Discussione: Il dolore nella poesia
Visualizza Messaggio Singolo
Vecchio 09-11-2010, 09:43 PM  
Cucciolo
Amico*
 
L'avatar di Cucciolo
 
Data Registrazione: Jan 2010
Localitā: Reggio Emilia
Messaggi: 250
Invia un messaggio via MSN a Cucciolo
Predefinito Riferimento: Il dolore nella poesia

Non č finita la strada...

Non č finita la strada.
Nell' ombra tarda mi seggo affaticato, solo.
La nebbia copre le strade,
la rugiada mi bagna i piedi,
é spento il mio fuoco,
nč una capanna, nč una fiamma.
Esalta la libertā folle,
o anima liberata!
In questi campi oscuri
tutto a me č soggetto
tutta la notte č mia;
e ogni filo d' erba
e ogni goccia di rugiada
e ogni fiotto mi ode,
respira il mio sogno;
sommersa nell' ansia mia
č l' anima universa.
Lontana č l' alta soglia;
affaticato e stanco
davanti alle umide ceneri
da me stesso rifulgo,
da solo m' assegno il cammino,
nč cattivo, nč buono.
Non c'č nel vasto campo,
nč una capanna, nč una fiamma.
Esalta la libertā folle,
o anima liberata!

( Th. Sollogub, poeta russo )
__________________
Sabrina (http://lalunanelmare-poesie.blogspot.com)
Cucciolo č offline   Rispondi Citando