AuroraBlu Forum

Torna Indietro   AuroraBlu Forum > Generale > Riflessioni

Avvisi

Rispondi
 
Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
Vecchio 02-23-2011, 05:28 PM   #1
Luna74
Amico*
 
L'avatar di Luna74
 
Data Registrazione: Dec 2007
Località: Ogni piccola pozzanghera che riflette la luna...
Messaggi: 3.330
Invia un messaggio via MSN a Luna74
Predefinito Fiducia

"La fiducia è la base sulla quale si fondano tutti i rapporti umani. La fiducia determina il successo di una relazione umana e pone solide basi affinché possa durare nel tempo.
La fiducia è sempre un processo bilaterale, dare fiducia significa sempre riceverne in cambio. Concedere ai propri amici, colleghi, partner o conoscenti il massimo grado di fiducia significa facilitare i rapporti, renderli più armonici e sicuri e in questo modo conseguire i maggiori risultati sia sul piano professionale che su quello personale.
Fidarmi di Voi è la regola basilare del mio comportamento e far sì che io sia degno della Vostra fiducia la mia ambizione." dal Web




Che ne pensate??? è un argomento sul quale ultimamente mi arrovello molto
__________________
Si vive solo il tempo in cui si ama. C. A. Helvetius
Luna74 è offline   Rispondi Citando
Vecchio 02-23-2011, 09:37 PM   #2
goriziano
Moderatore*
 
L'avatar di goriziano
 
Data Registrazione: Nov 2006
Località: milano, più o meno...
Messaggi: 8.350
Predefinito Riferimento: Fiducia

Citazione:
Originariamente inviato da Luna74 Visualizza Messaggio
"La fiducia è la base sulla quale si fondano tutti i rapporti umani. La fiducia determina il successo di una relazione umana e pone solide basi affinché possa durare nel tempo.
se non esiste onestà e sincerità, la fiducia da sola non serve a nulla


Citazione:
Originariamente inviato da Luna74 Visualizza Messaggio
La fiducia è sempre un processo bilaterale, dare fiducia significa sempre riceverne in cambio. Concedere ai propri amici, colleghi, partner o conoscenti il massimo grado di fiducia significa facilitare i rapporti, renderli più armonici e sicuri e in questo modo conseguire i maggiori risultati sia sul piano professionale che su quello personale.
ma chi lo dice? da quando in qua la fiducia è SEMPRE bilaterale?
mica detto che la persona a cui offro la mia fiducia ricambi!!
concedere il massimo della fiducia può spesso servire solo a prendere mazzate più forti.
no, non credo in ciò che c'è scritto.
per rendere i rapporti affidabili e duraturi, servono onestà e sincerità, poi con la conoscenza reciproca si può provare a concedere fiducia sempre maggiore.
la fiducia va conquistata, gestita e ricambiata quando è matura .
Citazione:
Originariamente inviato da Luna74 Visualizza Messaggio
fidarmi di Voi è la regola basilare del mio comportamento e far sì che io sia degno della Vostra fiducia la mia ambizione." dal Web
frase da baci Perugina

LA SUA SODDISFAZIONE E' IL NOSTRO MIGLIOR PREMIO

BORKED

visto a fidarsi del capo???
__________________
L'unda de ieer porta l'unda de incöö
l'öcc de un vecc l'era l'öcc de un fiöö

giuseppe


goriziano è offline   Rispondi Citando
Vecchio 02-24-2011, 10:10 AM   #3
Alien
Amico*
 
L'avatar di Alien
 
Data Registrazione: Dec 2007
Località: Cintura di Orione, seconda stella a sinistra (un pò sotto Varese)
Messaggi: 2.801
Predefinito Riferimento: Fiducia

Dare fiducia è il primo passo per... essere fregati!
Se non fossimo in Italia, nel 2011, in una società che raccoglie le frattaglie di un capitalismo deteriorato, sicuramente la mia risposta sarebbe diversa, ma dati i presupposti non posso che pensare che, dando fiducia, nella maggior parte dei casi ci si dovrà solo guardare le spalle.

Nel mondo ideale di Peter Pan, invece, le cose andrebbero diversamente, ma quell'isola, dopotutto, non c'è
__________________
La forza del dialogo sta nelle voci fuori dal coro
Alien è offline   Rispondi Citando
Vecchio 02-24-2011, 11:45 AM   #4
liberaMente
Amico*
 
L'avatar di liberaMente
 
Data Registrazione: Nov 2010
Messaggi: 803
Predefinito Riferimento: Fiducia

Io credo che in un rapporto di qualsiasi natura la fiducia rappresenti quella parte intangibile dalla quale non possiamo assolutamente prescindere.
Einstein ha detto : ”É meglio essere ottimisti ed avere torto piuttosto che pessimisti ed avere ragione.”
Per la fiducia è uguale, è meglio dare fiducia e scoprire che era mal riposta che non dare fiducia.
Un rapporto che nasce basato sulla fiducia è magico, c’è la magia di credere in qualcosa che al momento non vediamo ma che sappiamo potrebbe esserci. Infatti la sensazione di poterci fidare è il più delle volte una sensazione di “pancia” è qualcosa che ci arriva ma non dai normali sensi.
Credo che una vita che non concepisce la fiducia sia una vita triste e piatta, al limite una vita sicura e a riparo da delusioni e fregatura, ma sicuramente insipida.

Citazione:
concedere il massimo della fiducia può spesso servire solo a prendere mazzate più forti.
Citazione:
Dare fiducia è il primo passo per... essere fregati!
Vivere all’ ombra di frasi del genere è come guidare con il freno a mano tirato

Lo sò, avevo detto che me ne sarei andato ma ci sono molte persone qui che con la loro sensibilità e intelligenza mi rendono tollerabili anche le altre, scusatemi.

Un abbraccio Walter,
non quello degli angeli… un altro
liberaMente è offline   Rispondi Citando
Vecchio 02-24-2011, 11:49 AM   #5
Antonio.1986
Amico*
 
Data Registrazione: Oct 2008
Località: Marigliano (NA)
Messaggi: 597
Cool Riferimento: Fiducia

[QUOTE=Alien;175431]Dare fiducia è il primo passo per... essere fregati!


Perciò "Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio" oppure "Chi fa da sè fa per tre." Si tutto sommato la penso pur io più o meno così... Giù la maschera..

"se non esiste onestà e sincerità, la fiducia da sola non serve a nulla" Ha detto Goriziano

Ma come si fa a sapere e uno è sincero od onesto?? Mica se uno ti dice come la pensa è per forza di cose sincero ed onesto? come si fa a vedere che non ti dice una bugia? E poi secondo me la fiducia non è direttamente e solamente collegabile o proporzionale alla sincerità... Magari perchè è affidabile al lavoro? ma questo è un dovere mi pare.. Oppure vi ha fatto un piacere quando lo avete chiesto? Se poteva perchè non avrebbe dovuto.. ancor più se poi lo ricambiate in futuro... Lo guardi negli occhi..? e poi..? mica uno si vede da queste cose solamente se è affidabile...io se mi è possibile faccio piacieri alle persone se lo chiedono, io guardo sempre negli occhi gli altri, o cerco di farlo il più possibile e credetemi, dico pure un mare di cazzate, bugie e falsità.. può essere pure divertente.. così nè tu nè gli altri saprai mai chi sei.. è eccitante.."moltiplichi la tua personalità" come diceva Wilde.. quando si viene scoperti poi uno si arrangia come può.. sono cinico? sarà.. o voi siete l'esempio perfetto di sincerità, onestà e tutte queste belle cose.. fiducia compresa.. Se si, sarete Santi Subito..
Dunque se uno non deve fidarsi farebbe meglio a vivere da solo ed isolato dal resto del mondo? Vabbè forse è esagerato.. o forse no.. meno si ha a che fare con gli altri meglio è... boh? "La maggior parte dei mali del mondo deriva dal fatto che nessuno sa stare chiuso nella propria stanza" più o meno questa era un pensiero di Pascal... La fiducia va conquistata!! Vero.. si.. d'accordo.. ma in base a quali parametri va valutata e magari va concessa, perchè nessuno la conquista in senso stretto, nei confronti dell'altro? Ognuno seglierà a modo suo probabilmente.. Però non ho mai visto alcuno "conquistatare" la fiducia, magari lottare per ottenerla si, ma senza che te la "concede" la persona in questione non la prendi mai.. E' un pò come quando, perdonate il paragone, una donna "Te la dà", non è mica l'uomo che conquista.. lo crede lui.. infatti tra uomini si dice: "Te l'ha data" e non "te la sei presa".. mentre tra donne: "L'hai data?".. certo l'uomo lotta.. ma se conquistasse soltanto farebbe un atto di "violenza" perchè è un pò come se prendesse senza chiedere.. Va bene che uno intende conquista in senso lato ma la donna si concede dopo la lotta dell'uomo che ci prova.. diciamo cosi per capirci.. idem per la fiducia..
POI COSA SIGNIFICA IL TERMINE FIDUCIA... Ognuno di noi darebbe molteplici risposte.. o direbbe le stesse cose con parole diverse correndo pure il rischio di non capirsi.. Qualcuno arriverebbe a dire che non esiste neanche.. ed altri il più alto dei sentimenti.. Io professo di non sapere ed essere il più ignorante tra gli ignoranti in materia.. e che la vera fiducia può esserci solo in un rapporto disinteressato tra le persone.. e forse si corre il rischio pure lì.. ma non si vive in una campana di vetro.. e se pure fosse possibile i vetri possono infrangersi in tanti modi.. poi tutto sommato è molto meglio il rischio dinamico che una sicurezza statica ed immobile.. meglio gli alti e i bassi, le cadute e le risalite, che l'appiattimento..
Antonio.1986 è offline   Rispondi Citando
Vecchio 02-24-2011, 02:37 PM   #6
goriziano
Moderatore*
 
L'avatar di goriziano
 
Data Registrazione: Nov 2006
Località: milano, più o meno...
Messaggi: 8.350
Predefinito Riferimento: Fiducia

Citazione:
Originariamente inviato da liberaMente Visualizza Messaggio
Lo sò, avevo detto che me ne sarei andato ma ci sono molte persone qui che con la loro sensibilità e intelligenza mi rendono tollerabili anche le altre, scusatemi.
non è una bella frase questa, non trovi?
cioè: tu con queste parole dai esplicitamente dello stupido a qualcuno, o comprendo male io le parole?
__________________
L'unda de ieer porta l'unda de incöö
l'öcc de un vecc l'era l'öcc de un fiöö

giuseppe


goriziano è offline   Rispondi Citando
Vecchio 02-24-2011, 03:24 PM   #7
liberaMente
Amico*
 
L'avatar di liberaMente
 
Data Registrazione: Nov 2010
Messaggi: 803
Predefinito Riferimento: Fiducia

Citazione:
Originariamente inviato da goriziano Visualizza Messaggio
non è una bella frase questa, non trovi?
cioè: tu con queste parole dai esplicitamente dello stupido a qualcuno, o comprendo male io le parole?
nel senso che non tutti possono piacermi allo stesso modo, credo sia normale questo. E se un giorno deciderò di dare esplicitamente dello stupido a qualcuno ti assicuro che questo se ne accorgerà senza ombra di dubbio.

Ora ti chiedo un cortesia, il post di Luna è interessante e profondo, è un peccato rovinarlo, se desideri altri chiarimenti facciamo in privato. Grazie Walter
liberaMente è offline   Rispondi Citando
Vecchio 02-24-2011, 05:39 PM   #8
Luna74
Amico*
 
L'avatar di Luna74
 
Data Registrazione: Dec 2007
Località: Ogni piccola pozzanghera che riflette la luna...
Messaggi: 3.330
Invia un messaggio via MSN a Luna74
Predefinito Riferimento: Fiducia

Gory scrive:
Citazione:
se non esiste onestà e sincerità, la fiducia da sola non serve a nulla
si io la penso allo stesso modo, anzi forse... diciamo che onestà e sincerità sn proprio la stoffa di cui è fatta la fiducia, ma forse ci sn altre cose dentro oltre a queste...

Citazione:
ma chi lo dice? da quando in qua la fiducia è SEMPRE bilaterale?
mica detto che la persona a cui offro la mia fiducia ricambi!!
anche quì sn d'accordo con te, anche se credo che il brano che ho citato (soprattutto provocatoriamente) volesse intendere qualcosa di sensibilmente diverso... e cioè: la fiducia genera fiducia, x ottenere la fiducia dell'altro devo concedere la mia, e l'altro per darmi la sua deve avere la "sensazione" che anche io gliela concedo... chi per primo? boh... forse simultaneamente... cioè appena sento che l'altro si apre al mio modo e vi fa affidamento, anche io lo faccio...magari inconsapevolmente, ossia di "pancia" come dice Walter.
Sicuramente nn è una regola questa, ci sn persone estremamente ferite che nn danno fiducia a nessuno (o quasi) e persone ingenue e credulone con grandi scorte interne di fiducia che continuano ad elargire nonostante le delusioni accumulate... ma tra questi due estremi ci sta, credo, la maggioranza degli individui, e questa maggioranza regola l'equilibrio tra il dare e il ricevere forse in base alle proprie esperienze... mah... sto punto lo riprendo alla fine di questo papiro... fidatevi!

Alienuccio scrive:
Citazione:
Dare fiducia è il primo passo per... essere fregati!
Se non fossimo in Italia, nel 2011, in una società che raccoglie le frattaglie di un capitalismo deteriorato, sicuramente la mia risposta sarebbe diversa, ma dati i presupposti non posso che pensare che, dando fiducia, nella maggior parte dei casi ci si dovrà solo guardare le spalle.

Nel mondo ideale di Peter Pan, invece, le cose andrebbero diversamente, ma quell'isola, dopotutto, non c'è
fai una lettura molto interessante, ad ampio spettro, sociale. Cioè secondo te la nostra soggettiva capacità di fidarci è influenzata (negativamente) dalla situazione socio-culturale che viviamo nel contesto storico attuale. Quindi nel dopo guerra, periodo della ripresa economic, un cittadini italiano medio ha maggiore fiducia nel prossimo secondo te? Lo so che con questa domanda ti stuzzico molto... Cmq L'Isola che non c'è è il posto dove voglio vivere.. ma senza Peter Pan!!! no di quelli ne ho già avuti troppi!!!

Walter scrive:

Citazione:
Un rapporto che nasce basato sulla fiducia è magico, c’è la magia di credere in qualcosa che al momento non vediamo ma che sappiamo potrebbe esserci. Infatti la sensazione di poterci fidare è il più delle volte una sensazione di “pancia” è qualcosa che ci arriva ma non dai normali sensi.
Credo che una vita che non concepisce la fiducia sia una vita triste e piatta, al limite una vita sicura e a riparo da delusioni e fregatura, ma sicuramente insipida.
vero la fiducia è magia
Senza fiducia la vita è triste, piatta e dolorosa aggiungo. Nessuno immagino smette di fidarsi del prossimo senza una ragione...credo sia sempre difensiva la mancanza di fiducia. Chi non si fida vive male, ha perso la speranza della comunione autentica, del donarsi all'altro e del ricevere autenticamente dall'altro... ma quando è avvenuta questa perdita? cioè: nn credo che congenitamente noi nasciamo senza fiducia o con la fiducia...


Antonio... hai fatto un papiro degno della mia firma (nn lo cito solo x questioni di spazio )! cmq non mi sembri cinico, solo nn riesco a capire chiaramente la tua posizione a riguardo... all'inizio dici che a volte anche tu assumi diversi volti e ammetti di mentire... credo tu sia molto sincero e per nulla ipocrita anche di fronte a te stesso. Ognuno di noi nasconde i famosi scheletri dentro l'armadio...dell'anima! cose che spesso nn ammettiamo neanche a noi stessi, ma che ci sn e fanno parte di noi. In questo senso sei molto sincero con te stesso, ma forse anche tu oscilli come me tra il bisogno di dare fiducia e quelo di difederti, anche se alla fine dichiari che preferisci cadere e rialzarti piuttosto che non muovere un passo e... si la nostra vita è proprio così a bene vedere...

Eppure io mi chiedo questo (riprendendo il punto suddetto.. avete visto?): se la nostra capacità di fidarci dipende dall'esperienza... da quale esperienza dipenderà? da quella che facciamo dall'adolescenza in poi? o prima? perchè nonostante le esperienze io noto, come prima ho già detto, che alcuni rimangono, anche di fronte alle batoste della vita, fiduciosi fino alla fine, ed altri invece non si sn mai fidati molto del prossimo... ho già deto che non credo sia congenita sta benedetta capacità di fidarsi... secondo voi?
Altra domanda: ognuno di noi interpreta diversamente i comportamenti degli altri... questo influenza anche la nostra capacità di fidarci???

Io sn una persona che si fida troppo... da sempre. Ultimamente però sto con lo scudo alto... ma siccome è nella mia natura fidarmi, più alzo lo scudo, più soffro. Vorrei tanto non avere più questi pensieri, vorrei non aspattarmi più cazzotti, vorrei sentirmi compresa e accolta davvero dall'altro. Perchè x me la fiducia presuppone la COMPRENSIONE non solo razionale, ma empatica emotiva dell'altro... e la sua accettazione x quello che è. In questo campo ultimamente Oscillo...


PS: Gory: Vieni avanti cretino... bellissimo! ho riso con le lacrime!
__________________
Si vive solo il tempo in cui si ama. C. A. Helvetius
Luna74 è offline   Rispondi Citando
Vecchio 02-24-2011, 07:59 PM   #9
Alien
Amico*
 
L'avatar di Alien
 
Data Registrazione: Dec 2007
Località: Cintura di Orione, seconda stella a sinistra (un pò sotto Varese)
Messaggi: 2.801
Predefinito Riferimento: Fiducia

Citazione:
Originariamente inviato da Luna74 Visualizza Messaggio
fai una lettura molto interessante, ad ampio spettro, sociale. Cioè secondo te la nostra soggettiva capacità di fidarci è influenzata (negativamente) dalla situazione socio-culturale che viviamo nel contesto storico attuale. Quindi nel dopo guerra, periodo della ripresa economic, un cittadini italiano medio ha maggiore fiducia nel prossimo secondo te? Lo so che con questa domanda ti stuzzico molto... Cmq L'Isola che non c'è è il posto dove voglio vivere.. ma senza Peter Pan!!! no di quelli ne ho già avuti troppi!!!
carissima, perchè te ne stupisci? in un periodo di "vache grasse" è normale dare ed elargire, al contrario in un periodo di "vacche magre" tutti si tengono stretto ciò che hanno. Pensi che la fiducia non possa rientrare in questo normale iter?
Sai bene come la penso circa il nostro presente, che non regala nulla a nessuno.
Tutt'altra cosa, comunque, è il rapporto stretto e solidale, che si può realizzare tra due persone: Peter e Wendy si possono anche chiamare Giacomo e Marika, l'isola che non c'è può anche trovarsi in via Marsala, secondo piano, interno C, ma questa è un'altra storia
__________________
La forza del dialogo sta nelle voci fuori dal coro
Alien è offline   Rispondi Citando
Vecchio 02-24-2011, 11:53 PM   #10
Rosanna
Amico*
 
L'avatar di Rosanna
 
Data Registrazione: Jan 2007
Località: in un posto che conoscono gli aironi: li nel regno dei Cieli
Messaggi: 4.411
Invia un messaggio via MSN a Rosanna
Predefinito Riferimento: Fiducia

Secondo me dare fiducia è mettersi nella condizione di aspettarsi il "bene". Quindi condivido il fatto che serva per migliorare i rapporti sociali, e che ne sia alla base. Ovviamente non tutti sono disposti a dare fiducia, questo perché o nella loro vita hanno incontrato persone in cui era mal riposta oppure per un'educazione sbagliata.
Ci sono persone che hanno paura di tutti e di tutto eppure nessuno li ha mai delusi nè gli ha fatto del male, ma è solo un fatto congenito oserei dire.
La cosa peggiore è che se uno frequenta una di queste persone non è che quella migliora con i suoi slanci di fiducia, ma immancabilmente la sfiducia dilaga!
Cioè vorrei dire che è più facile che uno che ha fiducia diventi sfiduciato che il contrario.
__________________
Chi trova un amico trova un tesoro!
Rosanna è offline   Rispondi Citando
Vecchio 02-25-2011, 08:56 AM   #11
Antonio.1986
Amico*
 
Data Registrazione: Oct 2008
Località: Marigliano (NA)
Messaggi: 597
Predefinito Riferimento: Fiducia

LUNA74 SCRIVE:
Eppure io mi chiedo questo (riprendendo il punto suddetto.. avete visto?): se la nostra capacità di fidarci dipende dall'esperienza... da quale esperienza dipenderà? da quella che facciamo dall'adolescenza in poi? o prima? perchè nonostante le esperienze io noto, come prima ho già detto, che alcuni rimangono, anche di fronte alle batoste della vita, fiduciosi fino alla fine, ed altri invece non si sn mai fidati molto del prossimo... ho già deto che non credo sia congenita sta benedetta capacità di fidarsi... secondo voi?
Altra domanda: ognuno di noi interpreta diversamente i comportamenti degli altri... questo influenza anche la nostra capacità di fidarci???


Non credo che ci sia un vero e proprio tempo della fiducia.. infanzia, adolescenza, giovinezza o maturità... Ti faccio un esempio un pò pesante.. perdonami.. Immagina una donna che viene stuprata a 40 anni.. magari ha trascorso una vita felice fino a quell'attimo.. normale..poteva avere come non avere fiducia però è sicuro che dopo non riesce a fidarsi più di nessuno, specie uomini.. e ci vuole tempo e grande forza per superare questa diffidenza e sofferenza.. e non è detto che ci riesca purtroppo.. ecco, l'esempio è un pò eclatante ma ti dimostra che non esistono "tempi di fiducia".. certo, se uno trascorre una infanzia o adolescenza negative sarà con molta probabilità più chiuso di altri che invece sono stati relativamente felici.. Dipende, con alto grado di probabilità, la fiducia, dalle esperienze che facciamo.. un conto è se per tutta la vita uno ha a che fare con dei pezzi di merda, magari all'interno anche della propria famiglia in un rapporto di parentela stretto, un conto è incontrare pure persone leali, che ti fanno pensare che al mondo c'è ancora qualche giusto da trovare..eppure non è detto che sia così.. la fiducia non è una scienza esatta... o meglio le eperienze non lo sono.. Riflettendo pure un pò sulla situazione "Post-capitalista" di oggi, quando parlo con persone di una certa età, ti dicono sempre una parola che ormai nessuno più pronuncia, che nessuno sa veramente che vuol dire.. è la parola ONORE.. Cos'è? ammetto che "definire è limitare" ma questa parola mi sfugge proprio.. sentine il suono.. ONORE.. è molto più forte di sincerità ed onestà e pure di fiducia..
La fiducia non è congenita secondo me, a meno che domani non trovino il cromosoma o il gene della fiducia.. sai perchè? xchè essa non nasce NEGLI uomini, ma TRA gli uomini... è un collante che li tiene uniti per quanto possibile..
Come interpretare gli altri? Mmmh.. rischio di diventare prolisso.. quindi meglio che mi stoppo.. se lo vuoi sapere, te lo dico un'altra volta..
ciaoooooooooooooooo
Antonio.1986 è offline   Rispondi Citando
Vecchio 02-25-2011, 12:33 PM   #12
liberaMente
Amico*
 
L'avatar di liberaMente
 
Data Registrazione: Nov 2010
Messaggi: 803
Predefinito Riferimento: Fiducia

Citazione:
Eppure io mi chiedo questo (riprendendo il punto suddetto.. avete visto?): se la nostra capacità di fidarci dipende dall'esperienza... da quale esperienza dipenderà? da quella che facciamo dall'adolescenza in poi? o prima?
Rossana dice:
Citazione:
Ci sono persone che hanno paura di tutti e di tutto eppure nessuno li ha mai delusi nè gli ha fatto del male, ma è solo un fatto congenito oserei dire.
tu dici di non credere che nasciamo senza fiducia, ma ti chiedi anche da quale esperienza o meglio quando facciamo l'esperienza da cui deriviamo questa nostra mancanza di fiducia. Se nell' adolescenza o prima.

Ti chiedo, ammesso che tu contempli la dottrina di Pitagora come plausibile, in riferimento alla mancanza di fiducia "congenita" di alcuni, non potrebbe trattarsi del retaggio di un esperienza negativa fatta in una precedente incarnazione della quale percepiamo inconsciamente gli effetti e ci comportiamo di conseguenza in questa vità?

Citazione:
Altra domanda: ognuno di noi interpreta diversamente i comportamenti degli altri... questo influenza anche la nostra capacità di fidarci???
Direi di si, la sensazione di "pancia" che ci dice se ci possiamo fidare o meno a cui mi riferivo sopra penso venga provocata dalla somma degli atteggiamenti dell' altro su ogni piano.Questi atteggiamenti vengono, passami il termine, misurati in base ad una personale tabella di parametri e quindi un atteggiamento che per mè è degno di fiducia magari per te non lo è. Ognuno di noi è la somma delle proprie esperienze quindi credo sia normale che interpretiamo in modo diverso lo stesso segnale.
liberaMente è offline   Rispondi Citando
Vecchio 02-25-2011, 02:39 PM   #13
delfina
Amico*
 
L'avatar di delfina
 
Data Registrazione: Aug 2010
Località: Modena
Messaggi: 7.209
Predefinito Riferimento: Fiducia

Citazione:
Liberamente:Lo sò, avevo detto che me ne sarei andato ma ci sono molte persone qui che con la loro sensibilità e intelligenza mi rendono tollerabili anche le altre, scusatemi.
Citazione:
Gory: non è una bella frase questa, non trovi?
Straquoto!!!

Citazione:
Originariamente inviato da liberaMente Visualizza Messaggio
nel senso che non tutti possono piacermi allo stesso modo, credo sia normale questo. E se un giorno deciderò di dare esplicitamente dello stupido a qualcuno ti assicuro che questo se ne accorgerà senza ombra di dubbio.
A nessuno piace tutto il mondo, ma ci sono modi e modi di dire le cose eccotutto.
Se un giorno, tu, dovessi pensare una cosa del genere spero che la terrai per te poichè sarebbe una considerazione assolutamente soggettiva, inutile e offensiva.

Walter..please ..ma che parlo a fare, allora, io???

Citazione:
Liberamente: Ora ti chiedo un cortesia, il post di Luna è interessante e profondo, è un peccato rovinarlo, se desideri altri chiarimenti facciamo in privato. Grazie Walter
Luna mi perdonerà anche perchè adesso sto per farle una dichiarazione pubblica d'amore: Lunaaaaaaa ma dove sei stata in tutto questo tempo??? Mi piacciono i tuoi papiri ...certo che tra te e Antonio c'è da fare notte
delfina è offline   Rispondi Citando
Vecchio 02-26-2011, 02:13 PM   #14
Rosanna
Amico*
 
L'avatar di Rosanna
 
Data Registrazione: Jan 2007
Località: in un posto che conoscono gli aironi: li nel regno dei Cieli
Messaggi: 4.411
Invia un messaggio via MSN a Rosanna
Predefinito Riferimento: Fiducia

Non vorrei essere troppo intromettente, ma devo ribadire il fatto che secondo me la fiducia nasce un pò congenita. Per spiegarmi meglio vi dico solo che, riprendendo l'esempio estremo di Antonio, se la donna fosse rimasta incinta conservando dentro di sè tutte le paure acquisite, non pensate che il nascituro conservi in sè quella paura trasmessa dalla madre nella sua prima fase della vita? Io credo di si e mi spiego così come mai alcune persone figli di paurosi sono a loro volta paurosi! Poi è vero che molto è condizionato dalla vita che uno svolge e dalle persone che incontra.
__________________
Chi trova un amico trova un tesoro!
Rosanna è offline   Rispondi Citando
Vecchio 02-26-2011, 11:57 PM   #15
Antonio.1986
Amico*
 
Data Registrazione: Oct 2008
Località: Marigliano (NA)
Messaggi: 597
Lightbulb Riferimento: Fiducia

Penso che se la donna tenga il figlio quest'ultimo non potrà che essere coraggioso se proprio deve avere una qualità piuttosto che pauroso visto che la scelta della madre per quanto possa apparire condivisibile o meno batte la paura ed è coraggiosa, forte, piena di speranza ecc... e non affatto scontata.. certo uno nasce con un carattere, con delle qualità innate, ma tutte queste se non trovano sbocchi, terreno fertile in un ambiente fecondo non germogliano e finiscono inevitabilmente per diventatre secche...
Tutti hanno delle qualità... è fuori discussione questo.. siamo tutti la sintesi di due persone.. abbiamo i doni, diciamo che ce li ha dati il Padre Eterno, ma come tutte le cose hanno bisogno di acqua, terra, aria, cura...
Poi se i genitori sono molto paurosi è più facile che lo siano pure i figli.. Xchè? Xchè i primi divantano iperprotettivi, troppo troppo... a volte non si accorgono che tappano le ali a coloro che più vogliono bene... non di certo perchè hanno subito uno stupro che li mette paura... certo possono essere predisposti già per carattere ad accogliere alcune cose piuttosto che altre.. Xò se ammettessimo una fiducia congenita a prescindere,sempre e comunque, dovremmo ammettere tutte le altre cose: Es. un criminale che genera un altro criminale, un uomo giusto che genera un altro giusto e cosi via... non è mica vero sempre... anzi tutt'altro...
Antonio.1986 è offline   Rispondi Citando
Rispondi

Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di Scrittura
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi replicare
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato

Vai al Forum


Tutti gli orari sono GMT. Adesso sono le 05:53 PM.


Powered by vBulletin® Version 3.8.4
Copyright ©2000 - 2018, Jelsoft Enterprises Ltd.

Home - Cartoline Virtuali - Poesie -  Frasi - Citazioni Libri - Racconti - Amici - Angeli - Fate - Indiani - Bambini - Foto Blog - Link



Importazione e Ottimizzazione a cura di Cionfs