa che nell'evadere nessuno dirà
«ti ebbi e ho potuto misurarti».
(José Hierro)

Essenza è offline   Rispondi Citando
Vecchio 04-17-2009, 09:19 PM   #2
absinthè boy
Amico*
 
L'avatar di absinthè boy
 
Data Registrazione: Jun 2008
Località: bosco degli urogalli
Messaggi: 1.307
Predefinito

Forse i grandi poeti esistono ancora ma gli riconosceremo tra venti anni.
Forse le beghe dei palazzi politici , le date dei referendum , le ecomafie, prenderanno i pochi euro che abbiamo versato e costruiranno cose inutili e brutte.
Forse il sangue che ho dato cascherà per terra per un gesto goffo e renderà rossa la terra sotto la tenda.
Forse non vale la pena di amare e tanto vale smettere , se ne ricava solo sofferenza gratuita.

Oppure no , voglio ancora che le gocce in questo mare di fango si chiamino, e se abbiamo sbagliato tutto ancora una volta , se i nostri soldi sono finiti nel campo dei miracoli , pazienza , sognerò ancora di fare l'attore da grande , non smetterò di sognare.
__________________
"le donne vanno trattate bene quando è ora" (Oran Pamuk)
absinthè boy è offline   Rispondi Citando
Vecchio 04-17-2009, 09:47 PM   #3
Alien
Amico*
 
L'avatar di Alien
 
Data Registrazione: Dec 2007
Località: Cintura di Orione, seconda stella a sinistra (un pò sotto Varese)
Messaggi: 2.801
Predefinito

a volte servono momenti come questo per aprire gli occhi. Se degli imbecilli vogliono arricchirsi sulle spalle degli altri, non devono essere i poveracci a pagare e ad elemosinare. Quante altre case dovranno crollare prima che l'uomo ritrovi la coscienza civile?
__________________
La forza del dialogo sta nelle voci fuori dal coro
Alien è offline   Rispondi Citando
Vecchio 04-18-2009, 05:03 AM   #4
enrichetto
Moderatore*
 
L'avatar di enrichetto
 
Data Registrazione: Aug 2005
Località: Roma
Messaggi: 7.986
Predefinito

Sono d'accordo con quanto scritto sull'articolo proposto da Essenzina Anche se pure io voglio sperare che i soldi che ho dato,che abbiamo dato, siano gocce d'acqua pura in questo mare di fango.


"Ora i pm paventano infiltrazioni della camorra nella ricostruzione e il neogovernatore Chiodi s’indigna. Camorra in Abruzzo, ma quando mai? Bastava leggere un libro semiclandestino scritto da un ragazzo casalese, uscito tre anni fa. A pagina 236, nel capitolo «Cemento armato», il giovane scrittore scandisce il ritornello post-pasoliniano «Io lo so e ho le prove», poi butta lì: «Tutto nasce dal cemento, non esiste impero economico nel mezzogiorno che non veda il passaggio nelle costruzioni: appalti, cave, cemento, inerti, mattoni, impalcature, operai… So come è stata costruita mezza Italia. E più di mezza. Conosco le mani, le dita, i progetti. La sabbia che ha tirato su palazzi e grattacieli. Quartieri, parchi e ville. A Castelvolturno nessuno dimentica le file dei camion che depredavano il Volturno della sua sabbia… attraversavano le terre costeggiate da contadini che mai avevano visto questi mammut di ferro e gomma… Ora quella sabbia è nelle pareti dei condomini abruzzesi…». Quel giovane scrittore si chiama Roberto Saviano. E il suo romanzo «Gomorra». Lo celebrano tutti. Purché, beninteso, nessuno lo legga. "

Il virgolettato e' tratto da http://www.voglioscendere.ilcannocchiale.it/
__________________
Io li odio i nazisti dell'Illinois...
enrichetto è offline   Rispondi Citando
Vecchio 04-18-2009, 01:44 PM   #5
Essenza
Moderatore*
 
L'avatar di Essenza
 
Data Registrazione: Dec 2007
Messaggi: 6.808
Predefinito

Nadia ci tengo a precisare che il testo non l'ho scritto io (ho citato la fonte),infatti mi ha molto impressionato quanto ho riportato..in realtà io ho contribuito nel mio piccolo con un aiutino...

eppure ciò che ho letto fa riflettere
__________________

Sii come il fumo: sali,
pensa che nell'evadere nessuno dirà
«ti ebbi e ho potuto misurarti».
(José Hierro)

Essenza è offline   Rispondi Citando
Vecchio 04-18-2009, 02:14 PM   #6
rosadeldeserto
Junior Member
 
L'avatar di rosadeldeserto
 
Data Registrazione: Mar 2009
Messaggi: 10
Predefinito

Quanta rabbia! Quanto poco dolore!
Un pò di pietas almeno tra i poeti!
rosadeldeserto è offline   Rispondi Citando
Vecchio 04-18-2009, 04:50 PM   #7
Demetra
Amico*
 
L'avatar di Demetra
 
Data Registrazione: Aug 2005
Località: Salzburg (AT)
Messaggi: 820
Predefinito

Io sono molto d'accordo con l'articolo...ho visto anche il suo autore ad annozero...
purtroppo ha ragione.
Citazione:
Non do una lira, perché pago già le tasse. E sono tante. E in queste tasse ci sono già dentro i soldi per la ricostruzione, per gli aiuti, per la protezione civile. Che vengono sempre spesi per fare altro. E quindi ogni volta la Protezione Civile chiede soldi agli italiani. E io dico no. Si rivolgano invece ai tanti eccellenti evasori che attraversano l’economia del nostro Paese. E nelle mie tasse c’è previsto anche il pagamento di tribunali che dovrebbero accertare chi specula sulla sicurezza degli edifici, e dovrebbero farlo prima che succedano le catastrofi. Con le mie tasse pago anche una classe politica, tutta, ad ogni livello, che non riesce a fare nulla, ma proprio nulla, che non sia passerella.
__________________
...Io son l'umile ancella del genio creator, ei m'offre la favella, io la diffondo ai cor...
Demetra è offline   Rispondi Citando
Vecchio 04-20-2009, 07:18 PM   #8
nadiacrea
Amico*
 
L'avatar di nadiacrea
 
Data Registrazione: Apr 2007
Località: Cirri fluttuosi...MODENA
Messaggi: 440
Post

Citazione:
Originariamente inviato da Essenza Visualizza Messaggio
Nadia ci tengo a precisare che il testo non l'ho scritto io (ho citato la fonte),infatti mi ha molto impressionato quanto ho riportato..in realtà io ho contribuito nel mio piccolo con un aiutino...

eppure ciò che ho letto fa riflettere
Ho letto che è una citazione, purtroppo vera, io ho sempre contribuito, x tutti, ma stavolta ho detto basta, anche xchè quando io ero piccola, 4 sorelle e un papà spesso con problemi di salute, nessuno ci ha aiutato, anzi spesso ci siamo sentiti dire che bastava fare meno figli...oggi aiutano tutti, extra e non...dopo aver saputo che i "volontari" sono pagati...mi è venuto freddo...io sono volontaria in oncologia, ti assicuro che non percepisco un centesimo...chiamateli soccorritori, o come altro volete, ma x favore non volontari !!!
In TV hanno detto basta roba, mandate soldi...Chissà come mai ???
Ciò non toglie che quella distesa di bare mi abbia straziato il cuore,insieme a loro ho piantoe sofferto, ma questo è un altro discorso...si parla di sentimenti...
__________________
L'importante non è fare grandi cose, ma piccole cose fatte col cuore...
nadiacrea è offline   Rispondi Citando
Vecchio 04-21-2009, 12:26 PM   #9
Antilia
Amico*
 
L'avatar di Antilia
 
Data Registrazione: Sep 2006
Località: Un'anima ferita dalla malvagità
Messaggi: 1.915
Predefinito

Anch'io ho contribuito... nel mio piccolo.....ma non senza avere la sensazione che comunque ci fregano sempre....con i sentimenti ...con la pietà....nella consapevolezza che chi rappresenta il potere.....che ha nelle sue mani il potere....non ha sentimenti nè pietà ... se non quando si tratta di sbandierarli davanti ad una telecamera....e non basta pensare che noi siamo diversi perchè i nostri sentimenti sono autentici.....non basta pensare questo per non fremere di rabbia.....
__________________
Tutte le cose sono collegate.
Tutto ciò che accade alla terra,
accade ai figli e alle figlie della terra.
L'uomo non ha intrecciato il tessuto della vita;
ne è solamente un filo.
Tutto ciò che egli fa al tessuto,
lo fa a se stesso.

Capo Seattle
Antilia è offline   Rispondi Citando
Vecchio 04-24-2009, 10:29 PM   #10
absinthè boy
Amico*
 
L'avatar di absinthè boy
 
Data Registrazione: Jun 2008
Località: bosco degli urogalli
Messaggi: 1.307
Predefinito

Condivido nella sostanza le idee dell'articolo , ma di base vedo anche rabbia e un pò di cattiveria nelle risposte che si sono date , gratuite , è proprio il caso di dire.

Innanzitutto non credo sia uno scandalo se delle persone che da circa un mese hanno abbandonato la propria famiglia o attività professionale o il meritato ozio , per aiutare chi non ha più nulla , percepiscano un rimborso per quel che fanno; quanti lo farebbero per 600 , 700 , azzardo lì , 1000 euro ? Voi lo fareste , di piantare tutto quello che avete anche se solo per così poco ?
Io no, senz'ombra di dubbio ; per fare volontariato "rubo" circa due ore al mio sabato pomeriggio da aprile a novembre , ben poca cosa rispetto a chi laggiù si sta facendo un mazzo così e non ci vedo quindi scandali particolari , in questo .
Il vecchietto che alla mattina fa attraversare i miei figli per andare a scuola , poi deve accompagnare dei disabili col pulmino attraverso la città , ritorna di nuovo a scuola e al pomeriggio di nuovo in giro ad accompagnare tante persone non autosufficienti...Prende 300 euro mensili , come rimborso ; non lo trovo scandaloso , alla sua età potrebbe stare al bar , sarebbe un suo diritto.

Per quanto riguarda i crolli sospetti , la magistratura faccia il suo corso , ma non la facciamo pagare a chi la casa l'ha pagata coi soldi buoni e buona non era ; mi sembra di una grossa insensibilità ; cosa si pretende d'altra parte , hanno scagionato tutti i responsabili del Vajont che fecero una bomba ad orologeria , volete forse che per un pò di cemento misto a sabbia di qualche palazzinaro succederà qualcosa ??!
Questa opera moralizzatrice che d'improvviso investe sto paese corrotto , proprio da chi non ha più nulla deve partire ??
Cominciamo dall'alto , con un pò di sana indignazione verso chi ha governato e chi doveva controllare e non lo ha fatto . Sta guerra "sudamericana" , attorno al camion delle banane , tra gente normale come tutti noi non mi piace affatto.
Spero di non avere offeso , di essermi spiegato .
__________________
"le donne vanno trattate bene quando è ora" (Oran Pamuk)
absinthè boy è offline   Rispondi Citando
Vecchio 04-24-2009, 11:31 PM   #11
Ariel2005
Amico*
 
L'avatar di Ariel2005
 
Data Registrazione: Jun 2007
Messaggi: 304
Predefinito

io ho contribuito. Il paese va a rotoli e ormai anche le pietre sanno che i politici i nostri soldi li usano per cose futili invece che per le vere emergenze. Non è giusto è vero, ma se loro sono degli egoisti, se i soldi per questo Abruzzo non li mettiamo noi allora chi li mette? se loro fanno pena noi dobbiamo essere superiori. Mi dispiace ma io per il terremoto dono e come! anche se dovrebbe provvedere il governo! visto che loro non lo fanno almeno lo facciamo noi. I soldi andranno perduti? ipotesi tangibile certo...ma nel dubbio io per l'abruzzo faccio la mia parte
__________________
Ariel2005 è offline   Rispondi Citando
Vecchio 05-16-2009, 09:36 PM   #12
nadiacrea
Amico*
 
L'avatar di nadiacrea
 
Data Registrazione: Apr 2007
Località: Cirri fluttuosi...MODENA
Messaggi: 440
Predefinito Opinione...

Tranquillo, Criathian, io non mi sento offesa, e penso che in un paese democratico, ognuno di noi, sia libero di esprimere il proprio punto di vista.
Condivido anche il fatto che è dall'alto che partono le responsabilità, anche se sembra sempre che nessuno abbia colpa di nulla in questo paese, intanto la gente muore gratuitamente...
Non metto nemmeno in discussione il mensile dei soccorritori, ben venga, ma NON sono volontari, mi riferisco al tremine strettamente precisato. Ammirevole anche il pensionato che arrotonda aiutando il proprio paese. Esprimendo un pensiero mio, non credo di offendere, in questo luogo dove le opinioni si amplificano a volta si può risultare crudi, oltre che insensibili, ma non è così...
__________________
L'importante non è fare grandi cose, ma piccole cose fatte col cuore...
nadiacrea è offline   Rispondi Citando
Rispondi

Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di Scrittura
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi replicare
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato

Vai al Forum


Tutti gli orari sono GMT. Adesso sono le 06:42 PM.


Powered by vBulletin® Version 3.8.4
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.

Home - Cartoline Virtuali - Poesie -  Frasi - Citazioni Libri - Racconti - Amici - Angeli - Fate - Indiani - Bambini - Foto Blog - Link



Importazione e Ottimizzazione a cura di Cionfs