AuroraBlu Forum

Torna Indietro   AuroraBlu Forum > Parole > Frasi, aforismi

Avvisi

Rispondi
 
Strumenti Discussione ModalitÓ Visualizzazione
Vecchio 07-22-2006, 08:52 PM   #1
alegnairam
Senior Member
 
Data Registrazione: Mar 2006
LocalitÓ: RC
Messaggi: 448
Invia un messaggio via MSN a alegnairam
Predefinito A. Baricco

Citazione:
"La guard˛. Ma d'uno sguardo per cui guardare
giÓ Ŕ una parola troppo forte.
Sguardo meraviglioso che Ŕ vedere senza chiedersi nulla,
vedere e basta.
Qualcosa come due cose che si toccano - gli occhi e l'immagine- uno sguardo che non prende ma riceve,
nel silenzio pi¨ assoluto della mente, l'unico sguardo che davvero ci potrebbe salvare
- vergine di qualsiasi domanda, ancora non sfregiato
dal vizio del sapere
- sola innocenza che potrebbe prevenire le ferite delle cose
quando da fuori entrano nel cerchio del nostro
sentire-vedere-sentire-
perchÚ sarebbe nulla di pi¨ che un meraviglioso stare davanti,
noi e le cose,
e negli occhi ricevere il mondo - ricevere - senza domande,
perfino senza meraviglia - ricevere -solo- ricevere- negli occhi -
il mondo".
(A. BARICCO - Oceano Mare)
__________________
"... e nonostante tutto avere dell'Amore un'idea talmente splendente e sublime,
e sapere bene di essere in bilico, in bilico..."

Renato Zero

www.alegnairamariangela.spaces.live.com

alegnairam Ŕ offline   Rispondi Citando
Vecchio 07-23-2006, 11:42 AM   #2
Midori
Amico*
 
L'avatar di Midori
 
Data Registrazione: Apr 2006
LocalitÓ: Napoli
Messaggi: 1.429
Predefinito

wow ...proprio bella...
__________________
Siamo fatti come nuvole che nel cielo si confondono
fino a quando arriva il vento dell'est
inevitabilmente si dividono.
Midori Ŕ offline   Rispondi Citando
Vecchio 07-20-2009, 11:34 PM   #3
Syria
Amico*
 
L'avatar di Syria
 
Data Registrazione: Feb 2008
LocalitÓ: Salerno
Messaggi: 329
Predefinito

Tutta quella citta', non se ne vedeva la fine... La fine, per cortesia, si potrebbe vedere la fine? E il rumore. Su quella maledettissima scaletta... era molto bello, tutto... e io ero grande con quel cappotto, facevo il mio figurone, e non avevo dubbi, era garantito che sarei sceso, non c'era problema. Col mio cappello blu, primo gradino, secondo gradino [...]. Non e' quel che vidi che mi fermo. E' quello che non vidi. Puoi capirlo fratello? E' quel che non vidi ... lo cercai ma non c'era, in tutta quella sterminata citta c'era tutto tranne... c'era tutto ma non c'era una fine. Quel che non vidi e' dove finiva tutto quello, la fine del mondo.
Ora tu pensa: un pianoforte. I tasti iniziano. I tasti finiscono. Tu sai che sono 88, su questo nessuno puo' fregarti. Non sono infiniti, loro. Tu sei infinito, e dentro quei tasti, infinita e' la musica che puoi suonare. Loro sono 88, tu sei infinito. Questo a me piace. Questo lo si puo' vivere. Ma se tu, ma se io salgo su quella scaletta, e davanti a me si srotola una tastiera di milioni di tasti, milioni e miliardi di tasti, che non finiscono mai, e questa e' la verita', che non finiscono mai e quella tastiera e' infinita... Se quella tastiera e' infinita, allora su quella tastiera non c'e' musica che puoi suonare. Tu sei seduto sul seggiolino sbagliato: quello e' il pianoforte su cui suona Dio. Cristo, ma le vedevi le strade? Anche solo le strade. Ce n'e' a migliaia, come fate voi laggiu' a sceglierne una, a scegliere una donna, una casa, una terra che sia la vostra, un paesaggio da guardare, un modo di morire. Tutto quel mondo, quel mondo addosso che nemmeno sai dove finisce e quanto ce n'e'. Non avete mai paura, voi, di finire in mille pezzi solo a pensarla, quell'enormita', solo a pensarla? A viverla...
Io sono nato su questa nave. E qui il mondo passava, ma a duemila per volta. E di desideri ce n'erano anche qui, ma non piu' di quelli che ci potevano stare tra una prua e una poppa. Suonavi la tua felicita', su una tastiera che non era infinita. Io ho imparato cosi'. La terra, quella e' una nave troppo grande per me. E' un viaggio troppo lungo. E' una donna troppo bella. E' un profumo troppo forte. E' una musica che non so suonare. Perdonatemi, ma io non scendero'. Lasciatemi tornare indietro, per favore.



"Novecento"
__________________
Syria Ŕ offline   Rispondi Citando
Vecchio 07-21-2009, 10:38 AM   #4
Essenza
Moderatore*
 
L'avatar di Essenza
 
Data Registrazione: Dec 2007
Messaggi: 6.808
Predefinito

__________________

Sii come il fumo: sali,
pensa che nell'evadere nessuno dirÓ
źti ebbi e ho potuto misurarti╗.
(JosÚ Hierro)

Essenza Ŕ offline   Rispondi Citando
Vecchio 08-03-2009, 09:46 AM   #5
antonella1
Amico*
 
Data Registrazione: May 2006
LocalitÓ: Sicilia
Messaggi: 2.528
Predefinito

Mi ha detto che secondo lui la gente vive per anni e anni, ma in realtÓ Ŕ solo una piccola parte di quegli anni che vive davvero, e cioŔ negli anni in cui riesci a fare ci˛ per cui Ŕ nata. Allora, lý, Ŕ felice. Il resto del tempo Ŕ tempo che passa ad aspettare o a ricordare. Quando aspetti o ricordi, mi ha detto, non sei nÚ triste nÚ felice. Sembri triste, ma Ŕ solo che stai aspettando, o ricordando. Non Ŕ triste la gente che aspetta, e nemmeno quella che ricorda. Semplicemente Ŕ lontana.

Alessandro Baricco, da “Questa Storia”

...
antonella1 Ŕ offline   Rispondi Citando
Vecchio 08-18-2009, 12:36 PM   #6
Demetra
Amico*
 
L'avatar di Demetra
 
Data Registrazione: Aug 2005
LocalitÓ: Salzburg (AT)
Messaggi: 820
Predefinito

Citazione:
tutta quella citta', non se ne vedeva la fine... La fine, per cortesia, si potrebbe vedere la fine? E il rumore. Su quella maledettissima scaletta... Era molto bello, tutto... E io ero grande con quel cappotto, facevo il mio figurone, e non avevo dubbi, era garantito che sarei sceso, non c'era problema. Col mio cappello blu, primo gradino, secondo gradino [...]. Non e' quel che vidi che mi fermo. E' quello che non vidi. Puoi capirlo fratello? E' quel che non vidi ... Lo cercai ma non c'era, in tutta quella sterminata citta c'era tutto tranne... C'era tutto ma non c'era una fine. Quel che non vidi e' dove finiva tutto quello, la fine del mondo.
Ora tu pensa: Un pianoforte. I tasti iniziano. I tasti finiscono. Tu sai che sono 88, su questo nessuno puo' fregarti. Non sono infiniti, loro. Tu sei infinito, e dentro quei tasti, infinita e' la musica che puoi suonare. Loro sono 88, tu sei infinito. Questo a me piace. Questo lo si puo' vivere. Ma se tu, ma se io salgo su quella scaletta, e davanti a me si srotola una tastiera di milioni di tasti, milioni e miliardi di tasti, che non finiscono mai, e questa e' la verita', che non finiscono mai e quella tastiera e' infinita... Se quella tastiera e' infinita, allora su quella tastiera non c'e' musica che puoi suonare. Tu sei seduto sul seggiolino sbagliato: Quello e' il pianoforte su cui suona dio. Cristo, ma le vedevi le strade? Anche solo le strade. Ce n'e' a migliaia, come fate voi laggiu' a sceglierne una, a scegliere una donna, una casa, una terra che sia la vostra, un paesaggio da guardare, un modo di morire. Tutto quel mondo, quel mondo addosso che nemmeno sai dove finisce e quanto ce n'e'. Non avete mai paura, voi, di finire in mille pezzi solo a pensarla, quell'enormita', solo a pensarla? A viverla...
Io sono nato su questa nave. E qui il mondo passava, ma a duemila per volta. E di desideri ce n'erano anche qui, ma non piu' di quelli che ci potevano stare tra una prua e una poppa. Suonavi la tua felicita', su una tastiera che non era infinita. Io ho imparato cosi'. La terra, quella e' una nave troppo grande per me. E' un viaggio troppo lungo. E' una donna troppo bella. E' un profumo troppo forte. E' una musica che non so suonare. Perdonatemi, ma io non scendero'. Lasciatemi tornare indietro, per favore.


che meravigliaaaa
__________________
...Io son l'umile ancella del genio creator, ei m'offre la favella, io la diffondo ai cor...
Demetra Ŕ offline   Rispondi Citando
Vecchio 08-27-2009, 03:09 PM   #7
14febbraio
Senior Member
 
L'avatar di 14febbraio
 
Data Registrazione: Aug 2009
Messaggi: 128
Predefinito

Sono bellissime....l'ho scoperto grazie ad un amica!
__________________
La felicitÓ Ŕ una ricompensa che giunge a chi non l'ha cercata.Cechov
14febbraio Ŕ offline   Rispondi Citando
Vecchio 09-02-2009, 05:27 PM   #8
Essenza
Moderatore*
 
L'avatar di Essenza
 
Data Registrazione: Dec 2007
Messaggi: 6.808
Predefinito

BORKED
__________________

Sii come il fumo: sali,
pensa che nell'evadere nessuno dirÓ
źti ebbi e ho potuto misurarti╗.
(JosÚ Hierro)

Essenza Ŕ offline   Rispondi Citando
Vecchio 06-06-2012, 10:15 AM   #9
delfina
Amico*
 
L'avatar di delfina
 
Data Registrazione: Aug 2010
LocalitÓ: Modena
Messaggi: 7.209
Predefinito Riferimento: A. Baricco

Ma quel che davvero mi fa impazzire,
Ŕ il tango.
PerchŔ il tango, poche storie,
Ŕ il sesso.
Fin dalle prime note, Ŕ giÓ sesso.
E allora Ŕ meraviglioso
perchŔ dalle ceneri di chissÓ quali
stantii matrimoni, torna su
qualcosa di rovente,
e inizi a vederli quei ballerini
che a tutto ti farebbero pensare
tranne che al sesso,
inizia a vederli trasformarsi.
Gli occhi di lui
stampati sul volto di lei
(bellissima in quei tre minuti)
gli occhi di lei
stampati cento chilometri al di lÓ
del volto di lui,
esattamente lÓ dove guardano
le donne bellissime
quando un uomo, che le vuole, le guarda.
Con infiniti sforzi,
uno potrebbe magari,
imparare i passi:
ma non quegli sguardi.
Quella Ŕ classe
e viene da lontano.
delfina Ŕ offline   Rispondi Citando
Rispondi

Strumenti Discussione
ModalitÓ Visualizzazione

Regole di Scrittura
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi replicare
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB Ŕ Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] Ŕ Attivato
Il codice HTML Ŕ Disattivato

Vai al Forum


Tutti gli orari sono GMT. Adesso sono le 05:05 PM.


Powered by vBulletin® Version 3.8.4
Copyright ©2000 - 2018, Jelsoft Enterprises Ltd.

Home - Cartoline Virtuali - Poesie -  Frasi - Citazioni Libri - Racconti - Amici - Angeli - Fate - Indiani - Bambini - Foto Blog - Link



Importazione e Ottimizzazione a cura di Cionfs