Discussione: Il dolore nella poesia
Visualizza Messaggio Singolo
Vecchio 09-06-2010, 07:41 PM  
Cucciolo
Amico*
 
L'avatar di Cucciolo
 
Data Registrazione: Jan 2010
LocalitÓ: Reggio Emilia
Messaggi: 250
Invia un messaggio via MSN a Cucciolo
Predefinito Riferimento: Il dolore nella poesia

ALBA

" Veleggio nel cristallo dell' aurora,
nel rigore dell' algido riflesso,
la voce affievolita, come lama,
oppressa dalla notte e dal lamento.

S' apre il cristallo in pallor di nube,
dilegua l' ombra, e il silenzio, il senso
del ricordo notturno soffocato
dal sussurro del giorno appena nato. "




TRAMONTO

" Cos' altro mai puoi dirmi che io non sappia,
vena del sol che sangue dai alla terra,
sfilacciar quieto di nebbia rifratta
tra l' azzurro del mare e il ciel vermiglio?
Quanti tramonti affollano i ricordi,
quante lingue di fuoco sulle acque,
e tutti si confondono, di notte,
quando, calato il sole, chiudi gli occhi. "


( JosÚ Saramago )
__________________
Sabrina (http://lalunanelmare-poesie.blogspot.com)
Cucciolo Ŕ offline   Rispondi Citando