AuroraBlu Forum

Torna Indietro   AuroraBlu Forum > Poesia > Le tue poesie

Avvisi

Rispondi
 
Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
Vecchio 01-01-2013, 12:51 AM   #16
delfina
Amico*
 
L'avatar di delfina
 
Data Registrazione: Aug 2010
Località: Modena
Messaggi: 7.209
Predefinito Riferimento: La poesia del giorno

1 gennaio 2013


Il Primo Giorno dell'Anno
di Pablo Neruda

Lo distinguiamo dagli altri
come se fosse un cavallino
diverso da tutti i cavalli.
Gli adorniamo la fronte
con un nastro,
gli posiamo sul collo sonagli colorati,
e a mezzanotte
lo andiamo a ricevere
come se fosse
un esploratore che scende da una stella.
Come il pane assomiglia
al pane di ieri,
come un anello a tutti gli anelli...
La terra accoglierà questo giorno
dorato, grigio, celeste,
lo dispiegherà in colline
lo bagnerà con frecce
di trasparente pioggia
e poi lo avvolgerà
nell’ombra.
Eppure
piccola porta della speranza,
nuovo giorno dell’anno,
sebbene tu sia uguale agli altri
come i pani
a ogni altro pane,
ci prepariamo a viverti in altro modo,
ci prepariamo a mangiare, a fiorire,
a sperare.





BORKED
delfina è offline   Rispondi Citando
Vecchio 01-13-2013, 06:55 AM   #17
delfina
Amico*
 
L'avatar di delfina
 
Data Registrazione: Aug 2010
Località: Modena
Messaggi: 7.209
Predefinito Riferimento: La poesia del giorno

13 gennaio 2013

No, non t’avvicinare!
E’ meglio da lontano
ch’io li ami e desideri i tuoi occhi
solo quando si attende
appare bella la felicità,
e non cercata ci manda un suo cenno.
No, non t’avvicinare!
E’ molto più suadente
questo fremito dolce di paura e d’attesa.
ed e’ molto più bello
ciò che a lungo s’insegue
e il suo presentimento che ci turba.
No, non t’avvicinare!
Perché farlo e a che scopo?
Soltanto da lontano tutto splende
come una stella, tutto
ci incanta da lontano.
No, non avvicinarmeli i tuoi occhi.

(Desanka Maksimovic)

delfina è offline   Rispondi Citando
Vecchio 01-14-2013, 08:41 AM   #18
delfina
Amico*
 
L'avatar di delfina
 
Data Registrazione: Aug 2010
Località: Modena
Messaggi: 7.209
Predefinito Riferimento: La poesia del giorno

14 gennaio 2013

Il silenzio mi ha ucciso
eppure son risorto
e scrivo col sorriso,
anche se son morto.
E torno e poi riparto,
in una corsa infinita;
mi offro e poi mi scarto,
tra la morte e la vita.
Si muore continuamente,
per la fragilità;
ci conforta solamente
la nostra immensità.

- Peppino Scalzo
delfina è offline   Rispondi Citando
Vecchio 01-24-2013, 12:36 PM   #19
delfina
Amico*
 
L'avatar di delfina
 
Data Registrazione: Aug 2010
Località: Modena
Messaggi: 7.209
Predefinito Riferimento: La poesia del giorno

24 gennaio 2013

per lui...

Fuori da me,
nello spazio,
errante,
la musica dolente di un valzer;
dentro me,
profondamente nel mio essere,
la musica dolente del tuo corpo;
e in tutto,
vivendo l’istante di tutte le cose,
la musica della notte rischiarata.
Il ritmo del tuo corpo nel mio corpo
Il dolce giro di valzer lontano,
titubante
i miei occhi che bevono i tuoi occhi,
il tuo viso.
E il desiderio di piangere,
che giunge da tutte le cose.

V. De Moraes

delfina è offline   Rispondi Citando
Vecchio 01-27-2013, 08:31 AM   #20
delfina
Amico*
 
L'avatar di delfina
 
Data Registrazione: Aug 2010
Località: Modena
Messaggi: 7.209
Predefinito Riferimento: La poesia del giorno

27 gennaio 2013

ANNA FRANK

Una mano di ragazza
si eleva da una soffitta
ammonendo l'uomo
di non tornare su passi
dai quali anche oggi
gronda il sangue degli innocenti.


- Maria Elena Minciullo


delfina è offline   Rispondi Citando
Vecchio 01-28-2013, 04:07 AM   #21
delfina
Amico*
 
L'avatar di delfina
 
Data Registrazione: Aug 2010
Località: Modena
Messaggi: 7.209
Predefinito Riferimento: La poesia del giorno

28 gennaio 2013

Amico inverno,
l'esile bucaneve
e il calicanto stupito
ti rallegrano i giorni nitidi,
le sere crude e belle;
ma tu non hai fretta
e gusti il tempo:
i brevi soli,
le notti infinite...

Giovanni Titta Rosa.
delfina è offline   Rispondi Citando
Vecchio 02-06-2013, 09:06 AM   #22
delfina
Amico*
 
L'avatar di delfina
 
Data Registrazione: Aug 2010
Località: Modena
Messaggi: 7.209
Predefinito Riferimento: La poesia del giorno

6 febbraio 2013

Occorre un amore grande
per viverti accanto, amor mio,
e cavalcare un destino
che e’ come un puledro avverso,
come una macchina astrusa.
E tu vorresti scendere,
guardare pascoli azzurri
e invece il destino bizzarro
sbatacchia le povere ali
e immiserisce l’amore.
Così quando è sera,
io mi adagio al tuo fianco
come vergine stanca,
né so cosa tu mi puoi dare,
né sai cos’io voglia dire.

(Alda Merini)
delfina è offline   Rispondi Citando
Vecchio 02-10-2013, 05:39 PM   #23
Rosanna
Amico*
 
L'avatar di Rosanna
 
Data Registrazione: Jan 2007
Località: in un posto che conoscono gli aironi: li nel regno dei Cieli
Messaggi: 4.411
Invia un messaggio via MSN a Rosanna
Predefinito Riferimento: La poesia del giorno

Carnevale

Nelle piazze in ogni via
c'é un'allegra compagnia
che vestita in modo strano
canta , balla e fa baccano.
Mascherine mascherine
siete buffe ma carine
con i vostri nasi rossi
fatti male, storti e grossi
con i costumi che indossate
con gli scherzi che vi fate
voi portate l'allegria
in qualunque compagnia.
__________________
Chi trova un amico trova un tesoro!
Rosanna è offline   Rispondi Citando
Vecchio 02-13-2013, 07:04 PM   #24
delfina
Amico*
 
L'avatar di delfina
 
Data Registrazione: Aug 2010
Località: Modena
Messaggi: 7.209
Predefinito Riferimento: La poesia del giorno

13 febbraio 2013

LA DANZA DELLA NEVE

Sui campi e sulle strade
silenziosa e lieve
volteggiando, la neve
cade.
Danza la falda bianca
nell'ampio ciel scherzosa,
Poi sul terren si posa
stanca.
In mille immote forme
sui tetti e sui camini,
sui cippi e sui giardini
dorme.
Tutto d'intorno è pace;
chiuso in oblio profondo,
indifferente il mondo
tace.


- Ada Negri




Modena, lunedì 11 sera...
delfina è offline   Rispondi Citando
Vecchio 02-14-2013, 09:44 AM   #25
delfina
Amico*
 
L'avatar di delfina
 
Data Registrazione: Aug 2010
Località: Modena
Messaggi: 7.209
Predefinito Riferimento: La poesia del giorno

14 febbraio 2013

IL DONO

Il dono eccelso che di giorno in giorno
e d'anno in anno da te attesi,
o vita (e per esso, lo sai, mi fu dolcezza
anche il pianto), non venne: ancor non venne.

Ad ogni alba che spunta io dico: "È oggi":
ad ogni giorno che tramonta io dico:"Sarà domani".

Scorre intanto il fiume
del mio sangue vermiglio alla sua foce:
e forse il dono che puoi darmi, il solo
che valga, o vita, è questo sangue: questo
fluir segreto nelle vene, e battere
dei polsi, e luce aver dagli occhi;

e amarti unicamente perché sei la vita.

- Ada Negri


delfina è offline   Rispondi Citando
Vecchio 02-14-2013, 01:43 PM   #26
Luna74
Amico*
 
L'avatar di Luna74
 
Data Registrazione: Dec 2007
Località: Ogni piccola pozzanghera che riflette la luna...
Messaggi: 3.330
Invia un messaggio via MSN a Luna74
Predefinito Riferimento: La poesia del giorno

Citazione:
Originariamente inviato da delfina Visualizza Messaggio
14 febbraio 2013

IL DONO

Il dono eccelso che di giorno in giorno
e d'anno in anno da te attesi,
o vita (e per esso, lo sai, mi fu dolcezza
anche il pianto), non venne: ancor non venne.

Ad ogni alba che spunta io dico: "È oggi":
ad ogni giorno che tramonta io dico:"Sarà domani".

Scorre intanto il fiume
del mio sangue vermiglio alla sua foce:
e forse il dono che puoi darmi, il solo
che valga, o vita, è questo sangue: questo
fluir segreto nelle vene, e battere
dei polsi, e luce aver dagli occhi;

e amarti unicamente perché sei la vita.

- Ada Negri


È bellissima!!!!!
Luna74 è offline   Rispondi Citando
Vecchio 02-14-2013, 02:43 PM   #27
enrichetto
Moderatore*
 
L'avatar di enrichetto
 
Data Registrazione: Aug 2005
Località: Roma
Messaggi: 7.965
Predefinito Riferimento: La poesia del giorno

Citazione:
Originariamente inviato da delfina Visualizza Messaggio
14 febbraio 2013

IL DONO

Il dono eccelso che di giorno in giorno
e d'anno in anno da te attesi,
o vita (e per esso, lo sai, mi fu dolcezza
anche il pianto), non venne: ancor non venne.

Ad ogni alba che spunta io dico: "È oggi":
ad ogni giorno che tramonta io dico:"Sarà domani".

Scorre intanto il fiume
del mio sangue vermiglio alla sua foce:
e forse il dono che puoi darmi, il solo
che valga, o vita, è questo sangue: questo
fluir segreto nelle vene, e battere
dei polsi, e luce aver dagli occhi;

e amarti unicamente perché sei la vita.

- Ada Negri


Mi associo....e' bellissima davvero....
__________________
Io li odio i nazisti dell'Illinois...
enrichetto è offline   Rispondi Citando
Vecchio 02-18-2013, 07:46 PM   #28
delfina
Amico*
 
L'avatar di delfina
 
Data Registrazione: Aug 2010
Località: Modena
Messaggi: 7.209
Predefinito Riferimento: La poesia del giorno

18 febbraio 2013


Sul finire delle parole della sera....

DESIDERO SENZA FINE

Desidero un silenzio che mi strugga
e una parola che sazi la mia sete d’infinito.
Desidero morire tra la vita
e spegnere il sorriso coi fiammiferi del tempo.
Mi fa paura il destino delle farfalle
ho tenere le sere tra le gambe
e le ginocchia sbucciano sorrisi
strappati agli angoli del vento
e sulla bocca tremano incertezze
e tra le mani sanguinano, di fuoco, i giorni.
Desidero un abbraccio senza fine
e la calura dell’amore farsi spazio nell’antro del mio petto.
E senza fine desidero morire nei tuoi occhi
nella tua carne spegnere il respiro
e senza fine morire dentro te.

Margherita Calì.


.... per te
delfina è offline   Rispondi Citando
Vecchio 02-23-2013, 02:56 PM   #29
Alexandru Cefan
Junior Member
 
Data Registrazione: Dec 2012
Messaggi: 29
Predefinito

Un corpo d’amare

È accaduto in quell'età
del delirio,
quasi irrazionale.
Non lo so da dove sia apparsa …
dai campi delle speranze,
dalla profondità gettata in silenzio
è venuta a cercarmi.
Non sapevo cosa dire,
la mia bocca taceva.
Poi scrissi la prima riga timida,
a momenti vaga,
come se non avessi
un corpo d’amare.
All'improvviso il cielo si apri
lasciando passare
un solo accordo,
d’ombre
e paure.

Alexandru Cefan
Alexandru Cefan è offline   Rispondi Citando
Vecchio 03-15-2013, 02:56 PM   #30
enrichetto
Moderatore*
 
L'avatar di enrichetto
 
Data Registrazione: Aug 2005
Località: Roma
Messaggi: 7.965
Predefinito Riferimento: La poesia del giorno

Idi di marzo

Le grandezze paventa,
anima. Le ambizioni, se vincerle non puoi,
secondale, ma sempre cautelosa, esitante.
Quanto più in alto sali,
tanto più scruta, e bada.

E quando all’acme sarai giunto, ormai,
Cesare, quando prenderai figura
d’uomo così famoso, allora bada,
quando cospicuo incedi per via col tuo corteggio:
se mai, di tra la massa, ti s’accosti
un qualche Artemidoro, con uno scritto in mano,
e dica in fretta: «Lèggi questo súbito,
è cosa d’importanza, e ti riguarda»,
allora non mancare di fermarti, non mancare
di differire colloqui e lavori,
di rimuovere i tanti che al saluto
si prostrano (più tardi li vedrai).
Anche il Senato aspetti. E lèggi súbito
il grave scritto che ti reca Artemidoro.


COSTANTINO KAVAFIS
Dalla raccolta La memoria e la passioni


__________________
Io li odio i nazisti dell'Illinois...
enrichetto è offline   Rispondi Citando
Rispondi

Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di Scrittura
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi replicare
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato

Vai al Forum


Tutti gli orari sono GMT. Adesso sono le 06:24 PM.


Powered by vBulletin® Version 3.8.4
Copyright ©2000 - 2018, Jelsoft Enterprises Ltd.

Home - Cartoline Virtuali - Poesie -  Frasi - Citazioni Libri - Racconti - Amici - Angeli - Fate - Indiani - Bambini - Foto Blog - Link



Importazione e Ottimizzazione a cura di Cionfs