AuroraBlu Forum

AuroraBlu Forum (http://www.aurorablu.it/forum/index.php)
-   Frasi, aforismi (http://www.aurorablu.it/forum/forumdisplay.php?f=16)
-   -   Cos'è un amico? (http://www.aurorablu.it/forum/showthread.php?t=3010)

Katya 02-07-2005 01:45 PM

Cos'è un amico?
 
Semplice .... L'amico è quello che ti aspetta, anche se tutto il mondo se n'è andato.

inger 02-07-2005 02:12 PM

bellissima !

Katya 02-07-2005 02:38 PM

Hai ragione!

Senza_Ali86 02-09-2005 02:02 PM

Bella! :rose Un'amica una volta mi scrisse :"Credo che gli amici siano angeli silenziosi che ci aiutano a rimetterci in piedi quando le nostre ali non si ricordano più come si fa a volare.."
:hug ;) :rose

Only 02-14-2005 09:48 PM

...è chi c'è sempre...oltre il tempo e le distanze!

astra 02-05-2006 07:02 PM

Un amico è colui al quale puoi rivelare
i contenuti del tuo cuore
ogni grano e granello,
sapendo che le mani più gentili
li passeranno al setaccio
e che solo le cose di valore
verranno conservate.
Tutto il resto verrà scartato
con un soffio gentile.

illary 02-05-2006 08:07 PM

ecco qual'è per me la più grande citazione x l'amicizia.
i nutile dire da dove è presa vero?
chi nn l'ha amata??!!!

Citazione:

"Sono una volpe" disse la volpe. "Vieni a giocare con me? disse il Piccolo Principe, "sono così triste..."
"non posso giocare con te, non sono addomesticata, non sei da queste parti tu.. ma cosa cerchi?" disse la volpe.
"cerco degli amici. Ma cosa vuol dire addomesticare?"
"E' una cosa da molto dimenticata. Vuol dire creare dei legami"
"Creare dei legami?"
"Certo, disse la volpe, tu fino ad ora, per me, non sei che un ragazzino uguale a centomila ragazzini. E non ho bisogno di te. E neppure tu hai bisogno di me. Io non sono per te che una volpe uguale a centomila volpi. Ma se tu mi addomestichi, noi avremo bisogno l'uno dell'altro. Tu sarai per me unico al mondo, e io sarò per te unica al mondo."
"Comincio a capire" disse il piccolo principe. [...]
La volpe:" La mia vita è monotona, io do la caccia alle galline, e gli uomini danno la caccia a me. Tutte le galline si assomigliano, e tutti gli uomini si assomigliano e io mi annoio per ciò. Ma se tu mi addomestichi la mia vita sarà come illuminata. Conoscerò un rumore dei passi che sarà diverso da tutti gli altri. E poi guarda! Vedi laggiù in fondo, dei campi di grano? Io non mangio il pane e il grano per me è inutile. I campi di grano non mi ricordano nulla. E questo è triste! ma tu hai dei capelli color dell'oro. Allora sarà meraviglioso quando mi avrai addomesticato. Il grano che è dorato, mi farà pensare a te. E amerò il rumore del vento nel grano..."
la volpe tacque e guardò a lungo il piccolo principe:
"per favore ... addomesticami", disse.
"Volentieri", rispose il piccolo principe, " Ma non ho molto tempo, però. Ho da scoprire degli amici, e da conoscere molte cose".
" Non si conoscono che le cose che si addomesticano" disse la volpe. " Gli uomini non hanno più il tempo per conoscere nulla. Comperano dai mercatini le cose già fatte. Ma siccome non esistono mercatini di amici, gli uomini non hanno più amici. se tu vuoi un amico addomesticami!"
"che bisogna fare?" domandò il piccolo principe.
" Bisogna essere molto pazienti.. In principio tu sederai un po lontano da me, così, nell'erba. Io ti guarderò con la coda dell'occhio e tu non dirai nulla. Le parole sono una fonte di malintesi. Ma ogni giorno tu potrai sederti un po più vicino..."
Il piccolo principe tornò l'indomani.
"Sarebbe stato meglio ritornare alla stessa ora" disse la volpe " se tu vieni per esempio tutti i pomeriggi verso le quattro, dalle tre io allora comincio ad essere felice. Col passare dell'ora aumenterà la mia felicità. Quando saranno le quattro, incomincerò ad agitarmi ed a inquietarmi; scoprirò il prezzo della felicità! ma se tu vieni non si sa quando, io non saprò quando prepararmi in cuore... Ci vogliono i riti!" [...]
Così il piccolo principe addomesticò la volpe.
E quando l'ora della partenza fu vicina:
"Ah!" disse la volpe, ".. Piangerò...".
" la colpa è tua", disse il piccolo principe, " io non ti volevo fare del male, ma tu hai voluto che ti addomesticassi..."
" E' vero" disse la volpe.
"Ma piangerai !" Disse il piccolo principe.
"E' certo" disse la volpe.
"Ma allora che ci guadagni?"
"Ci guadagno", disse la volpe," Il colore del grano".[...]
Pio soggiunse: "va a vedere le rose. Capirai che la tua è unica al mondo! (il piccolo principe aveva una amica rosa nel suo pianeta)
"Quando ritornerai a dirmi addio ti dirò un segreto".
Il piccolo principe se ne andò a rivedere le rose.
"Voi non siete per niente simili alla mia rosa, voi non siete ancora niente, nessuno vi ha ancora addomesticato, e voi non avete addomesticato nessuno. Voi siete come era la mia volpe. Non era che una volpe uguale a tutte le altre. Ma ne ho fatto il mio amico e ora è per me unica al mondo".
E le rose erano a disagio.
"Voi siete belle, ma siete vuote", disse ancora "Non si può morire per voi. Certamente un qualsiasi passante crederebbe che la mia rosa vi rassomigli, ma le, lei sola, è più importante di tutte voi, perchè è lei che ho innaffiata. Perchè è lei che ho messa sotto una campana di vetro. Perchè è lei che ho riparata col paravento. perchè su di lei ho uccisi i bruchi: perchè è lei che ho ascoltato lamentarsi o vantarsi, o anche qualche volta tacere. Perchè è la mia rosa.
E ritornò dalla volpe.
"Addio" disse.

Azazel 02-05-2006 09:25 PM

Grandissima Illary..

"Voi non siete per niente simili alla mia rosa, voi non siete ancora niente, nessuno vi ha ancora addomesticato, e voi non avete addomesticato nessuno. Voi siete come era la mia volpe. Non era che una volpe uguale a tutte le altre. Ma ne ho fatto il mio amico e ora è per me unica al mondo".
E le rose erano a disagio.
"Voi siete belle, ma siete vuote", disse ancora "Non si può morire per voi. Certamente un qualsiasi passante crederebbe che la mia rosa vi rassomigli, ma le, lei sola, è più importante di tutte voi, perchè è lei che ho innaffiata. Perchè è lei che ho messa sotto una campana di vetro. Perchè è lei che ho riparata col paravento. perchè su di lei ho uccisi i bruchi: perchè è lei che ho ascoltato lamentarsi o vantarsi, o anche qualche volta tacere"

L'ho letta una sola volta..di sfuggita, ma la ricordo ancora come fosse oggi..quanta poesia!

Rizza 02-06-2006 02:03 PM

Che belle che sono tutte le vostre frasi!!! :LOL
Siete proprio dei sentimentali!! ;)
Un abbrccio a tutti ciao ciao

Clary_lee 02-06-2006 02:14 PM

Amico è colui che ti fa sorridere, quando avresti solo voglia di piangere...[/b]

02-07-2006 11:58 AM

L'amico è innanzitutto colui che non giudica.

L'amico è colui che apre la porta al viandante, alle sue stampelle, al suo bastone deposto in un canto e non gli chiede di danzare per giudicare la sua danza.

E se il viandante parla della primavera ormai sopraggiunta, l'amico e colui che riceve dentro di sé la primavera.

E se gli racconta l'orrore della carestia del villaggio dal quale proviene, l'amico soffre con lui la fame.

Perché l'amico è la parte destinata e che aprirebbe una porta che forse non aprirebbe mai per nessun altro.

Saint Exupery


Tutti gli orari sono GMT. Adesso sono le 06:33 AM.

Powered by vBulletin® Version 3.8.4
Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.