Visualizza Messaggio Singolo
Vecchio 03-25-2008, 10:04 PM  
Francesco
Amico*
 
Data Registrazione: Jun 2004
Località: Modena
Messaggi: 1.046
Invia un messaggio via ICQ a Francesco Invia un messaggio via MSN a Francesco
Predefinito Una storia senza storia.

C'era un volta un uomo.
Aveva un grosso appezzamento di terreno.
Era tutto recintato e lui viveva lì per proteggerlo,
faceva entrare solo chi riteneva degno.
Ad alcuni aveva dato la chiave del cancello,
per poter entrare a piacimento.
Era rispettato da chi lo vedeva e conosceva.


C'era una volta un uomo.
Non aveva nessun posto in cui vivere,
non aveva casa, non possedeva nulla,
solo le sue gambe per camminare.
Amava parlare e parlava con tutti,
amava ascoltare ed ascoltava tutti.
Non conosceva nessuno ma rispettava tutti.

Un giorno due uomini si incontrarono,
una staccionata a dividerli.
"Amico mio, posso passare di qua?
sto attraversando la regione" disse uno.

"E tu chi sei?" disse l'altro
"Qui tutto è mio. Ho faticato per averlo,
e fatico a mantenerlo perchè dovrei farti passare?"

"Io cammino, osservo e ammiro!" disse il primo
"passato che sarò, andrò e vedrò altri posti,
altra gente e finchè le mie gambe mi reggeranno,
nulla avrà fine!"

"E se invece sei venuto a vedere la mia terra,
per rubare ciò che è mio? Tutti qua intorno
conoscono la mia ricchezza. CHi me lo dice
che tu non sia un ladro? Vai via, non puoi entrare!"

"Tu credi di essere ricco perchè possiedi questa terra racchiusa da un recinto,
ma,
quanto più ricco di te sono, se, per me, rimane tutto ciò che è al di fuori del tuo recinto?"

Detto questo un uomo si voltò e prese a cammninare più veloce sulle sue gambe,
un altro, invece, prese un nuovo lucchetto, più grande, e rinforzò il suo cancello.




__________________
<center>

</center>
Homepage
Angeli.tk
Francesco è offline   Rispondi Citando