AuroraBlu Forum

Torna Indietro   AuroraBlu Forum > Circondiamoci di > Libri

Avvisi

Rispondi
 
Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
Vecchio 06-29-2004, 03:35 PM   #1
Laportadelcuore
Senior Member
 
Data Registrazione: Jun 2004
Località: Torino
Messaggi: 330
Predefinito L'insostenibile leggerezza dell'essere - Milan Kundera



Note di Copertina

Protetto da un titolo enigmatico, che si imprime nella memoria come una frase musicale, questo romanzo obbedisce fedelmente al precetto di Hermann Broch: «Scoprire ciò che solo un romanzo permette di scoprire». Questa scoperta romanzesca non si limita all'evocazione di alcuni personaggi e delle loro complicate storie d'amore, anche se qui Tomas, Tereza, Sabina, Franz esistono per noi subito, dopo pochi tocchi, con una concretezza irriducibile e quasi dolorosa. Dare vita a un personaggio significa per Kundera «andare sino in fondo a certe situazioni, a certi motivi, magari a certe parole, che sono la materia stessa di cui è fatto». Entra allora in scena un ulteriore personaggio: l'autore. Il suo volto è in ombra, al centro del quadrilatero amoroso formato dai protagonisti del romanzo: e quei quattro vertici cambiano continuamente le loro posizioni intorno a lui, allontanati e riuniti dal caso e dalle persecuzioni della storia, oscillanti fra un libertinismo freddo e quella specie di compassione che è «la capacità massima di immaginazione affettiva, l'arte della telepatia delle emozioni». All'interno di quel quadrilatero s'intreccia una molteplicità di fili: un filo è un dettaglio fisiologico, un altro è una questione metafisica, un filo è un atroce aneddoto storico, un filo è un'immagine. Tutto è variazione, incessante esplorazione del possibile. Con diderotiana leggerezza, Kundera riesce a schiudere, dietro i singoli fatti, altrettante domande penetranti e le compone poi come voci polifoniche, fino a darci una vertigine che ci riconduce alla nostra esperienza costante e muta. Ritroviamo così certe cose che hanno invaso la nostra vita e tendono a passare innominate dalla letteratura, schiacciata dal loro peso: la trasformazione del mondo intero in una immensa «trappola», la cancellazione dell'esistenza come in quelle fotografie ritoccate dove i sovietici fanno sparire le facce dei personaggi caduti in disgrazia. Esercitato da lungo tempo a percepire nella «Grande Marcia» verso l'avvenire la più beffarda delle illusioni, Kundera ha saputo mantenere intatto il pathos di ciò che, intessuto d'innumerevoli ritorni come ogni amore torturante, è pronto però ad apparire un'unica volta e a sparire, quasi non fosse mai esistito.


Veramente un ottimo libro da leggere....io l'ho finito in due giorni...

By Laportadelcuore
Laportadelcuore è offline   Rispondi Citando
Vecchio 05-24-2006, 06:13 PM   #2
l'equilibrista
Junior Member
 
Data Registrazione: May 2006
Località: latina
Messaggi: 29
Predefinito

molto molto bello...consiglio anche il valzer degli addii...stesso autore
__________________
"..la chiave della felicità è la disobbedienza in sè.." (afterhours)
l'equilibrista è offline   Rispondi Citando
Vecchio 08-19-2006, 09:28 PM   #3
Aurorablu
Administrator
 
L'avatar di Aurorablu
 
Data Registrazione: Jun 2004
Località: Lo spazio che c'è in te
Messaggi: 2.640
Predefinito

<center>
Non c'è nulla di più pesante della compassione.
Nemmeno il nostro proprio dolore è così pesante come un dolore che si prova con un altro, verso un altro, al posto di un altro, moltiplicato dall'immaginazione, prolungato in centinaia di echi.


Milan Kundera da L'insostenibile leggerezza dell'essere
Aurorablu è offline   Rispondi Citando
Vecchio 03-27-2008, 09:22 PM   #4
Elimiel
Amico*
 
Data Registrazione: Dec 2004
Località: Castello sulLa Luna...viale delle stelle n 0
Messaggi: 1.353
Invia un messaggio via MSN a Elimiel
Predefinito

Semplicemente magico...semplicemente intenso....Sfumature di amore e rapporti....il lontano...ed il vicino....il sentire telepaticamente pensieri...il discorso sulla compassione, il senso della politica...la patria...Un libro completo...fatto di vita....ogni pagina è intessuta di vibrante vissuto.
E poi Praga...ed il coincidente caso....
__________________
Non esiste nessuna notte così lunga ed infinita da non conoscere le luci dell'alba...
Elimiel è offline   Rispondi Citando
Vecchio 12-08-2016, 09:32 AM   #5
enrichetto
Moderatore*
 
L'avatar di enrichetto
 
Data Registrazione: Aug 2005
Località: Roma
Messaggi: 7.951
Predefinito Riferimento: L'insostenibile leggerezza dell'essere - Milan Kundera



Quattro personaggi, due donne e due uomini, Tomas con la sua compagna Tereza e la sua amante Sabina, e l’amante di quest’ultima, Franz. Le loro storie si intrecciano, di fondo c’è l’amore, ma gli eventi si mostreranno complicati, sia da assistere che da vivere.

dal web

"Il romanzo ci dimostra come nella vita tutto quello che scegliamo e apprezziamo come leggero non tarda a rivelare il proprio peso insostenibile. Forse solo la vivacità e la mobilità dell'intelligenza sfuggono a questa condanna: le qualità con cui è scritto appartengono a un altro universo da quello del vivere" (Italo Calvino).


"Ma come Enri proprio tu non hai letto questo libro? Ma dai…la regola del tre! Figurati se tu non la conosci! Guarda te lo presto ,te lo regalo, compralo fa come ti pare, ma leggilo,capito?"

Cosi un mio amico l’estate scorsa. Conoscevo naturalmente il romanzo da cui e’ stato tratto un film e che pure Antonello Venditti ha omaggiato in una canzone. Negli anni ottanta fu un caso letterario.
Allora che dire….sono contento di averlo letto ora , in eta’ adulta…forse venti anni fa non l’avrei cosi apprezzato.
Quello che colpisce non è la storia in sè, che l’autore usa per farci conoscere il suo pensiero , ma piuttosto le "divagazioni" al suo interno. Un pò filosofico, ( Eraclito Parmenide Platone Nietsche) in parte storico..( l’invasione della Cecoslovacchia da parte dei russi)...molto interessante....leggero e profondo.
Leggero nel senso di quasi impalpabile e pesante nel senso di “necessario”
.Sicuramente fa riflettere. C'è un capitolo, intitolato "Il sorriso di Karenin", che secondo me e’ bello , intenso e struggente. Mi e’ piaciuta inoltre la suddivisione in piccoli capitoletti. Un romanzo /saggio sull’amore… … ma non quello delle favole o di certi film ma quello vero, non edulcorato, che come colore oltre l’azzurro ha anche il grigio della vita.
Lo consiglio a chi vuole capire meglio il significato delle proprie azioni e a chi e’ intereressato/a alla psicologia del rapporto amoroso.Ci sarebbero decine di citazioni…alcune gia' le avete scritte in passato...molto belle quelle scritte da Faby e da Delfinetta


http://www.aurorablu.it/forum/f27/li...re-t14213.html

http://www.aurorablu.it/forum/f16/mi...ra-t18628.html

Io metto questa...

Perché le domande veramente serie sono solo quelle che possono essere formulate da un bambino. Solo le domande più ingenue sono veramente serie. Sono domande per le quali non esiste risposta



A proposito della regola del tre…qualche riga da pag 14 ( almeno nella mia edizione)

Alle proprie amanti dichiarava: “Soltanto un rapporto non sentimentale, quando un partner non accampa pretese sulla vita e la libertà dell'altro,può portare la felicità a entrambi.”
Per avere la certezza che l'amicizia erotica non avrebbe mai raggiunto l'aggressività dell'amore,si incontrava con ciascuna delle sue amanti fisse soltanto a intervalli molto lunghi.Questo metodo lo considerava perfetto e lo propagandava agli amici: “E’ necessario attenersi alla regola del tre. Si può avere la stessa donna a intervalli ravvicinati,ma in questo caso mai più di tre volte.Oppure si può avere un rapporto con lei per molti anni,a condizione però che tra un incontro e l'altro,passino almeno tre settimane”
__________________
Io li odio i nazisti dell'Illinois...
enrichetto è offline   Rispondi Citando
Rispondi

Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di Scrittura
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi replicare
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato

Vai al Forum


Tutti gli orari sono GMT. Adesso sono le 05:26 PM.


Powered by vBulletin® Version 3.8.4
Copyright ©2000 - 2017, Jelsoft Enterprises Ltd.

Home - Cartoline Virtuali - Poesie -  Frasi - Citazioni Libri - Racconti - Amici - Angeli - Fate - Indiani - Bambini - Foto Blog - Link



Importazione e Ottimizzazione a cura di Cionfs