AuroraBlu Forum

Torna Indietro   AuroraBlu Forum > Poesia > Le tue poesie

Avvisi

Rispondi
 
Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
Vecchio 10-31-2004, 04:53 PM   #16
tobia
Senior Member
 
Data Registrazione: Aug 2004
Messaggi: 200
Predefinito

SENSAZIONI

Turbinosi pensieri
fiaccano i sensi
e il sapore dell’erba
sul tuo corpo inesistente
m’inabissa nel nulla.
Palpitano
ali di farfalle
in nervosa attesa
in un estasi sempre nuova.
Musica di campanacci
e muggiti malinconici
in un calare d’ombre
che presto sono notte
sublimano
il pazzo andare della vita.

E' un grande piacere parlarti attraverso piccole poesie nate all'improvviso ma che rispecchiano appieno i miei pensieri e sentimenti.
A presto amabile Cassandra
tobia è offline   Rispondi Citando
Vecchio 11-01-2004, 02:38 PM   #17
Cassandra
Amico*
 
L'avatar di Cassandra
 
Data Registrazione: Aug 2004
Località: Atlantide
Messaggi: 431
Invia un messaggio via MSN a Cassandra
Predefinito

IL PRIMO FIOCCO DI NEVE
* * *
Silenzio...

Zampettava il paffuto pettirosso
sulla gelida terra addormentata,
saltellando di ricordo in ricordo
laddove il freddo bacio dell’inverno,
come il piu’ crudele degli anatemi,
ogni fiore aveva polverizzato...

Silenzio...
Soffrivo...

Zampettava il paffuto pettirosso
sulla gelida terra addormentata,
volgendo il capo in ogni direzione,
forse ascoltando voci a me precluse,
sbattendo di tanto in tanto le ali,
indeciso se partire o restare...

Silenzio...
Soffrivo.
Volevo arrendermi.

Zampettava il paffuto pettirosso
sulla gelida terra addormentata,
una dolcissima macchia di vita
sulla grigia tela del triste cielo...
D’improvviso, ignorando il mio dolore,
spicco’ il volo lasciandomi sola...

Silenzio...
E gia’ il pettirosso era lontano...
Chinai il capo e mi sciolsi in lacrime...

Quando cadde il primo fiocco di neve,
mi parve di sentire la tua voce.
“No! Non piangere, amica mia!” diceva.
“Non lasciare mai che qualcuno smorzi
la calda luce che arde nei tuoi occhi!”

Smisi di tremare...
La tua amicizia poteva salvarmi...

Quando cadde il primo fiocco di neve,
mi fermai ad ascoltare... e lo udii!
Come quel pettirosso ora sparito,
zampettava, allegramente, il tuo nome
fra le pieghe del mio provato cuore,
lenendo lentamente ogni mia pena...

Sospirai... Forse il peggio era passato!

Quando il primo, lieve, fiocco di neve
scelse di morire sulle mie labbra,
compresi la verita’ e sorrisi:
non era un semplice fiocco di neve!
Era un bacio venuto da lontano...
Era il tuo modo di dirmi “ti amo!”...

* * *
Caro, dolce Tobia, è un piacere anche per me. Tu puoi vedere chi sono attraverso la voce pura del mio cuore. Dietro ogni poeta si nasconde un'anima inquieta, speciale... E' un onore poter ascoltare la voce della tua...

Un abbraccio
Cassandra
Cassandra è offline   Rispondi Citando
Vecchio 11-03-2004, 06:45 PM   #18
tobia
Senior Member
 
Data Registrazione: Aug 2004
Messaggi: 200
Predefinito

Calore di poesia

Sibila il vento
mentre suonano
le sette di sera.
Si è spogliato l'olmo
dell'abito giallo
e una pioggia si unisce
nella pioggia sottile
coi vetri della finestra.
Si sente avanzare
veloce l'autunno
nel buio ormai freddo.
La poesia però
sale calda
con la fiamma del focolare.


Cara, amabile, dolce Cassandra è vero nella poesia si rispecchia la nostra anima, i sentimenti, l'inquietudine ma anche sprazzi di serenità. E' un grande piacere scrivere con te.

Tobia
tobia è offline   Rispondi Citando
Vecchio 11-03-2004, 08:14 PM   #19
tobia
Senior Member
 
Data Registrazione: Aug 2004
Messaggi: 200
Predefinito

Spesso m'accade
d'inciampare
in un ciottolo,
camminando
per un sentiero
di montagna
mentre guardo
le cime verdi.
E' il mio
girovagare
in una realtà
fantastica:
forse credo
che anche i miei piedi
abbiano le ali.

Tobia
tobia è offline   Rispondi Citando
Vecchio 11-06-2004, 03:16 PM   #20
Cassandra
Amico*
 
L'avatar di Cassandra
 
Data Registrazione: Aug 2004
Località: Atlantide
Messaggi: 431
Invia un messaggio via MSN a Cassandra
Predefinito ^_^

DRIADE SOTTO LA PIOGGIA.


Quando tu piangi,
dolce cielo,
danzo nuda
fra i sospiri
della gaia terra.

Ogni tua stilla,
di gioia o dolore che sia,
è un bacio al destino
che, lusingato, allunga,
di un battito di ciglia,
la vita mia.




Dolce Tobia, camminiamo insieme, passo dopo passo, su questo sentiero che, attraverso i nostri occhi magici, è un lungo serpente figlio dell'arcobaleno, una scheggia di eternità che congiunge l'attimo in cui non ti conoscevo al momento in cui... no, camminiamo e basta, vestiti di poesia, sorrisi e cortesia. Lasciamo che al futuro pensino gli altri. Limitiamoci ad accarezzare l'attimo.
Un bacio
Cassandra
Cassandra è offline   Rispondi Citando
Vecchio 11-06-2004, 10:09 PM   #21
tobia
Senior Member
 
Data Registrazione: Aug 2004
Messaggi: 200
Predefinito

METAMORFOSI

Splendida farfalla,
non posso pensarti bruco molle e strisciante,
non voglio vederti inerte crisalide.
Il tuo volo elegante, confuso, scattante
mi nasconde il tuo passato.
E' la tua voracità che mi rammenta l'uomo.
Ma ben diverso è lo scopo.
Tu hai poca vita:
deponi il copioso frutto del tuo amore,
poi la morte. La tua morte.
Solo la tua morte: per altre vite.
L'uomo camminò quasi strisciando.
Si cibò dei doni della terra: naturalmente.
Poi inorgoglì. Si accorse potente
sopra le altre creature.
Il tempo passò veloce
e l'uomo ingigantì le brame.

Cara , amabile, dolcissima Cassandra ti ho scritto queste poche righe pensando alla trasformazione dell'uomo in questi ultimi tempi.
Il potere, il denaro, la supremazia sugli altri sono diventati la normalità.
L'amore è sempre più raro. Quell'amore che fa danzare nudi sotto la pioggia o che fa rimanere incantati di fronte alla fiamma di un camino che vola, attraverso la gola nera, verso il cielo portando con sé dolci frasi d'amore, tenere carezze, fremiti di desiderio...
Questi brevi scritti sono per me, molto riservato e schivo, forse si sente anche dal tono dei versi, momenti di apertura del mio stato d'animo, dei miei pensieri e sentimenti.

Ciao Tobia
tobia è offline   Rispondi Citando
Vecchio 11-09-2004, 07:58 PM   #22
tobia
Senior Member
 
Data Registrazione: Aug 2004
Messaggi: 200
Predefinito

E' già novembre

Si attrista il giorno
fra la nebbia
che filtra appena
il rosso di un semaforo.
Indovino il verde
e pigio l'acceleratore
per strade
opache di morte.

E' già novembre.




OGNI UOMO HA IL SUO AUTUNNO

Il pittore fissa
il suo autunno
sulla tela
con pennelli e colori.

Il musicista canta
il suo autunno
sul pentagramma
con matita e note.

Il contadino coglie
il suo autunno
dagli alberi
con mani callose.

Il poeta eterna
il suo autunno
sulla carta
con calde parole.

Ogni uomo
ha il suo autunno.



NEMO EST...

Vorrei andare
per ignoti paesi
e parlare con gente
che non ti chiede chi sei.

Vorrei essere
nessuno
uno dei nessuno
che amano la poesia.
tobia è offline   Rispondi Citando
Vecchio 11-10-2004, 08:40 AM   #23
eone
Junior Member
 
Data Registrazione: Nov 2004
Località: Pisa\teramo
Messaggi: 7
Predefinito

Tanti complimenti Cassandra, oltre a saper scrivere cosa più importante è saper emozionare, e tu riesci a farlo
eone è offline   Rispondi Citando
Vecchio 11-10-2004, 05:10 PM   #24
tobia
Senior Member
 
Data Registrazione: Aug 2004
Messaggi: 200
Predefinito

NON SI PUO'

Non si può
sempre andare
dove vogliono gli altri
e spesso si sta per affogare.

Se si ha fede
si aspetta qualcuno
che ci tiri su.

Ma ancora troppi
sono i codardi.


COL SOLE

Passi
e ancora passi
in una notte
senza sonno
per una poesia
che non arriva

forse giungerà
col sole.
tobia è offline   Rispondi Citando
Vecchio 11-11-2004, 11:38 AM   #25
Cassandra
Amico*
 
L'avatar di Cassandra
 
Data Registrazione: Aug 2004
Località: Atlantide
Messaggi: 431
Invia un messaggio via MSN a Cassandra
Predefinito

Se le mie parole riescono ad emozionarti, significa che il tuo cuore comprende il mio e, d'improvviso, mi sento meno aliena.

Grazie!
Cassandra
Cassandra è offline   Rispondi Citando
Vecchio 11-11-2004, 11:44 AM   #26
Cassandra
Amico*
 
L'avatar di Cassandra
 
Data Registrazione: Aug 2004
Località: Atlantide
Messaggi: 431
Invia un messaggio via MSN a Cassandra
Predefinito

Petra
* * *
Sono pietra.

Le emozioni scivolano,
sul mio cuore,
come pioggia
sui sassi.

Sono il flagello dei sogni,
la nemesi delle illusioni.

Il fuoco della passione
non può bruciarmi:
sono lo specchio
- infranto! -
d’un istante
immortalato
nel ghiaccio.

* * *

Mio dolcissimo Tobia, schivo per tua definizione, profondo per mia, fratello nella poesia, c'è stato un tempo in cui mi sono obbligata ad esser fredda, a non credere più nell'amicizia, troppe lacrime versate a causa degli amici. Non ce l'ho fatta, credo di aver resistito per pochi mesi. Ancora oggi, dopo un'ennesima serie di colpi infertimi da quelli che chiamo "amici", mi chiedo come sarebbe stata la mia vita se avessi percorso la strada ghiacciata dell'insensibilità. Ti mando un bacio affettuoso. Grazie... è bello trovarti sempre qui.

Cassandra
Cassandra è offline   Rispondi Citando
Vecchio 11-11-2004, 07:52 PM   #27
tobia
Senior Member
 
Data Registrazione: Aug 2004
Messaggi: 200
Predefinito

LA NOSTRA SALVEZZA

Tu sapevi
che avevo bisogno di te
e fissavi i miei occhi
come una falena
una lampada nella notte.
Non capivo
che era la tua
anche una richiesta.

Una sera d’inverno
mentre le “monachine”
volavano nel buio del camino
verso le stelle…
la nostra salvezza.

Ciao Cassandra, piccolo fiore in un prato verde su cui le api fanno a gara per suggere polline vitale. Come te, sto passando anch'io un brutto momento della vita. Dalle poesie che scrivi cerco una tua immagine, no, non può essere fredda; dolcissima amica (se così posso chiamarti) sei bellissima dentro e sicuramente rispecchi nel tuo corpo e sul tuo viso questa bellezza interiore.
Spero che queste piccole poesie (per me è difficile dire che scrivo poesie, forse sono pensieri che d'improvviso prendono forma scritta) servano ad entrambi per affrontare di nuovo la vita con serenità, tanta voglia di vivere, ritrovata fede negli altri e perché no anche per conoscerci meglio.
Ti abbraccio con grande affetto.

Tobia
tobia è offline   Rispondi Citando
Vecchio 11-14-2004, 01:54 PM   #28
tobia
Senior Member
 
Data Registrazione: Aug 2004
Messaggi: 200
Predefinito

RICERCA

Frugo di frequente
dentro me stesso
nell’affannosa ricerca
della verità.
Trovo sempre confusione
ma mi ostino
a ricercare.

La vita
è continua ricerca.

Un grande abbraccio, Tobia

Sogna come se dovessi vivere per sempre;
vivi come se dovessi morire oggi. (O. Wilde)
tobia è offline   Rispondi Citando
Vecchio 11-15-2004, 11:31 AM   #29
Cassandra
Amico*
 
L'avatar di Cassandra
 
Data Registrazione: Aug 2004
Località: Atlantide
Messaggi: 431
Invia un messaggio via MSN a Cassandra
Predefinito

Ho vissuto cento vite
e mille ancora ne vivrò;
cento amori ho perduto
e mille ancor ne perderò;
ho visto cento albe
e mille ancora ne vedrò;
una sola cosa ho imparato
ed è l'unica che non scorderò:
niente è per niente,
ogni raggio di gioia
richiede un sacrificio,
il destino non regala,
vende!
Ho pianto cento volte
e mille ancora piangerò,
ho riso cento volte
e mille ancora riderò,
ho conosciuto cento morti
e, lo giuro,
la prossima anche ora accoglierei
piuttosto che permettere a qualcuno
di immolare il mio spirito sull'altare
dell'ingiusto, materiale amore.
Ho detto "no" cento volte,
posso farlo di nuovo: NO!
Non lascerò che nessuno
baratti i miei sentimenti
col destino.
Meglio l'oblio.
Diavolo, ho un cuore anch'io!
* * *
Mio caro Tobia - sì, caro, poiché spero sempre di trovarti qui e caro al mio cuore divieni ogni istante di più - il viso d'angelo non mi è molto d'aiuto. La gente mi guarda, vede il mio viso sul quale brillano due grandi occhi, pensa che sono buona e dolce, prende il mio sguardo per una muta concessione e mi passa addosso con la grazia di un tir.
Ho paura ogni volta che incontro una nuova persona poiché il destino si diverte a farmi incontrare persone speciali che, alla fine, mi pugnalano... in modo speciale.
Ho alcune cicatrici sul cuore grandi quanto il cuore stesso.
*Una me l'ha lasciata un musicista, una creatura sensibile ed instabile, una creatura che si nasconde dietro una maschera fredda, fuggendo di fronte alla mia amicizia troppo pura e calda.
*Una me l'ha lasciata un poeta, una creatura dal mio stesso carattere, modo di amare e dolcezza. Un'unica differenza fra noi: lui non aveva il coraggio di combattere per le persone che ama. Mi ha ucciso quando ha accettato le parole di un destino che gli ha intimato di non vedermi più solo perché ero la sua amica più cara...
E non sai quanto potrei andare avanti con questa triste lista...
Ho paura e, allo stesso tempo, non so resistere alla tentazione di avvicinarmi agli occhi della gente e di guardar cosa si nasconde oltre - ma come citava una frase "quando guardi nell'abisso, l'abisso guarda in te" e, puntualmente, perdo sempre qualcosa di me ogni volta che mi avvicino a qualcuno.
Ti prego, non farmi del male.
Lo dico ogni volta, la gente mi dice "e come potrei?" e, inevitabilmente, dopo 1 giorno o 1 anno, mi ritrovo a terra, in lacrime...

Un abbraccio, mio dolce poeta
Cassandra
Cassandra è offline   Rispondi Citando
Vecchio 11-16-2004, 09:43 PM   #30
tobia
Senior Member
 
Data Registrazione: Aug 2004
Messaggi: 200
Predefinito

VERRA’ MAI?

Vanno lentamente i ricordi
sulle acque del fiume della vita.
Sono tante le ombre fra le sponde
e brevi i riflessi di luce
nello specchio che ondeggia.
È grave di nebbia
il primo mattino
e opachi scorrono i minuti.
La fretta per il mezzogiorno
s’incaglia su grovigli di rovi
che fanno male.
Se spariscono le ombre
la luce si beve
i riflessi senza alone.
Ma troppo presto
arriva il vento del meriggio
e increspa le acque
su improvvise nubi.
Poi attimi di luce
e ancora ombre sempre più fitte.

Verrà mai il sole per il mio fiume
prima del tramonto?


Dolcissima Cassandra, la gioia di trovare il tuo nome sul forum mi fa venire i brividi sulla pelle, leggo avidamente la tua poesia ed il tuo messaggio, mi fermo, rifletto poi rileggo una, due, tre….volte. Vorrei trovare per te le più belle parole mai scritte, vorrei aprirti il mio stanco cuore confessandoti quanta tristezza è in me. Mentre ti scrivo sto ascoltando i notturni di Chopin e come sempre la musica mi aiuta ad aprirmi.
Non le persone sono passate su di me come un tir. Un treno intero mi ha travolto straziandomi il cuore e l’anima quando la mia amata sposa è andata nell’oltre anzi tempo.
Fresca è ancora la cicatrice ed anch’io ho paura, ho paura di innamorarmi di nuovo, ho paura di un futuro che non vedo più con il mio solito sorriso scanzonato.
In questo momento sono grato a chiunque mi sorrida e mi porga la mano quando mi sento solo. Grato a coloro che non mi evitano. Grato a tutti coloro che continuano a venirmi a trovare anche se hanno paura di dire qualcosa di sbagliato. Grato a chi non mi da troppi consigli. Grato a tutti coloro che mi ascoltano anche se quello che dico è pesante da sopportare. Grato a tutti coloro che non mi vogliono cambiare ma mi accettano con pazienza così come sono. Grato a te, piccolo fiore, di avermi raccontato delle tue cicatrici che sicuramente si rimargineranno con l’amore e lo spuntare di un sorriso sulle labbra.
Chi ti ha fatto del male lo considero così ignorante che di sicuro crede che la Cedrata sia un’opera minore del Tassoni.
Ti abbraccio con calore. Cassandra, prediletta fra tutte le figlie di Ecuba e di Priamo.
Tobia
tobia è offline   Rispondi Citando
Rispondi

Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di Scrittura
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi replicare
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato

Vai al Forum


Tutti gli orari sono GMT. Adesso sono le 08:58 PM.


Powered by vBulletin® Version 3.8.4
Copyright ©2000 - 2014, Jelsoft Enterprises Ltd.

Home - Cartoline Virtuali - Poesie -  Frasi - Citazioni Libri - Racconti - Amici - Angeli - Fate - Indiani - Bambini - Foto Blog - Link



Importazione e Ottimizzazione a cura di Cionfs