Discussione: La poesia antica
Visualizza Messaggio Singolo
Vecchio 12-27-2014, 02:37 PM   #5
enrichetto
Moderatore*
 
L'avatar di enrichetto
 
Data Registrazione: Aug 2005
LocalitÓ: Roma
Messaggi: 7.982
Predefinito Riferimento: La poesia antica

IBICO (poeta greco VI sec. a. C.)

Cotogni e melograni a primavera
rinfrescati da vive acque di fiume,
dove e' un giardino intatto delle Muse,
e i getti della vite
cresciute nell'ombra dei tralci
sono nel loro fiore: ma a me Eros
in nessuna stagione da' riposo
si spicca da Afrodite e m'aggredisce
come la tramontana della Tracia
incendiata di lampi,arido e folle,
tenebroso e impassibile, e possente
sorveglia la mia mente alla radice


Mi guarda tra le palpebre azzurrine
Eros che strugge
con infinite malie
con le inafferabili reti della Dea,
s'accosta e tremo,
come un cavallo vecchio
aggiogato provato
spinto col carro rapido
riottosamente,ancora,alla battaglia.



__________________
Io li odio i nazisti dell'Illinois...
enrichetto Ŕ offline   Rispondi Citando