AuroraBlu Forum

Torna Indietro   AuroraBlu Forum > Generale > Parliamo insieme

Avvisi

Visualizza Risultati Sondaggio: Eutanasia...legge dello Stato?
SI 15 62,50%
NO 9 37,50%
Partecipanti: 24. Non puoi votare in questo sondaggio

Rispondi
 
Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
Vecchio 07-11-2006, 04:17 PM   #1
Laportadelcuore
Senior Member
 
Data Registrazione: Jun 2004
Località: Torino
Messaggi: 330
Predefinito Eutanasia

C'è chi vuole vivere,
chi vuole morire
e chi muore vivendo.
Chi vede una via,
una luce nel cuore,
e chi dell'ombra si fa scudo
per il precipizio.
Le voci si affollano,
il sordo cammina..
..tra il mormorio del nulla
che chiama a sé.
Perché lo si fa?
o lo si vuole?
Perchè il dolore
non può essere vita,
non deve esserlo.
La vita dev'essere vita,
tra gli aghi e le piume...
...passi nudi sull'alba della notte.
Ma facile vedere, per chi
può guardare l'oltre..
..in confronto di chi non
vede le righe delle proprie mani.
Le parole..
sempre le parole,
dicono tutti che servono
per loro.
Ma volano,
da colombe in corvi neri.
Chi vede il bianco non sa cos'è il nero.
Rispetto d'una dignità,
di non voler soccorrere
ogni fiore
che cerca la terra,
ma di aiutarlo a poggiarsi dolcemente
sull'ala di un angelo..
..che aspetta sempre,
sorridendo.
Si,
possiamo, e dobbiamo,
piangere per ogni
fiamma che cede al vento
e al buio.
Ma..
..umili nell'accettare,
che un alba cerca la notte,
sempre,
solo per..
..rinasce sempre alba,
tra le mani d'un angelo che..
..sorride.

***

Con questa specie di poesia ho voluto introdurre il discorso sull'eutanasia e sui problemi a lei connessa. Un argomento così spesso affrontato quanto passato in silenzio. Volevo aprire un dibattito con voi per sapere quali sono le vostre idee in merito.
Inutile aggiungere, si sarà capito, che io sono largamente favorevole.

Laportadelcuore
__________________
Siamo talmente preoccupati per il sopruso fatto su un singolo individuo che non ci preoccupiamo affatto per il sopruso che subiscono tutti gli altri individui costretti a sorbirsi una valanga di cazzate. (G. Gaber)
Laportadelcuore è offline   Rispondi Citando
Vecchio 07-11-2006, 04:25 PM   #2
atlantide
Senior Member
 
Data Registrazione: Apr 2006
Messaggi: 109
Predefinito

favorevole....
__________________
****.....MiFaro'StradaTraCentoMiliardiDiStelleLaMi aAnimaLeAttraversera'
ESuUnaDiEsseVivra'Eterna....*****

*****TI PORTERO' SOPRATTUTTO IL SILENZIO E LA PAZIENZA***
atlantide è offline   Rispondi Citando
Vecchio 07-11-2006, 05:08 PM   #3
Millo
Amico*
 
L'avatar di Millo
 
Data Registrazione: Jun 2004
Messaggi: 2.233
Predefinito

Io rispondo no per vari motivi ... anche se comunque un conto è filosofeggiare su una cosa simile e un conto è trovarcisi faccia a faccia per davvero ... spero non mi accada mai ...

Premesso questo, secondo me legalizzare l'eutanasia, non risponde alla domanda fondamentale del perchè si arriva a chiederla sempre più spesso ... Molti dicono di volere il diritto a far morire con dignità, persone che altrimenti non avrebbero più speranza se non attaccati ad una macchina ... però non so se invece non si tratta di puro egoismo ....

Io credo che troppo spesso consideriamo la vita come qualcosa di "nostro", quando invece ci è stata solo donata, e la sofferenza fa parte della vita ... anche quella estrema, che ci piaccia o no.
Se guardiamo un certo Gesù dove è arrivato a morire ... e con quale sofferenza ... io credo che dobbiamo fare un passo indietro ...

Chi siamo noi per arrogarci il diritto di decidere sulla vita o sulla morte di qualcuno ? Chi siamo noi per dire cosa è vita e cosa non lo è ? Io credo che l'unico ad avere questo diritto sia Dio ...

Ho ancora fisso dentro di me il volto di Terry Schiavo ... e non credo che potrò mai dimenticarlo ... lasciata morire di fame e di sete ... ah però lo si è fatto per il suo bene mi dicevano ... ma per il bene di chi ?

Io piuttosto che sull'eutanasia, vorrei che si divulgasse la cultura della medicina palliativa e le cosiddette "terapie del dolore" che secondo me sono valide alternative e che non se ne sente mai parlare (chissà perchè) al voler provocare una morte "dolce" pensando pure di aver fatto la cosa migliore... Provocare una morte dolce non significa dare un santo valore all'omicidio ... perchè sempre di omicidio si tratta che lo vogliate o no ....

L'unico che può provocare la morte per me è solo UNO ed è colui che la vita ce l'ha donata ... punto.

In ogni caso, come ripeto sempre io ... non basterà comunque una legge a farci compiere la scelta giusta, perchè questo è unicamente un problema di coscienza. Noi abbiamo il libero arbitrio e sta solo nella coscienza e nel nostro cuore, la cosa giusta da fare ...
E per chi ha incontrato Cristo ... Egli è l'unica Verità ...

Eutanasia o no ... è il nostro cuore che sa la risposta ...

Un abbraccione
Millo
Millo è offline   Rispondi Citando
Vecchio 07-11-2006, 05:15 PM   #4
sydhera
Amico*
 
Data Registrazione: Jan 2006
Messaggi: 2.195
Predefinito

Io non voglio vedere malati incurabili soffrire per nulla...
ma l'eutanasia è stata praticata (almeno penso non ho letto né sentito nulla in riguardo e se non è così ditemelo subito cambio tutto...) anche per mali che ora a poco a poco stiamo conoscendo e stiamo riuscendo a prevenire.
Di certo ci si chiede perché esistano cose simili...
ma per me...
il voler risolvere tutto a tutti i costi dell'uomo diventa pian piano più grande.
Io la chiamo oltre che a "intenzione benefica" anche superbia.
E' questione di punti di vista anche qui.
Io credo che nulla sia per caso.
Altri... beh... altri ridono scettici a frasi simili.
Ma io ci credo...

Citazione:
Se ad un Dio si deve questo mondo, non ci terrei ad essere quel Dio: l'infelicità che vi regna mi strazierebbe il cuore. (Schopenhauer)
Non penso che Dio sia ingiusto, solo perché certe persone soffrono e certe no.
Se soffrono... un motivo ci sarà.
Cercare di salvare le persone che amiamo non è sbagliato.
Riuscirci ancor meno...
Ma non è in nostro diritto decidere sulla vita degli altri.
E' un omicidio vero e proprio.
Anche se lo facciamo per non farlo soffrire... non potremo MAI e poi MAI capire cosa prova davvero.
Anche se viviamo esperienze simili... ognuno ha una diversa sensibilità.

Se poi uno decide di voler morire è un altro conto...
non decide di gettare la propria vita... decide di cambiarla... almeno secondo me... ed è una scelta.
Sia per gli altri giusta o no...
ognuno ha libero arbitrio sulla propria vita... ci è stata donata e possiamo usarla come la vogliamo.
E dato che parliamo tanto del rispetto altrui...
si rispettano anche le SCELTE altrui.
Anche di questo tipo...
__________________
...silenziosamente nell'infinito...
sydhera è offline   Rispondi Citando
Vecchio 07-11-2006, 05:31 PM   #5
Sweet Butterfly
Amico*
 
Data Registrazione: Jun 2004
Località: Milano
Messaggi: 1.222
Predefinito

<center>E' un argomento troppo delicato, pesante e difficile. Entrano in circolo credenze etiche, religiose e via dicendo. Sono sempre stata *indifferente* ma non indifferente al problema, indifferente nel non sapermi porre contro o a favore... mi ricordo che ce lo chiese ai tempi la nostra prof di diritto e io candidamente risposi che non lo sapevo.
E' una scelta troppo grande e spero non mi sfiori mai questa possibilità. In Italia va beh non è legale ma in Belgio e in Olanda e mi pare anche in Svizzera ma con diversi accorgimenti si possa compiere.
La definizione dice che si dovrebbe attuare al fine di eliminare ogni dolore... mah... e si procura la morte. Non so davvero e se penso a una persona a me vicina che tira gli ultimi sospiri e quasi mi chiede di entrare nel regno dei cieli e di abbandonare questa sofferente vita terrena boh forse per il suo bene sarei d'accordo nell'accontentarla, nel porre fine ad un immenso dolore perchè è straziante vedere soffrire, in certi casi, chi ti sta vicino. Però poi mi dico, si avrà mai il coraggio? Non lo so. Per me stessa sarei quasi a favore per il semplice fatto che non vorrei far soffrire chi mi sta accanto e preferirei, sapendo di non avere più possibilità, di andarmene in silenzio. Quando muore qualcuno si dice spesso: "ha finito di soffrire"... io quando qualcuno soffre se potessi farei qualsiasi cosa per alleviargli il dolore. Poi ci sono diverse forme di eutanasia, il suicidio assistito ecc.

Oggi si muore più tardi e non più per malattie acute, quanto invece per malattie croniche e degenerative legate alla vecchiaia, cosa che ha fatto coniare a Daniel Callahan l’aforisma: "Vite più lunghe e salute peggiore; malattie più lunghe e morti più lente; vecchiaia più lunga e demenza crescente".

Non so da che parte protendere, in passato anche a me è venuta l'idea di aprire discussione del genere ma mi sono frenata perchè sono temi sempre molto scottanti ed è semplice dire sì, no ma trovarcisi in mezzo è sempre un'altra cosa.</center><center>
__________________
<center>"Da qualche parte una farfalla batte le ali e mette in moto un meccanismo irreversibile dalle conseguenze imprevedibili" *** Edward Lorenz</center>
Sweet Butterfly è offline   Rispondi Citando
Vecchio 07-11-2006, 06:35 PM   #6
Triste
Amico*
 
L'avatar di Triste
 
Data Registrazione: Mar 2006
Messaggi: 4.921
Predefinito

No all'eutanasia...e No all'accanimento terapeutico...
__________________
Le poesie sono lacrime del cuore
Triste è offline   Rispondi Citando
Vecchio 07-11-2006, 07:40 PM   #7
moby40
Senior Member
 
Data Registrazione: Sep 2004
Località: un bellissimo lago del nord Italia
Messaggi: 941
Invia un messaggio via Yahoo a moby40
Predefinito

Stavo pensando le stesse cose quando poi ho letto il messaggio di Triste, sono pienamente d'accordo:

No all'eutanaia e no all'accanimento terapeutico.

anna
__________________
"non si vede bene che con il cuore,
l'essenziale è invisibile agli occhi. "

da Il Piccolo Principe
di A. de Saint Exupery
moby40 è offline   Rispondi Citando
Vecchio 07-11-2006, 08:25 PM   #8
Alexander
Senior Member
 
Data Registrazione: Feb 2006
Località: Il Mondo ...
Messaggi: 792
Predefinito

Si ... un malato ha il diritto di scegliere della propria vita ...
Alexander è offline   Rispondi Citando
Vecchio 07-11-2006, 09:03 PM   #9
Laportadelcuore
Senior Member
 
Data Registrazione: Jun 2004
Località: Torino
Messaggi: 330
Predefinito

Mi son sempre chiesto...se la vità è un dono perchè non ne posso disporre come meglio credo?
Se Dio da e toglie allora non è un dono.....ma un dover subire passivamente ogni cosa che Lui decide per noi. In questo caso il libero arbitrio dov'è? Un libero arbitrio che serve solo se si fa ciò che Lui disegna o che Lui vuole per noi...altrimenti cosa siamo?
L'eutanasia non s'impone, è il malato che la richiede. Non è un omicidio, ma il rispetto di una decisione altrui. Non è anche "egoismo" voler non assecondare questa volontà per non distaccarsi da chi amiamo? Costringendolo a dover soffrire o a vivere ciò che non ha scelto e che non vuole vivere.
Non voglio credere che ci sia una spiegazione per certe sofferenze...son parole che si dicono perchè non ne capiamo la ragione. Preferisco il silenzio a certe frasi (considerazione personale).
E' un qualcosa di tremendo...angosciante, ma è lecito lasciare a ogni malato la decisione migliore per lui. E' chi soffre che deve decidere non chi lo ama e gli sta intorno. Facile, e vale anche per me, per noi normodotati e sani parlargli della bellezza della vita e dei piani di Dio. Ma noi l'ascoltiamo la loro sofferenza, li accogliamo senza pregiudizi e preconcetti.
Penso sia giusto istituirla...poi, ognuno di noi, secondo la propria coscienza e i propri principi etici sceglie. La libertà di scelta....è sempre questa la chiave (secondo me).

Non voglio offendere nessuno ma, son domande che mi pongo.

Laportadelcuore
__________________
Siamo talmente preoccupati per il sopruso fatto su un singolo individuo che non ci preoccupiamo affatto per il sopruso che subiscono tutti gli altri individui costretti a sorbirsi una valanga di cazzate. (G. Gaber)
Laportadelcuore è offline   Rispondi Citando
Vecchio 07-11-2006, 10:16 PM   #10
sydhera
Amico*
 
Data Registrazione: Jan 2006
Messaggi: 2.195
Predefinito

Aspetta...
se la sceglie il malato è un conto.
Se no è un altro.
Ci sono le due possibilità
e la seconda mi sembra esagerata.
Però...... non possiamo andare contro natura. Ci fissiamo a farlo.
Ma non si può...
distruggeremo tutto.
E' facile per me dirlo, no?
Certo... ma che non sia presa come superficialità.
Molti hanno sofferto...
da sempre...
ci ostiniamo ci ostiniamo ad andare in contro la morte.
E andando avanti così, ci farà sempre più paura.
Nono...
Ripeto io non ho vissuto esperienze simili e di certo non posso capire a pieno.
Vita è anche sofferenza...
e bisogna accettarla.
Non so se ho spiegato cosa intendo dire...
Spero di sì...
perché so che spesso non mi esprimo bene...
__________________
...silenziosamente nell'infinito...
sydhera è offline   Rispondi Citando
Vecchio 07-11-2006, 10:18 PM   #11
sydhera
Amico*
 
Data Registrazione: Jan 2006
Messaggi: 2.195
Predefinito

Citazione:
Se Dio da e toglie allora non è un dono.....ma un dover subire passivamente ogni cosa che Lui decide per noi.
Scusami ma qui che cosa vuoi dire...
Ti fanno un regalo ci sono diverse possibilità:
-o lo rompi
-o lo custodisci
-o lo usi spesso e lo logori un po' ma ne fai utilizzo
-oppure TE lo rompono
-oppure per un qualsiasi motivo SI rompe.

Fai che è la tua vita...
non è la stessa cosa?
__________________
...silenziosamente nell'infinito...
sydhera è offline   Rispondi Citando
Vecchio 07-11-2006, 10:52 PM   #12
illary
Amico*
 
L'avatar di illary
 
Data Registrazione: Oct 2005
Località: lo spazio che c'è in te
Messaggi: 4.563
Predefinito

quoto l'intera poesia di lapò... il mio pensiero sull'eutanasia trova espressione nelle sue parole.

è un argomento che mi ha sempre toccata, certo essere nella situazione è sempre diverso.. ma nn riesco ad immaginare la sofferenza a vita senza possibilità... perchè è ovvio che solo in questo caso è ammissibile.

non sono d'accordo sul fatto che sia dio a dover scegliere, e nn solo perchè nn credo nella sua esistenza, se pur ci credesse non è lui a vivere la nostra vita.. e solo chi la vive può avere il diritto di scegliere. ovviamente secondo il mio pensiero.. che immagino nn condiviso.

un abbraccio e grazie lapò.. per il tema affrontato.
__________________
"...Perché so che dove sono stato con te
si va solo con te, attraverso te."
pedro salinas


illary è offline   Rispondi Citando
Vecchio 07-11-2006, 11:10 PM   #13
Daliante
Senior Member
 
Data Registrazione: Jun 2006
Messaggi: 645
Predefinito

Salve a voi.

Mi permetto, il più possibile delicatamente, di suggerire un altro punto di vista sulla questione, probabilmente non "ortodosso", come è mio solito.

Dunque, il considerare la scelta del momento della morte altrui è certamente una spaventosa responsabilità...quando viene appunto considerata in questo modo, entro i confini della paura. Nessuno potrebbe sentirsi o essere autorizzato a decidere il momento della morte di un'altra persona. Può esistere però la possibilità di considerare la cosa da un punto di vista diverso, unitario, unificante, in cui la scelta è non soltanto il prodursi di un'azione subìta da un altro, seppure da lui voluta e liberamente richiesta, ma soprattutto un evento in cui le persone coinvolte ne sono i due poli, le due componenti indivisibili.
E il movimento di una simile azione unitaria, non è mai egoistico, parziale, conflittuale, ma si rivela come il movimento stesso della vita, dell'amore.
Allora l'azione può condursi e realizzarsi secondo il sentire, la coscienza degli individui coinvolti che, unicamente, sono in grado di sentire se porre fine ad una vita sia o meno un atto d'amore.
E' allora il ricondurre ogni scelta, questa compresa, alla necessità di amare, che può realizzarsi uno scopo fondamentale e non illusorio per l'uomo. In questa dimensione l'amore diviene l'origine e il fine dell'azione, e la scelta, in definitiva, diventa una scelta che è già stata fatta perché è stato l'amore a guidarla e a consacrarla.
La paura non potrà mai guidare l'uomo alla verità; l'amore non l'ha mai lasciata.


Daliante è offline   Rispondi Citando
Vecchio 07-12-2006, 06:43 AM   #14
Walter
Senior Member
 
Data Registrazione: Jun 2006
Località: Trieste (un piede) e Milano (l'altro)
Messaggi: 407
Predefinito

Se si costruisce una porta non è detto che la si debba varcare.
Penso che le due domande:

E’ giusto che l’eutanasia diventi legge?
Sei favorevole all’eutanasia?

Siano del tutto diverse.
La prima significa la costruzione di una porta, la seconda la disponibilità a varcarla.

Rispondo alla prima.
Sì, penso che sia giusto che l’eutanasia diventi una legge dello stato.
Contrariamente a ciò che dice Millo sono fermamente convinto che siamo noi gli unici possessori del nostro corpo e quindi è giusto che, fino in fondo, siamo noi a poter decidere se continuare a vivere in questa nostra manifestazione fisica o smettere qui ed ora.

Rispondo alla seconda.
No, credo che si debba condurre la propria esistenza fino all’ultimo istante in cui ci è dato di esistere, questo non perché non siamo noi i padroni del nostro corpo, ma perché siamo su questa terra per condurre un’esperienza che va vissuta fino in fondo.
Può essere, però, che qualcuno faccia come scelta quella di por fine anticipatamente alla propria attuale esistenza terrena.
Come sempre, non giudico.
Vi abbraccio.
Walter
__________________
Dio ci manda solo Angeli
Walter è offline   Rispondi Citando
Vecchio 07-12-2006, 07:25 AM   #15
Paceamore
Amico*
 
L'avatar di Paceamore
 
Data Registrazione: Jun 2004
Messaggi: 2.427
Predefinito

Quoto Walter in pieno.

__________________
<center> "Siamo tutti Uno"
"La mia non è la via migliore, è solo una via"
Lasciate che il vostro Amore vi unisca in Terra come eco della vostra Unione in Cielo!</center>
Paceamore è offline   Rispondi Citando
Rispondi

Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di Scrittura
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi replicare
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato

Vai al Forum


Tutti gli orari sono GMT. Adesso sono le 04:19 PM.


Powered by vBulletin® Version 3.8.4
Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.

Home - Cartoline Virtuali - Poesie -  Frasi - Citazioni Libri - Racconti - Amici - Angeli - Fate - Indiani - Bambini - Foto Blog - Link



Importazione e Ottimizzazione a cura di Cionfs