Visualizza Messaggio Singolo
Vecchio 08-20-2006, 09:41 PM  
Daliante
Senior Member
 
Data Registrazione: Jun 2006
Messaggi: 645
Predefinito

Citazione:
14/03/2004 13.45

--------------------------------------------------------------------------------
Cio' che capisco, è che tra noi... si sia creato un terreno comune di intesa: il fatto di comprendere il disagio di una persona e non doverla attaccare per cio' che è, a questo punto mi chiedo, in quanto persone con una certa sensibilità, con un certo bagaglio di esperienza, e di cultura, cosa possiamo fare materialmente per questa situazione? o meglio, è possibile fare qualcosa?
O tutto cio' ci deve solo servire, da monito, stimolo per riflettere su noi stessi e su chi ci circonda cercando di mediare costantemente tra la nostra umanità e la nostra ragione?
Sono interrogativi che mi pongo costantemente e credo sia corretto porsi anche se so che non sempre si puo' agire nei confronti di una situazione.

Io prendo tutto questo come un arricchimento, per me lo è, perchè è stimolo per una riflessione ulteriore sull'accaduto, soprattutto quando si capisce che a volte si puo' sbagliare, ma se si ha la voglia si puo' sempre trovare una via per migliorare.

Un'ultima cosa: vorrei aggiungere che questo non è, e non vuole essere, un forum di pace pura e luogo di autentica manifetsazione di soli sentimenti positivi, se pensate sia così penso che ci sia un fraintendimento, ognuno di noi dentro di se ha pensieri a volte contrarstanti, ha simpatie e voglia di capire e non sempre le idee devono essere uguali per poter crescere e non sempre si deve essere concordi per poter confrontarsi positivamente, e soprattutto nessuno è detentore della verità assoluta o della bontà assoluta, capito questo si troveranno sempre modi migliori, autentici, a volte anche non perfetti per entrare in comunicazione e nel piccolo (spazio del forum) arricchirci.

Ciao,
Stefania
Daliante è offline   Rispondi Citando