AuroraBlu Forum

Torna Indietro   AuroraBlu Forum > Parole > Racconti

Avvisi

Rispondi
 
Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
Vecchio 11-30-2006, 08:54 PM   #1
GocciaBlu
Amico*
 
Data Registrazione: Nov 2006
Località: Ovunque ci sia amore e anche Modena...
Messaggi: 285
Predefinito ULTIMA TRA GLI ELETTI

Ciao! Il mio nome è CinLaoPin e sono qui per narrare.

Questa non è una storia comune, non lo è.
Questa è la storia semplice di una vita difficile di una Ragazza, una dei pochi ELETTI rimasti.

Tutto ebbe inizio all’inizio dei tempi, quando il mondo era mondo e l’uomo era un essere pari agli altri. A quei tempi tutti erano quelli che noi oggi chiamiamo “gli ELETTI”.
Il mondo e la natura, gli animali e tutti gli esseri viventi vivevano in pace e armonia con gli Eletti e si prendevano cura l’uno dell’altro.
Ma poi qualcosa o per meglio dire qualcuno cambiò, con una lentezza quasi impercettibile gli Eletti, iniziarono a cambiare: diventarono malvagi e non avevano più rispetto per niente e per nessuno; diventarono quello che oggi si può prontamente definire “Umanità”.
Solo pochi riuscirono a non cambiare, e per salvarsi salirono in alto nel cielo azzurro, tra le nuvole bianche; ma attenzione non sono quelli che noi oggi chiamiamo angeli, e tra poco capirete.
I CAPI BIANCHI, cioè i capi degli Eletti, decisero insieme ai pochi rimasti, che per riportare il mondo come era un tempo e ritrasformare tutti negli Eletti di una volta, alcuni tra di loro, tra i pochi rimasti, dovevano far ritorno sulla terra per recuperare ciò che di buono c’era ancora nel più profondo angolo nascosto dei cuori dell’Umanità.

Ecco, è qui che comincia la vera storia.
Io non posso dirvi nulla di questa Ragazza, non posso dirvi né come si chiama né quanti anni ha, neppure dove abita, nemmeno lo stato, perché lei è ovunque con la mente, con il CUORE, con i suoi pensieri, con i suoi SOGNI...
Lei è apparentemente una Ragazza come tutte le altre, ma nel profondo, no.
Quando è sola, quando non ha nessuno, lei viaggia, viaggia nel mondo e conosce cose e vite che l’Umanità non vede.
Questi sono alcuni dei suoi scritti su alcune giornate:
“Oggi il cielo è cupo, nevica, ma nella neve si nasconde qualcosa, nell’aria, nella fievole e umida brezza c’è il sospiro del mondo, ormai è stanco, lo sento dentro di me, è forte, è impetuoso, è il lamento dell’anima, l’anima della terra.
Qualcosa deve arrivare, il mondo me lo dice, le piante, gli animali me lo dicono, ormai è da troppo tempo che il mondo aspetta, è il momento, è
arrivata la giusta ora. Ora gli Eletti, che ci sono lassù, devono fare qualcosa e subito, altrimenti qualcosa di grosso accadrà... il mondo si farà sentire, di nuovo... di nuovo...>>.
Ma sappiate che questi non sono come quei “manufatti” antichi ritrovati in seguito a chissà quale scavo archeologico o altro, ma sono cose attuali perché quella Ragazza di cui vi sto narrando la storia è ancora in vita.
Lei sa e conosce, sa perfettamente chi sono gli Eletti e cosa è successo loro e non appena ne avrà il potere li aiuterà a realizzare ciò che tutti loro si erano prefissati: la riconversione degli Eletti malvagi e il ritorno ad un mondo sereno e felice.

Come vi ho già detto la Ragazza protagonista di questa storia è ancora in vita quindi non potrei narrarvi le vicende della sua esistenza, ma in realtà posso, perché io so il suo futuro e tutto quello che le accadrà.
Questa non è una storia come tutte le altre, come vi ho già detto, e non ha il classico finale da fiaba, dove la protagonista è felice e contenta.

Gli anni passano e la nostra Ragazza cresce, sviluppa i suoi ideali, ma non li mette ancora in pratica, aspetta il segnale, il segnale da parte del mondo.
Lei è impaziente, ma deve aspettare, aspettare, e aspettare ancora tanto.
Non ci riesce, e così inizia a parlare dei suoi ideali, degli Eletti, dei suoi SOGNI, dei viaggi che faceva e fa con il CUORE e con la mente, di ciò che era successo al mondo e così tutti la presero per pazza; i genitori la riempirono di pillole, farmaci e altre cose, la portarono a far curare da tutti gli psicologi esistenti al mondo, tanto erano disperati; i compagni e gli amici, anche le sue amiche del cuore, la scrutavano con occhi perfidi, ciechi alla realtà, quella vera, quella che lei vedeva e conosceva, quella che non poteva essere capita dall’“Umanità”, perché solo gli Eletti potevano capire veramente cos’era la verità, sul mondo, sulla natura e su tutti gli altri esseri che ora popolano questo triste pianeta, omai distrutto dagli Eletti malvagi.

Mentre questo accadeva sulla terra, in cielo, sulle nuvole bianche, qualcosa stava cambiando, gli Eletti, tutti, tranne i Capi Bianchi, stavano male, avevano contratto una malattia strana incurabile, perché non avevano trovato ancora un rimedio tra le risorse della natura a loro disposizione.

Torniamo alla vita della nostra Ragazza.
I genitori, vedendo che nonostante tutti i loro sforzi non riuscivano a cambiare la situazione, decisero di rinchiudere la loro figlia (presunta) “pazza”, in manicomio.
Ella vi entrò due settimane dopo la “tragica” decisione:
il manicomio era un posto tetro, cupo, a volte sembrava, e dico sembrava, di vedere dei topi, anzi, grossi ratti, sgattaiolare ai bordi delle pareti; la Ragazza pensò: “Io non sono matta lo so, ma loro non lo capiscono, e non lo capiranno mai, ma qui si diventa matti veramente. Devo uscire da qui, altrimenti riusciranno a far diventare realtà ciò che pensano di me”.
La Ragazza rimase più di un mese in quell’orribile luogo; continuava a scrivere quella sua sorta di diario, le sue riflessioni sulle giornate e su quello che provava o pensava, eccone una:
“Questo posto è terribile! I medici sembrano mostri, ti danno cibo schifoso, e non so nemmeno se si può veramente definire cibo, sembra piuttosto una brodaglia salata, con melma di alghe. Non posso resistere ancora per molto; sento che qualcosa la fuori sta iniziando a cambiare, la Mutazione sta iniziando”.
Ecco un’altra delle sue riflessioni, la più importante che ha scritto dentro il manicomio:
“Vivere, vivere la LIBERTÀ, vivere si, ma come?
Libertà, parola ambita da tutti.
Libertà, ma che cos’è veramente la Libertà?
Quando ci si può definire liberi?
La Libertà, oggetto di vita; si è liberi quando il nostro cuore haciò per cui ha lottato, per tutta la vita fino al compimento del suo più grande desiderio.”

Intanto gli Eletti continuavano a stare male per colpa di quella malattia ancora incurabile e completamente sconosciuta, tutti, ormai anche i Capi Bianchi, l’avevano contratta e nessuno a questo punto aveva più nemmeno la forza di trovare un rimedio, una cura per salvarli tutti, nessuno oramai tranne uno, il più vecchio ed il più saggio tra gli Eletti, colui che li portò lì su, in alto nel cielo, tra le nuvole bianche...

Era il momento, ora doveva accadere, il segnale doveva arrivare, e arrivò, arrivò forte e chiaro dal mondo:
una tempesta, la più grande tempesta che l’Umanità avesse mai visto; schegge di vetro, grandine, vento che soffiava come non aveva mai soffiato prima, uragani, tsunami, tempeste di sabbia, vortici, maremoti, maree impazzite, si abbatterono ovunque sulla crosta terrestre.
Milioni, anzi, miliardi di persone morirono, i feriti non si contavano.
Quello era il segnale; la Terra aveva iniziato la sua rivolta...

La nostra Ragazza è ancora in manicomio, piena di farmaci e punture, ed ora sta dormendo.
Al suo risveglio vede il terribile caos che sta succedendo.
Dopo vari tentativi miseramente falliti, decide di ritentare la fuga per l’ennesima volta.
Ci riesce, e non appena si mette al sicuro il caos cessa ed una pace assoluta ricopriva la terra, per certi aspetti quasi inquietante era il silenzio che incombeva in quel momento.
Ad un tratto qualcosa irruppe dal cielo: piccoli, minuscoli, quasi insignificanti, candidi fiocchi di neve affievolirono la tensione che si era propagata a dismisura sul pianeta.
La Ragazza, vedendo quella scena pensò alla neve che cadeva dal cielo, e gli venne in mente una poesia, quindi prese in fretta il suo quadernino degli appunti ed iniziò a scrivere, prima che le parole le fuggissero dalla mente:

Neve
Candida e gelida
Che arriva
All’improvviso
E lenta cade
Verso la terra
E la fa imbiancare
La fa sembrare
Panna e come lei
È soffice e morbida.
Neve
Cade lentamente
Annebbia i tuoi pensieri
E offusca la tua mente
Ti fa sognare
E tu diventi felice
Sei felice di essere
Nel mondo dei tuoi Sogni
Nel mondo del tuo Cuore

Il mondo intorno si era improvvisamente calmato: le tempeste, gli uragani, la grandine, la pioggia che squarciava anche gli ombrelli, arano state sostituite da piccoli, calmi e innocui fiocchi di neve, soffici e candidi come non lo erano mai stati.
La pace regnava sovrana nel mondo, l’anima della terra aveva placato la sua ira ed ora era in attesa, come la nostra ragazza, della discesa degli Eletti dal cielo, della loro ricomparsa sulla superficie terrestre e della loro prima azione di guarigione per far ritornare tutti gli Eletti, di un tempo, oramai però troppo lontano.

In alto nelle nuvole bianche, tutti, ma proprio tutti, si erano mutati negli Eletti malvagi e stavano tornando sulla terra dove dovevano stare, perché solo gli Eletti avevano il diritto di stare sulle nuvole, dato che gli Eletti malvagi erano impuri e le nuvole non potevano reggere il peso della malvagità.

La Ragazza non capiva ciò che stava accadendo perciò, dato che era una degli Eletti, quelli puri, decise di Volare su in alto nel cielo azzurro, tra le nuvole bianche, per vedere cosa stava accadendo: trovò tutti gli Eletti accasciati al suolo, solo uno dei Capi Bianchi, il Saggio, come lo chiamavano loro, era o meglio, sembrava, in perfetta forma.
La Ragazza iniziò a parlare:

<< Il mio cuore ha paura di soffrire nel vedere tutto questo >> con una voce flebile ma possente, che si diffuse rapidamente in tutto il cielo, l’anziano rispose: << Digli che la paura di soffrire è assai peggiore della stessa sofferenza; e che nessun cuore ha mai provato sofferenza quando ha inseguito i propri sogni, perché ogni momento di ricerca è un momento di incontro con l’ETERNITÀ>>.
Poi continuarono a parlare, ed il vecchio saggio le disse che con la sola forza di un solo Eletto dal cuore bianco e puro, si potevano ritrasformare tutti gli Eletti malvagi negli Eletti che erano all’inizio dei tempi; la ragazza allora chiese perché questo non era stato fatto mai, prima di allora, ed il vecchio rispose che nessuno si era voluto sacrificare per aiutare qualcuno che si era lasciato trasportare dalla malattia dell’Umanità e che non ne valeva la pena. Il vecchio saggio tacque per un momento, era addolorato, triste, triste perché nessuno si voleva più bene come un tempo.
La Ragazza si alzò in piedi, e con lo sguardo fisso in lontananza, sussurrò qualcosa, incomprensibile all’orecchio umano, ma il vecchio saggio capì perfettamente; la Ragazza iniziò lentamente a discendere dalle nuvole, e arrivata sulla terra si posò su di un colle dall’erba alta: da li potevano osservare un meraviglioso tramonto.
Con gli occhi fissi sul cielo tempestato di mille e più colori si librò nuovamente in aria e disse: << Cielo immenso e infinito in un mondo che cambia >>.
Così diffuse nell’aria tutta la sua energia con un bagliore quasi accecante;
ora tutti gli Eletti tornarono come all’inizio dei tempi, ma per poco, il vecchio saggio aveva impedito ai poteri della Ragazza di funzionare, e quando Ella gli venne incontro per chiedere spiegazioni, lui le disse << solo tu hai il diritto di essere una degli Eletti >> detto questo anche lui si tramutò in uno degli Eletti malvagi, cosi la Ragazza fu, è, e rimarrà sempre l’ULTIMA TRA GLI ELETTI...

Ora nel tramonto della notte lei rivive quella sera, e col cuore distrutto immagina il mondo di un tempo, pulito e luminoso, dove lei vorrebbe essere in ogni momento. Ma ogni volta che può, vola su nel cielo azzurro, tra le nuvole bianche, in un paesaggio sconfinato dove lei può sognare liberamente il suo mondo che non rivivrà mai.
__________________
"Non Puoi Credere che Non Ci Sarò Nelle Profondità Di Un Pensiero, Avrai Voglia Un Giorno Di Abbracciarmi Dirmi Quello Che Hai Dentro Di Te..."

GocciaBlu è offline   Rispondi Citando
Vecchio 12-01-2006, 04:43 PM   #2
enrichetto
Moderatore*
 
L'avatar di enrichetto
 
Data Registrazione: Aug 2005
Località: Roma
Messaggi: 7.987
Predefinito

Che talento!
Molto bello il racconto...brava

complimenti vivissimi
__________________
Io li odio i nazisti dell'Illinois...
enrichetto è offline   Rispondi Citando
Vecchio 12-01-2006, 04:56 PM   #3
goriziano
Moderatore*
 
L'avatar di goriziano
 
Data Registrazione: Nov 2006
Località: milano, più o meno...
Messaggi: 8.350
Predefinito

hai scritto una quantità infinita di cose su questo forum che non sono ancora riuscito a leggere tutto!!
ma sono scritte con molto talento e con tanto cuore...
e detto da uno che vende libri e ne legge a quintali.....
__________________
L'unda de ieer porta l'unda de incöö
l'öcc de un vecc l'era l'öcc de un fiöö

giuseppe


goriziano è offline   Rispondi Citando
Vecchio 12-01-2006, 06:33 PM   #4
GocciaBlu
Amico*
 
Data Registrazione: Nov 2006
Località: Ovunque ci sia amore e anche Modena...
Messaggi: 285
Predefinito

Grazie
Visto ho serriso, ultimamente ci riuscite solo voi!
Grazie di tutto... Vi voglio bene!!!!!!
__________________
"Non Puoi Credere che Non Ci Sarò Nelle Profondità Di Un Pensiero, Avrai Voglia Un Giorno Di Abbracciarmi Dirmi Quello Che Hai Dentro Di Te..."

GocciaBlu è offline   Rispondi Citando
Vecchio 12-01-2006, 08:06 PM   #5
goriziano
Moderatore*
 
L'avatar di goriziano
 
Data Registrazione: Nov 2006
Località: milano, più o meno...
Messaggi: 8.350
Predefinito

Citazione:
Visto ho serriso, ultimamente ci riuscite solo voi!
Grazie di tutto... Vi voglio bene!!!!!!
ehi goccina!!!!
finalmente hai tolto quel draghetto frignone!!
bene bene !!!
e poi che bello il tuo avatar nuovo!
mette allegria!!

continua a scrivere e noi continueremo a leggerTi!


conosci anche delle barzellette??
__________________
L'unda de ieer porta l'unda de incöö
l'öcc de un vecc l'era l'öcc de un fiöö

giuseppe


goriziano è offline   Rispondi Citando
Vecchio 12-01-2006, 08:08 PM   #6
GocciaBlu
Amico*
 
Data Registrazione: Nov 2006
Località: Ovunque ci sia amore e anche Modena...
Messaggi: 285
Predefinito

Dipende quali barzellette... aspetta che ti scrivo un mex privato, che è meglio
__________________
"Non Puoi Credere che Non Ci Sarò Nelle Profondità Di Un Pensiero, Avrai Voglia Un Giorno Di Abbracciarmi Dirmi Quello Che Hai Dentro Di Te..."

GocciaBlu è offline   Rispondi Citando
Vecchio 12-01-2006, 08:22 PM   #7
goriziano
Moderatore*
 
L'avatar di goriziano
 
Data Registrazione: Nov 2006
Località: milano, più o meno...
Messaggi: 8.350
Predefinito

bravissima, una più bella dell'altra!!
vedi che stiamo andando meglio?
non vedo più il frignone, scrivi poesie e racconti bellissimi, e scrivi pure barzellette!!

ora prova a fare la pazza come me, come pippy o come triste o gioiamia!!
tanto per fare dei nomi a caso......
__________________
L'unda de ieer porta l'unda de incöö
l'öcc de un vecc l'era l'öcc de un fiöö

giuseppe


goriziano è offline   Rispondi Citando
Vecchio 12-01-2006, 08:29 PM   #8
GocciaBlu
Amico*
 
Data Registrazione: Nov 2006
Località: Ovunque ci sia amore e anche Modena...
Messaggi: 285
Predefinito

mi spiace deluderti sai però le barzellette non sono mie... :P
Anche se ho cambiato avatar e scrivo poesie, racconti, e altro, il mio umore non è cambiato... sono sempre come prima, quando avevo quel draghetto piagniucolone al posto dell'immagine che mi ha fatto Nat...
va beh ora vado a dormire perchè domani alle sei mi devo svegliare.. Buona notte a tutti!
__________________
"Non Puoi Credere che Non Ci Sarò Nelle Profondità Di Un Pensiero, Avrai Voglia Un Giorno Di Abbracciarmi Dirmi Quello Che Hai Dentro Di Te..."

GocciaBlu è offline   Rispondi Citando
Vecchio 12-01-2006, 08:32 PM   #9
goriziano
Moderatore*
 
L'avatar di goriziano
 
Data Registrazione: Nov 2006
Località: milano, più o meno...
Messaggi: 8.350
Predefinito

sono però contento che hai fatto almeno un sorriso....
e ne hai fatti fare a me!
__________________
L'unda de ieer porta l'unda de incöö
l'öcc de un vecc l'era l'öcc de un fiöö

giuseppe


goriziano è offline   Rispondi Citando
Rispondi

Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di Scrittura
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi replicare
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato

Vai al Forum


Tutti gli orari sono GMT. Adesso sono le 08:27 PM.


Powered by vBulletin® Version 3.8.4
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.

Home - Cartoline Virtuali - Poesie -  Frasi - Citazioni Libri - Racconti - Amici - Angeli - Fate - Indiani - Bambini - Foto Blog - Link



Importazione e Ottimizzazione a cura di Cionfs