AuroraBlu Forum

Torna Indietro   AuroraBlu Forum > Poesia > Le tue poesie

Avvisi

Rispondi
 
Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
Vecchio 01-06-2012, 05:50 PM   #31
Vento_d'Autunno
Member
 
L'avatar di Vento_d'Autunno
 
Data Registrazione: May 2011
Località: In Italia (nord est... ma anche un po a ovest!)
Messaggi: 35
Predefinito Riferimento: Vento d’autunno

__________________________________________________

L'ARGINE

La luce mi avvolge,
filtrando dalle basse colline,
mentre cammino incontro al crepuscolo.

Dicembre ormai ha ucciso l’Autunno,
eppure l’inverno è mite,
consolato dai raggi d’un sole morente.

Quest’oggi anch’io mi sento così:
perdonato dal castigo del mio personale inverno,
sollevato dal peso di questa lunga notte.

Per questo ho bisogno ancora una volta d’ascoltare il Fiume.
Quell’acqua, che mi ha visto crescere, ha in se un'antica saggezza.
Profonda, come la sorgente; forte, come la corrente; sicura, come il mare.

Il sole tramonta del tutto, mentre cammino sulla strada del ritorno.
Le ombre s’allungano attorno a me nell’ora del crepuscolo,
vivido presagio delle future avversità.

Ma ancora non basta a spegnere il mio sorriso.



"Io non credo in Dio!" urlò Caderousse. "E nemmeno tu ci credi... tu menti... tu menti!...".
"Taci" disse l'abate. "Perderai l'ultima possibilità con le ultime gocce di sangue... Ah, tu non credi in Dio, mentre muori colpito dalla Sua tremenda Giustizia... Tu non credi in Dio, in Dio che chiede al contrito solo una preghiera, una lacrima per perdonarti... Dio che poteva dirigere il pugnale dell'assassino in modo che tu spirassi sul colpo... Dio ti ha dato un quarto d'ora per pentirti... Rientra dunque in te stesso, disgraziato, e pentiti."
"No" disse Caderousse, "no, io non mi pento, non vi è Dio, non c'è Provvidenza!"
"Vi è Dio, c'è Provvidenza" disse Montecristo, "e la prova è questa, che tu sei là gemente, disperato, rinnegando Dio, ed io sono qui, ritto davanti a te, ricco, felice, sano e salvo, e giungendo le mani davanti a questo Dio, al quale benché ti sforzi di non credere, pur credi nel fondo del cuore."
"Ma chi siete voi dunque allora?" domandò Caderousse fissando gli occhi moribondi sul conte.
...
"Ma chi sei dunque?"

"Io sono..." gli disse all'orecchio, "io sono..."
E le labbra, appena aperte, lasciarono passare un nome pronunciato così sottovoce, che il conte sembrava temesse di sentirlo lui pure. Caderousse, che si era alzato sulle braccia, fece uno sforzo per tirarsi indietro, poi giungendo le mani ed alzandole con un estremo sforzo: "Oh, mio Dio, mio Dio" disse, "perdono! Voi esistete, sì, Voi esistete, e nella Vostra infinita Misericordia e Giustizia, Voi siete il Padre, il Giudice degli uomini. Mio Dio e Signore, io non Vi ho per lungo tempo conosciuto! Mio Dio e Signore, perdonatemi! Mio Dio e Signore ricevetemi!"
Caderousse chiuse gli occhi e cadde all'indietro con un ultimo grido con un ultimo sospiro. Il sangue si fermò subito sulle larghe ferite.
Era morto.

http://www.youtube.com/watch?v=_-oa62PbXsQ
__________________
"Nessuno può fermare il vento."
Vento_d'Autunno è offline   Rispondi Citando
Vecchio 03-10-2012, 02:16 PM   #32
Vento_d'Autunno
Member
 
L'avatar di Vento_d'Autunno
 
Data Registrazione: May 2011
Località: In Italia (nord est... ma anche un po a ovest!)
Messaggi: 35
Predefinito Riferimento: Vento d’autunno

__________________________________________________

NEL PROFONDO

Lo sento dentro di me,
dove è sempre stato.
Nel Profondo.

In quell’angolo buio dell’Anima,
là dove il silenzio ottenebra.

Eppure
anche nell’abisso risplendono le stelle.
Lucciole in una tempesta di vento.

Ma questa volta
Io sono il Vento.


“Ogni uomo ha un demone dentro e non ha pace finchè non lo trova”
Dal film Il Corvo

“Esso porta molti nomi: il Maisconfitto, lo Sterminavita, l’Oscuraluce.
Esso è il Serraporte”

Garinol,
Servitore di Rohan
Bardo e Scrivano del Regno.

‹‹Che parli Beren›› ordinò Thingol. ‹‹Che vai cercando tu qui, infelice mortale, e per quale motivo hai abbandonato la tua terra per entrare in questa che è vietata a quelli come te? Puoi indicarmi una ragione per cui il mio potere non dovrebbe infliggerti una dura punizione per la tua insolenza e follia?››

‹‹Il mio destino, o Re, mi ha qui condotto attraverso perigli tali che pochi, persino tra gli Elfi, oserebbero affrontare. E qui ho trovato ciò che invero non cercavo, ma avendolo trovato desidero possederlo per sempre. Poiché è superiore a tutto l’oro e all’argento, trascende ogni gioiello. Né roccia, né acciaio, né i fuochi di Morgoth, né tutti i poteri dei regni degli Elfi potranno sottrarmi il tesoro che desidero, poiché Luthien, tua figlia, è la più bella di tutti i Figli del Mondo››.”

(Capitolo XIX – “Beren e Lúthien” – Il Silmarillion)


"Andate" disse, "e fate con diligenza... A proposito, fate avvisare Haydée che sono tornato."
"Eccomi" disse la giovane donna, che al rumore della carrozza era già discesa, col viso raggiante di gioia nel rivedere il conte salvo. Bertuccio uscì.
Tutti i trasporti di una figlia nel rivedere un padre prediletto, tutti i deliri di un'amica nel rivedere l'amante adorato, Haydée li provò nei primi istanti di quel ritorno atteso con tanta impazienza. Certamente, quantunque meno espansiva, la gioia di Montecristo non era meno grande: la gioia, per i cuori che hanno lungamente sofferto, è simile alla rugiada, cuore e terra assorbono la pioggia benefica, e niente appare al di fuori. Da qualche giorno il conte di Montecristo capiva, e non osava crederlo che c'erano due Mercedes al mondo, e che poteva ancora essere felice su questa terra. Contemplava, avido di felicità, Haydée, quando ad un tratto la porta si aprì.
Il conte aggrottò il sopracciglio.
"Il signor Morcerf!" disse Battistino, come se questa sola parola racchiudesse tutta la sua scusa.
Infatti il viso del conte si rischiarò.
"Quale?" domandò egli: "il visconte, o il conte?"
"Il conte."
"Mio Dio!" gridò Haydée. "Non è ancora finita dunque?"
"Non so se sia finita, ragazza mia diletta" disse Montecristo, prendendo le mani della sua figlia adottiva, "ma ciò che so è che non hai nulla da temere."
"Oh, se però il miserabile..."
"Quest'uomo non ha nessun potere sopra di me, Haydée" disse Montecristo. "Quando avevo a che fare con
suo figlio, allora sì, che c'era da temere."
"Oh! quanto ho sofferto" disse la giovane donna, "tu non lo saprai mai, mio signore!"
"Per la tomba di mio padre" disse Montecristo, sorridendo e stendendo la mano sulla testa della ragazza, "io ti giuro, Haydée, che se accade disgrazia a qualcuno, non sarà a me."
"Io ti credo, mio signore, come se mi parlasse una voce del cielo"

http://www.youtube.com/watch?NR=1&v=gD6zhpHT0xM&feature=endscreen
__________________
"Nessuno può fermare il vento."
Vento_d'Autunno è offline   Rispondi Citando
Vecchio 06-24-2012, 06:03 PM   #33
Vento_d'Autunno
Member
 
L'avatar di Vento_d'Autunno
 
Data Registrazione: May 2011
Località: In Italia (nord est... ma anche un po a ovest!)
Messaggi: 35
Predefinito Riferimento: Vento d’autunno

__________________________________________________

L'APPARENZA INGANNA

Quante storie si raccontano a teatro!
Alcune fanno ridere.
Alcune fanno sbadigliare.
Altre lasciano perplessi.

Questa storia.
Questa storia, invece, comincia nel doloroso silenzio della perdita.
In quell’arida solitudine che un tempo era un’anima umana.

Il nostro protagonista ha passato buona parte della propria esistenza in un silenzio assordante.
Accerchiato tra razzismo e disprezzo.

A tutto ci si abitua.
Ci si abitua al caldo, al freddo, alla fame.
Alla stessa maniera ci si abitua anche al dolore.
E tutto diventa fredda indifferenza.

Il vento freddo soffia incessante.
Le sue dita affilate frugano dentro di me, ma ormai non è rimasto nulla da rubare.
L’aria gelida che respiro è un lento veleno, ma è poca cosa rispetto ciò che sento perché è dentro che ho freddo.
Questo è l’inverno infinito, il mio sepolcro mentre vivo.
Annegato in una notte eterna.
Cieco a tutte le luci.
Prigioniero di un vuoto senza confini.
E fuori è buio.

Eppure, mentre gli anni passavano, soffrivo egualmente,
ma cercavo di non pensare e, in un momento di luce, ho creduto davvero di poter amare,
di potermi fidare.

Ma l’apparenza inganna.
Questo mondo è pieno di lupi pronti a strapparti il cuore e dilaniarlo solo per placare la propria sete di sangue.

Voi credete in Dio?
Io per lungo tempo non vi ho creduto. Ma sbagliavo Egli esiste!
Deve essere così!
Perché io ho incontrato uno dei suoi meravigliosi angeli.

Mio padre, una volta mi disse: “Riconosciamo gli angeli solo quando volano in cielo”.
Ciò che non disse è che gli angeli ci lasciano perché sono tristi.
Ma io farò di tutto per far tornare per sempre il tuo sorriso.
Lo giuro.
E le promesse fatte agli angeli si mantengono.

Il nome d’un fiore m’ha inebriato, quando il sentiero della vita mi condusse in un bel prato.
Rosa i petali d’azzurro sfumati, il cielo riflettono dall’alba accarezzati.
“Che senso ha viver”, disse il saggio, “se della tua esistenza non lasci passaggio?”
Della mia vita per quel fiore feci tempio, per Lei, vittorie e trionfi e gioie silenti, che non potei trovare un cielo più ampio, di quegli occhi dolci e splendenti.
Il nome d’un fiore m’ha inebriato,
quando il sentiero della vita mi condusse in un bel prato.
E anche ora che quel sentiero finisce
non rimpiango le mie scelte, mentre tutto diventa triste.
Perché invero la pena valeva
di amarla fino a sera,
amarla fino a quando il tempo esigerà il suo tributo.
Ma anche allora, il mio cuore non resterà muto.

Se non l’avete già trovato, cercate il vero Amore.
E se sarete così fortunati da incontrarlo fate di tutto per proteggerlo.
Gettatevi nel fuoco, se è necessario, date anche la vita, perché, credetemi, a poco vale la pena vivere senza di esso
Non sempre l’apparenza inganna…

Tratto da “Dieci personaggi in cerca di se stessi
saggio di fine anno degli allievi della scuola di teatro Arti & Mestieri



Lo spirito afflitto trova pace
solo in unione a uno spirito a lui simile.
I due convergono nell'affetto,
come uno straniero si rallegra
a vedere un altro straniero
in una terra lontana.
I cuori che si uniscono
per mezzo del dolore
non saranno separati
dalla gloria della gioia.
L'amore lavato dalle lacrime
rimane eternamente puro e bello.
Kahlil Gibran
__________________
"Nessuno può fermare il vento."
Vento_d'Autunno è offline   Rispondi Citando
Vecchio 06-24-2012, 06:04 PM   #34
Vento_d'Autunno
Member
 
L'avatar di Vento_d'Autunno
 
Data Registrazione: May 2011
Località: In Italia (nord est... ma anche un po a ovest!)
Messaggi: 35
Predefinito Riferimento: Vento d’autunno

“Il conte fremette agli accenti di quella voce che risvegliò perfino le fibre più segrete del suo cuore; i suoi
occhi incontrarono quelli della giovane donna e non poterono sostenerne lo sguardo.
"Mio Dio, mio Dio" disse Montecristo, "sarebbe dunque vero quanto mi lasciaste supporre? Haydée, dunque
sareste felice con me?"
"Io sono giovane" rispose lei dolcemente, "amo la vita che tu mi hai resa sempre così dolce, e mi
dispiacerebbe morire."
"Vuoi dire che se io ti lasciassi, Haydée?..."
"Morirei, mio signore, sì!"
"Tu dunque mi ami?"
"Valentina, chiede se io l'amo!" disse Haydée, rivolta a Valentina. "Digli tu dunque se ami Massimiliano!"
Il conte sentì dilatarsi il cuore, aprì le braccia: Haydée vi si slanciò gettando un grido.
"Oh, sì, io t'amo!" disse. "Io t'amo come si ama il proprio padre, il proprio fratello, il proprio marito! Io t'amo
come si ama la vita, perché tu sei per me il più bello, il migliore, il più grande degli esseri creati!"
"Sia dunque come vuoi, angelo mio diletto!" disse il conte. "Dio mi ha suscitato contro i miei nemici. Ma chi
mi ha fatto vincitore? Dio! Io ben lo comprendo, ed egli non vuole mettere il pentimento in mezzo alla mia
vittoria: io volevo punirmi, Dio vuole perdonarmi. Amami, dunque, Haydée! Chissà, il mio amore, forse, mi farà
dimenticare ciò che è necessario dimenticare."
"Ma che dici, dunque, mio signore?" disse la ragazza.
"Io dico che una tua parola, Haydée, mi ha illuminato più di venti anni di studio! Non ho più che te al mondo,
Haydée, per te mi riaffeziono alla vita, per te posso ancora esser felice od infelice."
"Lo senti, Valentina?" gridò Haydée. "Dice che per me può soffrire, per me che darei la vita per lui!"
Il conte si raccolse un istante.
"Ah, io intravedo la verità!" disse. "Oh, mio Dio, ricompensa o castigo, accetto questo destino... Vieni,
Haydée vieni..."
E abbracciando la giovane donna salutò Valentina, e uscì con lei.”
__________________
"Nessuno può fermare il vento."
Vento_d'Autunno è offline   Rispondi Citando
Vecchio 06-25-2012, 11:28 AM   #35
delfina
Amico*
 
L'avatar di delfina
 
Data Registrazione: Aug 2010
Località: Modena
Messaggi: 7.064
Predefinito Riferimento: Vento d’autunno

Citazione:
Originariamente inviato da Vento_d'Autunno Visualizza Messaggio
__________________________________________________

L'APPARENZA INGANNA

Quante storie si raccontano a teatro!
Alcune fanno ridere.
Alcune fanno sbadigliare.
Altre lasciano perplessi.

Questa storia.
Questa storia, invece, comincia nel doloroso silenzio della perdita.
In quell’arida solitudine che un tempo era un’anima umana.

Il nostro protagonista ha passato buona parte della propria esistenza in un silenzio assordante.
Accerchiato tra razzismo e disprezzo.

A tutto ci si abitua.
Ci si abitua al caldo, al freddo, alla fame.
Alla stessa maniera ci si abitua anche al dolore.
E tutto diventa fredda indifferenza.

Il vento freddo soffia incessante.
Le sue dita affilate frugano dentro di me, ma ormai non è rimasto nulla da rubare.
L’aria gelida che respiro è un lento veleno, ma è poca cosa rispetto ciò che sento perché è dentro che ho freddo.
Questo è l’inverno infinito, il mio sepolcro mentre vivo.
Annegato in una notte eterna.
Cieco a tutte le luci.
Prigioniero di un vuoto senza confini.
E fuori è buio.

Eppure, mentre gli anni passavano, soffrivo egualmente,
ma cercavo di non pensare e, in un momento di luce, ho creduto davvero di poter amare,
di potermi fidare.

Ma l’apparenza inganna.
Questo mondo è pieno di lupi pronti a strapparti il cuore e dilaniarlo solo per placare la propria sete di sangue.

Voi credete in Dio?
Io per lungo tempo non vi ho creduto. Ma sbagliavo Egli esiste!
Deve essere così!
Perché io ho incontrato uno dei suoi meravigliosi angeli.

Mio padre, una volta mi disse: “Riconosciamo gli angeli solo quando volano in cielo”.
Ciò che non disse è che gli angeli ci lasciano perché sono tristi.
Ma io farò di tutto per far tornare per sempre il tuo sorriso.
Lo giuro.
E le promesse fatte agli angeli si mantengono.

Il nome d’un fiore m’ha inebriato, quando il sentiero della vita mi condusse in un bel prato.
Rosa i petali d’azzurro sfumati, il cielo riflettono dall’alba accarezzati.
“Che senso ha viver”, disse il saggio, “se della tua esistenza non lasci passaggio?”
Della mia vita per quel fiore feci tempio, per Lei, vittorie e trionfi e gioie silenti, che non potei trovare un cielo più ampio, di quegli occhi dolci e splendenti.
Il nome d’un fiore m’ha inebriato,
quando il sentiero della vita mi condusse in un bel prato.
E anche ora che quel sentiero finisce
non rimpiango le mie scelte, mentre tutto diventa triste.
Perché invero la pena valeva
di amarla fino a sera,
amarla fino a quando il tempo esigerà il suo tributo.
Ma anche allora, il mio cuore non resterà muto.

Se non l’avete già trovato, cercate il vero Amore.
E se sarete così fortunati da incontrarlo fate di tutto per proteggerlo.
Gettatevi nel fuoco, se è necessario, date anche la vita, perché, credetemi, a poco vale la pena vivere senza di esso
Non sempre l’apparenza inganna…
__________________
La verità è una questione di circostanze.
delfina è offline   Rispondi Citando
Vecchio 08-05-2012, 05:05 PM   #36
Vento_d'Autunno
Member
 
L'avatar di Vento_d'Autunno
 
Data Registrazione: May 2011
Località: In Italia (nord est... ma anche un po a ovest!)
Messaggi: 35
Predefinito Riferimento: Vento d’autunno

__________________________________________________

LA NOTA SCONOSCIUTA

La strada scorre leggera nella notte profumata.
Ti tengo la mano come sempre accade,
anche nei tragitti più brevi.
Il nostro silenzio è musica,
mancano solo gli accordi del pianoforte.

Con cautela fermo l’auto ed accosto,
lasciandoti seduta,
salutandoti con un sorriso.

Apro il baule, ma la macchina è scomparsa;
qualcosa mi ha colpito il viso.

La mia ragione vacilla in un’abisso di empia follia
all’apice di un parossismo irrazionale.
Un terrore nero dilaga in ogni fibra del mio essere
con un’angoscia ubiqua.

Una nota sconosciuta
deforma la mia voce.
Due volte grido il Tuo nome,
violentando il silenzio della notte.
In gola sento il sapore acre del sangue,
mentre corro verso le lamiere contorte.

La portiera si apre.
Scendi incolume.
Senza occhiali.
Ti manca una scarpa.

Ti stringo forte a me.

Ieri sono morto per un lungo istante.
Oggi sono rinato.
Da ora in avanti
il mio compleanno
cadrà il 4 agosto.

03082012.jpg
__________________
"Nessuno può fermare il vento."
Vento_d'Autunno è offline   Rispondi Citando
Vecchio 09-15-2012, 08:45 PM   #37
Vento_d'Autunno
Member
 
L'avatar di Vento_d'Autunno
 
Data Registrazione: May 2011
Località: In Italia (nord est... ma anche un po a ovest!)
Messaggi: 35
Predefinito Riferimento: Vento d’autunno

__________________________________________________

SMISURATA PREGHIERA

Perdona se Ti parlo,
ma anche Tu sei donna.
Anche Tu sei mamma.

E la mia mamma è tanto lontana…

Grazie per avermi dato la vita
E grazie per avermela salvata.

Tu c’eri quando piangevo solo e disperato.

Ti prego
Dammi la forza di accettare i confini che sono posti alla felicità.
Soprattutto, proteggi le persone a cui voglio bene.
Anche loro sono donne, come Te.
Ed una di loro è madre, come Te.

Di a Carla che la ricordiamo.


“Non diventare una frase fatta perché sei poesia.”
Dal film 28 giorni



“ – Allora abbracciami – disse Ben stringendosi a lei. La mamma lo tenne stretto a sé. Sentiva il cuore di Ben che batteva. Anche Ben sentiva il cuore della mamma e l’abbracciò forte. – Adesso non sono solo – pensò mentre l’abbracciava. – Vedi – gli sussurrò la mamma – è per questo che hanno inventato l’abbraccio. –”
David Grossman


http://www.youtube.com/watch?v=fqRZnTRNXAU

http://www.youtube.com/watch?v=wKE995soYjE




Quanne na mamma' vo' parla,


Nun te tiene tiempe ant'a senti,a mette a rette tutt' e cose,tante na mamma po' aspetta,e sule quanne se fa viecchie e ti pigliane e rimorse tu a vulisse a cuntenta,quanne na mamma sta malate sa 'nascunne a malattia pecche sule isse vuo suffri e te regale nu surrise quanne cirche e qualche cose te vuo sempe a cuntenta.


E te pense,e te cumoglie quanne sta durmenne,comme se fosse sempe piccerille,te venne accarezza,ma nun te fa scetta e te guarde s a ccorge ca tu ancora l assomiglie,ma dint o core suie come cuntente, o tiempo vo ferma,pe nun se fa lassa'.


Quanne na mamma' nun ce sta,se veste sulle a cammena,e sta strade mille votte nun te vulisse maie ferma, guardanne o tiempo che passate vire tutte che scuntate,nun t aspette niente cchiu,quanne na mamma se ne ghiute vire o trene che partute,e non lo puo cchiu piglia,e t appiene all ansa ca te piglie, e na fumata e sigarette,a na via che fatte gia.


E si sule,cu l uocchie fuse abbagnane i ricorde quanne a turnave e ta rapeve a porte e sa grappave a tte, nun te lassave cchiu e si sule cuntane l ore l attime e minute vulisse dare un calcio a sta vita ma a vita e chesta cca', e tu a sapive gia' cara mamma'nun ta po acatta',nisciune cchiu t arra,


Na mamma.
__________________
"Nessuno può fermare il vento."
Vento_d'Autunno è offline   Rispondi Citando
Vecchio 01-06-2013, 11:45 AM   #38
Vento_d'Autunno
Member
 
L'avatar di Vento_d'Autunno
 
Data Registrazione: May 2011
Località: In Italia (nord est... ma anche un po a ovest!)
Messaggi: 35
Predefinito Riferimento: Vento d’autunno

__________________________________________________

ALLA FINESTRA

Il gesso di un pensiero lontano
si fa lentamente strada
sulla lavagna blu del cielo.

Il mare d’inverno diventa eterno
in un tramonto glorioso.

La luna piena segna netta
la strada tra i flutti.

Alla sua pallida luce,
scorgo nel riflesso del vetro,
il volto d’un uomo,
che non conoscevo.
__________________
"Nessuno può fermare il vento."
Vento_d'Autunno è offline   Rispondi Citando
Vecchio 06-15-2013, 10:20 PM   #39
Vento_d'Autunno
Member
 
L'avatar di Vento_d'Autunno
 
Data Registrazione: May 2011
Località: In Italia (nord est... ma anche un po a ovest!)
Messaggi: 35
Predefinito Riferimento: Vento d’autunno

__________________________________________________

L'ULTIMO AUTUNNO


Mi spoglio dell’Autunno,
ma rimango pur sempre Vento,
per volare ancora,
per volare lontano,
verso la luce accecante
di una nuova vita.
__________________
"Nessuno può fermare il vento."
Vento_d'Autunno è offline   Rispondi Citando
Vecchio 06-15-2013, 10:22 PM   #40
Vento_d'Autunno
Member
 
L'avatar di Vento_d'Autunno
 
Data Registrazione: May 2011
Località: In Italia (nord est... ma anche un po a ovest!)
Messaggi: 35
Predefinito Riferimento: Vento d’autunno

GRAZIE A TUTTI!

L’Ultimo Autunno è la mia ultima poesia. Non ne scriverò altre perché non ci sarebbe più niente da scrivere.
Attraverso queste righe (il mio “angolo blu” come mi piace definirlo) io rileggo gli ultimi sei anni della mia vita. Di quanto abbia sofferto, ma soprattutto di quello straordinario miracolo che si chiama Amore.
Per chiunque lo volesse fare, lasci pure qui un messaggio, una parola o un pensiero sull’Amore, affinché questa parola, tanto bella, si trasformi in un eco infinito che non smetta mai di vibrare.
Perché l’Amore è come il Vento, non lo vedi, ma con un solo respiro è in grado di spostare le foglie di un’intera foresta.
Certo, a volte l’Amore è lento ad arrivare, ma se si è tanto coraggiosi, pazzi e sognatori da cercarlo, prima o poi lo si incontra.
E ti salva la vita.
Che sia la persona che vi accompagna, vostro figlio, un vostro parente o semplicemente l’Amore per Dio, non smettete mai, neanche per un istante di Amare e lasciarvi Amare.
Amate prima voi stessi ed il resto vedrà da se.

Mi rimane solo il tempo di salutare tutti Voi con grandissimo affetto. Un saluto particolare alla cara Delfina.

Un forte abbraccio!

Daniele.
Che visse come il Vento d’Autunno.



“Chissà se li rivedremo mai più!” disse Morel, asciugandosi una lacrima.
“Amico mio” disse Valentine, “il Conte non ci ha lasciato scritto che l’umana saggezza sta tutta intera in queste due parole: aspettare e sperare?”.
__________________
"Nessuno può fermare il vento."
Vento_d'Autunno è offline   Rispondi Citando
Vecchio 06-16-2013, 01:04 PM   #41
Essenza
Moderatore*
 
L'avatar di Essenza
 
Data Registrazione: Dec 2007
Messaggi: 6.742
Predefinito Riferimento: Vento d’autunno

__________________

Sii come il fumo: sali,
pensa che nell'evadere nessuno dirà
«ti ebbi e ho potuto misurarti».
(José Hierro)

Essenza è offline   Rispondi Citando
Vecchio 06-16-2013, 08:41 PM   #42
delfina
Amico*
 
L'avatar di delfina
 
Data Registrazione: Aug 2010
Località: Modena
Messaggi: 7.064
Predefinito Riferimento: Vento d’autunno

Citazione:
Originariamente inviato da Vento_d'Autunno Visualizza Messaggio
Mi rimane solo il tempo di salutare tutti Voi con grandissimo affetto. Un saluto particolare alla cara Delfina.


Caro Daniele,
io dico sempre che la vita vera non è qui davanti ad uno schermo, ma ci aspetta altrove…eppure quando leggo le parole di un saluto che sa di definitivo da parte di qualcuno con il quale ho condiviso un po’ di pensieri ed emozioni mi si stringe un groppo in gola.
Ma poi rileggo le tue parole sull’amore…che cantano l’amore…che sanno di amore…allora mi dico che le scelte fatte con serenità sono sempre le migliori, anche quando significa allontanarsi da qualcosa o qualcuno. E se allontanarti dal “tuo angolo blu” è il prossimo passo logico e sentito del tuo cammino è giusto che accada.

“Ascoltandoti” ho avuto il piacere di conoscerti un pochino di più, e di scoprire in te e nel tuo modo di esprimerti in modo compassato una sensibilità elegante che ho sempre apprezzato.
Grazie per le tue parole...per le belle poesie e gli scritti che saltuariamente hai condiviso con noi…ovviamente, se e quando vorrai, sai dove ritrovare il tuo angolo

Per quanto riguarda l’amore... non ho grandi parole da dire: in questi ultimi tempi lo sto un po’ mettendo alla prova anche su queste pagine… ma di una cosa sono certa: lui sa dove siamo quando vuole trovarci e, soprattutto, quando vogliamo farci trovare

Un forte abbraccio a te

Annachiara
__________________
La verità è una questione di circostanze.
delfina è offline   Rispondi Citando
Vecchio 06-17-2013, 05:34 AM   #43
Rosanna
Amico*
 
L'avatar di Rosanna
 
Data Registrazione: Jan 2007
Località: in un posto che conoscono gli aironi
Messaggi: 4.014
Invia un messaggio via MSN a Rosanna
Predefinito Riferimento: Vento d’autunno

__________________
il nemico non si arrende! Prendilo per mano e conducilo su un altro campo di battaglia.
Rosanna è offline   Rispondi Citando
Rispondi

Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di Scrittura
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi replicare
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato

Vai al Forum


Tutti gli orari sono GMT. Adesso sono le 09:29 AM.


Powered by vBulletin® Version 3.8.4
Copyright ©2000 - 2014, Jelsoft Enterprises Ltd.

Home - Cartoline Virtuali - Poesie -  Frasi - Citazioni Libri - Racconti - Amici - Angeli - Fate - Indiani - Bambini - Foto Blog - Link



Importazione e Ottimizzazione a cura di Cionfs