Visualizza Messaggio Singolo
Vecchio 04-05-2011, 10:17 AM   #28
enrichetto
Moderatore*
 
L'avatar di enrichetto
 
Data Registrazione: Aug 2005
Località: Roma
Messaggi: 7.952
Predefinito Riferimento: Le nostre "prime" poesie

UNA STORIA SENZA TESTA


Letz 64
Il cuore diventa un orologio
palpiti scanditi dal ticchettio delle lancette
pagine di calendario sfogliate
con l’impazienza esuberante
di una storia senza testa.

Quotidianità inesorabile e distante
che brama in solitaria tristezza
in attesa di incontrare gli occhi sognati.

Tempo che catturi la novità dell’inizio
e la rendi usuale al trascorrere dell’inerzia
protrai se puoi il frizzante entusiasmo
e lascialo accompagnare l’apatia presente
nei corridoi del sogno che non basta.
(2007)
------------------------------------------------
Ducher

"Mare"


Citazione:
Amo il mare,
quell'immensa distesa
d'acqua, in cui si rispecchiano
tutti i sogni
più irreali.
Amo guardare
i gabbiani che volano
dolcemente sulle sue
onde bianche di spuma,

ma amo soprattutto
la sua solitudine
che infonde in me
una strana tristezza.


perdersi...
potrei guardare le onde osservando le stelle accanto a te...
e subito dopo tornarci sola ed incantarmi al suono del mare...
e ritrovarmi immersa in lui con lacrime che strappano il cuore...
questa malinconia e allo stesso tempo gioia
mi doni questo ascoltare
emozioni vissute
in ogni tuo sguardo ...
scivolo con il mio corpo
ti accarezzo e tra le mie dita il gelo...
il brivido che lo circonda
sprofondo in te...
e quella paura di non riemergere...
quelle mani portentose che mi fanno salire...
scendere...
osserv
are coralli e perle che stanno dentro il tuo animo
ed ora il mio.

(2006)
__________________
Io li odio i nazisti dell'Illinois...

Ultima modifica di enrichetto; 04-05-2011 alle 10:20 AM
enrichetto è offline   Rispondi Citando